5 Commenti

Banchetti politici, in centro solo i partiti i movimenti fuori

esiliati-dal-centro-partiti-e-movimenti

E’ iniziata così la polemica sulla “delocalizzazione” di alcuni banchetti politici. Con la scritta “Esiliati dal centro” sullo striscione esposto al banchetto del Movimento 5 Stelle a porta Venezia domenica 29 aprile. In quell’occasione il coordinamento cremonese dei grillini, lamentava il fatto che il proprio tavolino informativo fosse stato ‘dirottato’ fuori dalle vie del centro. “Da domani sarà in atto un’azione legale contro il Comune, riguardo la normativa per proibire al nostro banchetto di sostare in centro”, aveva scritto nei commenti all’articolo di Cremonaoggi Alessandro Tegagni (leggi l’articolo). Ebbene, il Movimento 5 Stelle si è mosso chiedendo informazioni a Comune e Prefettura. “Nessuna ordinanza – riferisce a Cremonaoggi Tegagni dopo aver chiesto delucidazioni – Mi hanno detto che si tratta di una regolamentazione interna secondo la quale, a causa di uno spostamento dei banchi del mercato, i gazebo di partiti o di movimenti politici dovrebbero essere tenuti fuori dal centro. Siccome vale per tutti, lasciamo stare azioni legali. Abbiamo fatto presente al Comune che alcuni partiti hanno comunque allestito banchetti in centro. Ci è stato risposto che verranno fatti più controlli”.
In effetti, secondo quando ci riferisce il Comune, la questione sarebbe leggermente diversa. Si tratterebbe, infatti, di un orientamento della Giunta (niente di scritto) che riguarda movimenti che non hanno rappresentanza istituzionale a livello nazionale. Così ai partiti vengono concessi i giardini e gli angoli del centro mentre ad altri movimenti, per esempio al Movimento 5 stelle e a Forza Nuova, viene proposto come luogo alternativo al centro piazza Cadorna o, se più gradita come nel caso dei grillini, piazza della Libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • L’ultima pivettata, che almeno si risparmia la forma scritta: i partiti dove vogliono, gli altri dove indicano Kavarna e Dordoni. Grottesco ripescaggio dell’Arco Costituzionale.
    Caro Pivetti, domanda del tutto teorica, perché una volta ottenuto l’obiettivo di metterti in poltrona, l’hai fatta sparire: se la Lista Perri, che ha consiglieri, assessore, presidente del consiglio comunale, ma non è mai stata un partito, chiedesse uno spazio, dove la mandi, in piazza del Duomo o al Cambonino?

  • Pasquino

    Semplicemente una assurdità che alimenta l’antipolitica. Ma sono proprio tutti scemi questi politici ?

  • RICICLAGGIO

    E’ sempre una manovra subdola, e a volte pericolosa. Tante dimostrazioni, la più nota, comunisti la notte, buia e tempestosa, al risveglio, democratici….

    Cremona 03 05 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • elia

    più tenteranno di emarginarvi e più prenderete voti, presumo che a crema arriverete al 8%..

  • Alessandro Tegagni

    Esattamente, stanno ottenendo il risultato opposto. Anche a metterci in una postazione non consona come visibilità, ma la gente era davvero tanta. Tanti che chiedevano informazioni, manifestazioni di sostegno da parte di tutti quanti. A Crema ci aspetta una grossa battaglia, ma i ragazzi cremaschi hanno fatto un lavoro eccezionale. Se riusciranno “ad entrare”, ci sarà da rimboccarsi le maniche e far entrare la cittadinanza nelle istituzioni.
    Noi a Cremona, proseguiremo senza sosta, nonostante tutto. 😉