2 Commenti

Crema, salta l'assessore Corlazzoli dopo la lettera del "corvo"

corlazzori-avventura-finita

Finisce l’avventura di Alex Corlazzoli, assessore del Comune di Crema. Intorno alle 12,30 il neosindaco Stefania Bonaldi ha protocollato la lettera con la quale l’assessore rimette il mandato nelle mani del sindaco. Stefania Bonaldi non ha ancora fatto conoscere il suo pensiero al riguardo ma da quanto si apprende, al più presto, le dimissioni saranno accettate e si procederà alla nomina di un nuovo assessore alla Cultura. Si chiude così una brutta parentesi della politica cremasca ed è bene che avvenga alla partenza di una nuova esperienza amministrativa. Una brutta storia fatta di silenzi, giri di parole e di uno scritto anonimo fatto arrivare a tutti i consiglieri comunali, agli assessori, al sindaco e al segretario comunale che non poteva finire in altro modo. Lo scritto anonimo accusava un assessore, appunto Alex Corlazzoli come poi ha rivelato lui stesso, di essere uno stalker (nella lettera questa parola viene scritta, forse volutamente, con la “o” al posto della “a” e con la “ch” al posto della “k”) e aggiungeva “mi fate schifo, la gente fa bene a non votare”. Ovviamente in totale anonimato. Le missive sono state spedite da Crema e recano poi il timbro di “Milano Borromeo”, centro di smistamento postale della Lombardia. Probabilmente prima di sera sarà lo stesso sindaco a porre fine alla questione accettando le dimissioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • DIMISSIONI

    Avesse fatto un che, condannato o meno non ha importanza, di incompatibile con un qualsiasi incarico pubblico, capirei la decisione di Alex Corlazzoli, ma dieci telefonate in più al termine di una storia d’amore equivalgono alle dieci multe per eccesso di velocità nel mio milione di Km d’auto, ai miei palloncini over zero50, tanti, se non guido, ai duecento euro che perdo al Casinò ogni tre anni; e, soprattutto, autorizzano la ragione dei corvi, meglio sarebbe: sciacalli. Che dopo il suo esempio proseguiranno con altri malcapitati.
    E se proprio Corlazzoli è convinto d’aver perso la nostra fiducia, smetta di insegnare, seguendo la sua logica, sarebbe molto più incompatibile…..

    Cremona 05 06 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Piero Luigi Ipata

    Ed infatti lo è: Corlazzoli è un educatore, abbia il coraggio di dimettersi da maestro, e ringrazi pubblicamente chi lo ha perdonato.