Commenta

Case popolari, i numeri: 791 alloggi in gestione all'Aler 73 liberi di cui 32 da sistemare

Lavori di recupero per case popolari

695 alloggi in gestione all’Aler, ai quali si aggiungeranno i 96 in via Caudana e via Salvador Allende, in località San Felice, per i quali è in corso la stipula dell’atto di cessione al Comune da parte di ALER, per un totale di 791. Sono i numeri sull’edilizia popolare dichiarati in Consiglio comunale dall’assessore ai Servizi Sociali Luigi Amore, su interrogazione del gruppo del Partito Democratico. Numeri che fanno seguito alla convenzione approvata il 23 dicembre 2011 dal Comune di Cremona con ALER per la gestione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e di unità immobiliari ad uso diverso per il biennio 2012-2013. L’affidamento ha avuto inizio il 1° gennaio 2012 e riguarda appunto 791 alloggi, 405 autorimesse e 32 posti auto scoperti. Una quota parte di alloggi e precisamente 336 facevano parte di una precedente convenzione stipulata nel 2001 con l’ALER. Con la nuova convenzione ai 336 già affidati ne sono stati aggiunti  altri 359. Al 31 dicembre 2011 su  695 alloggi, 586 erano occupati e 109 liberi. Alla fine del primo trimestre 2012, a seguito delle assegnazioni di via Mosconi, 17 e via Divisione Aqui, 3-4, ed altre piccole variazioni, gli alloggi occupati sono 622 e 73 liberi. Al 31 marzo 2012 ci sono quindi 35 alloggi occupati in più rispetto al 31 dicembre 2012, dei 73 alloggi ancora liberi 41 sono in fase di  assegnazione e 32 da sistemare.
“Per quanto riguarda invece gli interventi di manutenzione ordinaria da effettuare negli alloggi in gestione – ha continuato Amore nel suo intervento – l’ALER trasmette settimanalmente gli  interventi richiesti o già previsti. Si è in attesa del rapporto del primo trimestre per quanto riguarda i costi relativi alla manutenzioni ordinarie svolte e l’importo speso per ogni intervento. Gli interventi negli alloggi nel mese di gennaio – sono stati effettuati principalmente per problemi relativi agli impianti di riscaldamento, quali perdite acqua dalle valvole dei termosifoni, sostituzione caldaie, verifica temperatura ambiente. Le problematiche che si sono presentate con maggiori frequenza  nel mese di febbraio, oltre a quelle analoghe al mese precedente, sono state per la presenza di umidità negli alloggi o nei garage dovuta sia alle  piogge che ad impianti idraulici ormai obsoleti. Si segnalano in particolare i problemi presenti negli edifici di via Litta, via Ceccopieri e piazza Patrioti per i quali infatti, l’ALER, considerati i numerosi interventi effettuati, ha trasmesso una proposta di ristrutturazione totale degli immobili sia per la presenza di umidità e muffe sia per i disagi dovuti alla presenza di fognature pensili con una pendenza minima. Nel mese di marzo 2012 gli interventi sono stati maggiormente di tipo elettrico e idraulico”.
“Per quanto riguarda l’IMU – ha concluso l’assessore – è previsto che non venga applicata per l’ERP. Lo scorso anno, a sostegno delle famiglie che hanno incontrato difficoltà a pagare le bollette, sono stanziati 178.000,00 euro, ad aprile di quest’anno il sostegno ammonta a 90.000,00 euro. C’è un problema che sta venendo avanti: la morosità riferita ad anni molto lontani nel tempo. In ogni caso, come era stato detto, in giugno si riunirà la competente commissione consiliare dove il presidente e il direttore dell’ALER forniranno dati completi.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti