19 Commenti

Fischi durante il 25 aprile, il Pd esprime solidarietà a sindaco e istituzioni

partito-democratico-al-25-aprile

Sopra, il Pd alla manifestazione per il 25 aprile (foto Francesco Sessa)

“Solidarietà al sindaco, alle diverse rappresentanze istituzionali, all’ANPI ed a tutti i soggetti che si si sono attivati per la celebrazione della festa della liberazione”. I consiglieri del Pd Maura Ruggeri e Daniele Burgazzi hanno presentato un ordine del giorno sui fischi e le manifestazioni di dissenso arrivate al palco delle autorità durante le celebrazioni per la Festa della Liberazione in piazza del Comune. “Il 25 aprile – scrivono i democratici nell’odg – giorno che segna la liberazione dal fascismo e dal nazismo ponendo le condizioni per la libertà e la democrazia nel nostro paese, è, come afferma il Presidente della Repubblica, la festa di tutti. La sua celebrazione nella piazza del Comune, alla presenza di tutte le rappresentanze istituzionali e sociali del territorio assume un significato di grande valore civile e democratico che unisce attorno ai valori della liberazione l’intera comunità”.
“Il Consiglio comunale – proseguono nel documento – ritiene che il legittimo dissenso, in democrazia, non possa esprimersi con tentativi di contrastare il sereno svolgimento di celebrazioni come quella del 25 aprile , come è accaduto a Cremona. Esprime pertanto solidarietà al Sindaco, a tutti i rappresentanti istituzionali, all’ANPI ed a tutte le espressioni della società civile protagoniste della celebrazione. Impegna il Sindaco e la Giunta a  sostenere ed a partecipare alle iniziative volte a coltivare nei giovani la conoscenza e la memoria storica. A garantire la piena disponibilità della piazza del Comune per la celebrazione del 25 aprile ed a continuare ad attivarsi, insieme ai soggetti interessati, perche’ siano costantemente  assicurate  tutte le condizioni organizzative  necessarie per la celebrazione di tale importante ricorrenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni Cuccia

    Il corteo ha dovuto fare lo slalom tra le bancarelle, per non parlare della piazza libera per metà. Questo era l’impegno del comune per un sereno svolgimento delle celebrazioni.
    Potevano anche spiegare il perchè della concessioni degli spazi a partiti chiaramente neofasciste e spendere qualche parola su via protti.
    Solidarietà per cosa?

  • marcog

    ormai è gara ad essere più lealisti del re! ed il pd cremonese, a leggere quanto riportato, mi pare voglia dare il suo inutile contributo.
    se si vogliono vietare i fischi si potrebbe vietarli per legge o regolamento comunale, oppure pretendere dai partecipanti alle manifestazioni pubbliche documento scritto (prima dell’accesso nel luogo pubblico preposto) di accettazione dell’applauso a comando o altre amenità del caso. ma un sindaco i cui (non-)comportamenti e (non-)scelte sono ben leggibili ed un presidente di provincia che eccelle per la sua “lotta” a favore dell’acqua privata i fischi li “chiamano”.
    un bieco rivoluzionario mangiabambini diceva “a brigante, brigante e mezzo”: vi ricordate signori del pd chi disse ciò? era anche lui un presidente della repubblica, ohibò!
    posso decifrare tale scritto del pd solo come scritto-scivolone da avviata campagna elettorale ed ennesima rincorsa verso destra, qualcuno poi non si stupisca per gli eventuali risultati di movimenti quali il movimento 5-stelle.
    chiudo dicendo che voto pd (o almeno fino ad ora, ma il 5-stelle non mi attira) e sono iscritto all’anpi: pertanto da questo scritto del pd cremonese mi sento due volte ferito.

  • Claudia Noci

    Il 25 aprile è la festa di tutti. Sì, di tutti quelli che si considerano antifascisti ed a mio parere fra quelli presenti sul palco, non tutti svolgono il loro ruolo comportandosi da tali. Detto ciò, i fischi mi sono sembrati legittimi in un paese democratico dove appunto c’è la libertà di dissenso e dove i cittadini si possono esprime da cittadini. A quanto pare però per alcuni sarebbe meglio avere dei sudditi.
    Mi fa tristezza anche notare che, al di là dei fischi, nessuno si è accorto che quello di quest’anno è stato sicuramente un corteo partecipato, colorato e festoso come una festa richiede. Neanche ci si è accorti che al pomeriggio in Piazza Roma, c’è chi ha voluto con passione e gratuità festeggiare pubblicamente con canti, danze, musiche, banchetti di raccolta firme, interventi dal palco con testimonianze della Resistenza di ieri, come quella del partigiano Lupo, e di quella di oggi come l’intervento di Libera Associazione antimafia. Mi dispiace che non si abbia la sensibilità di capire il disagio espresso nelle contestazioni del mattino e che ci sia la superficialità di ignorare ciò che di buono e costruttivo si cerchi di fare in altri momenti, luoghi e contesti. “Essere antifascisti significa essere umani” e questo va ricordato il 25 aprile come tutti gli altri giorni dell’anno.

  • H

    io c’ero ed ho fischiato..
    ho fischiato quelle persone che hanno concesso spazi ai fascisti..
    ho fischiato chi ha permesso di intitolare una via ad un fascista…
    mi sa tanto… che ho fischiato dei fascisti!

    • Giovanni Baldesio

      Va bene!
      Fischia che ti passa…
      Evidentemente hai il cicerone che ti brucia: non ti sei mai chiesto perche’ gli elettori ti hanno preferito la Democrazia Cristiana, i camaleontici Socialisti, il satiro Berlusconi e finanche i ladroni della Lega?
      Va a finire che la gente piuttosto dei tuoi accoliti preferisce un comico che FACEVA ridere.
      Qualunque cosa, per orrenda che sia e’ meglio di Stalin. Pensa te uno Stalin in versione italica. Un’aberrazione!

      • H

        sai che ho fischiato…
        ma “non mi è passata”

        • Giovanni Baldesio

          E del… cicerone?
          Noi… ci si preoccupa del tuo cicerone?

          • H

            parole a vanvera

          • mario

            quale prova di cul-tura : sei un latinista di pregio !!

  • Deo Fogliazza

    L’odg del PD mi pare intempestivo, generico ed incompleto.
    Intespestivo perchè, mi chiedo, che senso abbia pubblicare questo documento a tre settimane dall’accaduto.
    Generico ed incompleto perché la piazza non ha reagito in maniera univoca agli interventi dal palco.
    Gli interventi della rappresentante degli studenti e del rappresentante delle associaziioni partigane sono stati, ad esempio, anche molto applauditi. Gli interventi invece, dei rappresentanti istituzionali sono stati accolti sia da forti grida ed urli molto marcati ed offensivi (che io non condivido e condanno) ma anche da mugugni e borbottii di una buona parte della piazza (anche esplicitamente da militati del PD lì presenti) …. e borbottii e mugugni, fino a prova contraria, hanno sempre avuto cittadinanza nelle manifestazioni che negli anni hanno animato Piazza del Comune.
    Infine viene ignorato e bypassato un “atto politico” messo in campo dai giovani di “Cremona antifascista” che, con ordine e senza forme sguaiate, si sono limitati, in silenzio, a depositare ai piedi del palco un grande striscione che richiamava l’offesa – questa sì violenta … e spero non sia più necesario motivarne il perché – della dedica di Via Protti e che, dopo questo “atto” si sono limitati ad abbandonare la piazza al canto di “Bella Ciao”. Iniziatva talmente composta e legalitaria che, a quanto risulta, era addirittura stata concordata con le forze dell’ordine.
    Comunque sia, intempestività per intempestività, Burgazzi e Ruggeri avrebbero potuto cogliere l’occasione per far sapere “finalmente” in forma uffciale il parere del Gruppo Consigliare del PD e della sua organizzazione cittadina attorno alla dedica della via ad Aldo Protti ed alla inaccettabile posizione favorevole assunta, inopinatamente, dai due consiglieri che rappresentano il PD in Commissione Topomomastica…. atto che a luglio 2012 compirà i due anni di vita.
    Ed invece su questo grave fatto politico continua la strategia del silenzio o, meglio, del muro di gomma.
    Chiedo: quale valutazione viene data dal PD di Cremona della specifica contestazione, seria e composta, messa in atto in Piazza del Comune il 25 aprile scorso dal gruppo di “Cremona Antifascista”?
    E mi chiedo se sia giusto, corretto, produttivo e politicamente intelligente non affidarsi alla classica “analisi differenziata”, confondendo invece tutto in un calderone che rischia di regalare alle frange più esagitate ed estremiste tutte le pur diverse e certamente non univoche forme di espressione del dissenso.
    Deo Fogliazza

    • Giovanni Baldesio

      Capisco gli strepiti del signor Deo e di quanto lo ferisca la fine di un’epoca, ma si deve rassegnare. Anche i suoi intimi lo stanno abbandonando, se ne deve fare una ragione.
      Gli unici su cui mantiene un ascendente sono i fanigottoni dei centri sociali, una ragione ci sara!
      E’ comprensibile che soffra.
      Dalla fanciullezza dorata, procurata da cotanto Padre, Partigiano emerito che lo ha fatto nella giovinezza (Giovinezza Primavera di Bellezza… soprattutto se non devi tirare la cinghia…) Editore per il libri del succitato padre e che oggi sono gli unici a testmonianza del passato di Protti (nella versione del Fogliazza Sr) poi direttore nientepopodimeno di un’emittente radiofonica, quasi come il Liga e chi lavorava nelle Radio cuccava quella cosa che tutti cercano. E si dedicava alla Cremo, erano gli anni dello spareggio per la A. Poi incarichi a sinistra a manca e robe varie.
      Era la “cosca” vincente e godeva. Ora che e’ la “cosca” perdente, ANCHE tra i suoi, si deve rassegnare.
      Apprezzo la fedelta alle piume delle sue piume che in occazione del genetliaco hanno avuto gli auguri a domicilio proprio dal Perri fischiato e colpevole di aver intitolato la via all’odiato nemico ma sono cose vhe apprezza solo uno con il senso dell’Onore che lui, disprezza tanto.

      Signor Deo, un vecchi proverbio di che se ti stan “fregando” e tu ti agiti, loro godono di piu’.

      • MARIO

        ma suo padre all’epoca del padre di Deo cosa faceva ?

      • Deo Fogliazza

        Un sedicente “Giovanni Baldesio” – significativamente anonimo – mi dedica la sua greve attenzione. Io, a lui, no. Nè greve nè lieve.

    • mario

      sarebbe interessante sapere da quale “pulpito” parte la predica !
      Le “chiese” sono tante ed anche i pulpiti !

  • Francesca B.

    Il segretario provinciale del PD una settimana fa ha sostenuto che il sindaco Perri è talmente sfiduciato che ormai lo fischiano tutti in piazza, proprio tutti e non solo i centri sociali; ammetto che sono rimasta piacevolmente sopresa da questa corretta lettura della piazza del 25 aprile. Oggi leggo sulla stampa che lo stesso partito in consiglio comunale sosterrà il sindaco Perri, vittima del “terribile” insulto della piazza! Perché il PD non presenta anche un odg in consiglio provinciale a sostegno del “povero” presidente Salini che di fischi da due anni a questa parte ne ha presi a vagonate? Perri è forse più simpatico? Ha solo dedicato una via al fascistissimo Protti, ha concesso sale e spazi pubblici ai neofascisti(poverini devono stare comodi e non si devono sentire esclusi dalla vita democratica!in compenso altre forze politiche non riescono nemmeno ad ottenere un banale permesso per un banchetto in centro), ha concesso ai concittadini cremonesi, dopo lunga trattativa, una inedita mezza piazza in condivisione col mercato, raggiungibile a fatica da un corteo civilissimo e determinato. Siamo alla farsa.

  • MARIO

    Sbaglio o cozzaglio non ha nulla da dire !! strano 11

  • Boh

    Vorrei ricordare al sognor Deo Fogliazza che non tutti erano d’accordo con le forze dell’ordine e che quelli non d’accordo hanno pure fischiato l’ANPI.
    Questi anarchici che non rispettano neanche gli accordi fatti con la questura da altri…

    • Deo Fogliazza

      Perchè mai, caro signor Boh, vuole ricordarmi una cosa che so bene, tant’é che l’ho ricordata nel mio post? Il senso del mio intervento era proprio quello di mettere in evidenza che le contestazioni ed i disaccordi erano plurimi e diversi tra di loro.
      Mi consenta di utilizzare il suo pseudonimo per dire: Boh, alle volte non capisco proprio questa volontà di polemizzare a tutti i costi, anche quando praticamente si sostiene la stessa cosa…..

  • mario

    mi manca cozzaglio, mi manca, mi manca ……………..!!!