Commenta

E' Festival sul Grande Fiume Dall'8 al 22 luglio spettacoli sul Po

babilonia-teatri-festival-grande-fiume

Pronta la quindicesima edizione del Grande Fiume, il festival itinerante sulle sponde del Po fra le province di Cremona, Parma e Piacenza, inventato e diretto da Luigi Ronda della cooperativa Il Ramo d’Oro.

PROGRAMMA

domenica 8 luglio
Polesine Parmense Porto
The end compagnia Babilonia Teatri
Premio Ubu 2011 migliore novità italiana/ricerca drammaturgica  Spettacolo dell’anno
di Valeria Raimondi e Enrico Castellani
con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Ilaria Dalle Donne, Luca Scotton

sabato 14 luglio
San Daniele Po Isola Pescaroli
Richard III (overu la nascita dû novu putiri) di William Shakespeare
con Simona Malato regia e traduzione in siciliano Giuseppe Massa di Sutta Scupa
produzione Associazione Bogotà in collaborazione con  A. C. Scupa e Nostra Signora c.c.d.
Spettacolo realizzato con il contributo della Regione Siciliana Assessorato Turismo Sport Spettacolo

domenica 15 luglio
Villanova d’Arda Isola Giarola
Homo ridens creazione collettiva Teatro Sotterraneo Scrittura Daniele Villa
in scena Sara Bonaventura, Iacopo Braca, Matteo Ceccarelli, Claudio Cirri.
Con il sostegno del Comune di Firenze – Assessorato alla Cultura e alla Contemporaneità.

sabato 21 luglio
Stagno Lombardo Brancere
Mater strangosciàs di Giovanni Testori
con Arianna Scommegna e Giulia Bertasi regia Gigi Dall’Aglio
Mater strangosciàs parla in dialetto brianzolo, la lingua della terra sua e dello stesso Testori. Una lingua che il poeta ha reinventato mescolandola al latino, allo spagnolo e al francese. Mater strangosciàs l’ultima opera di Testori. E’ un addio. Un testamento. Un lascito di speranza.

domenica 22 luglio
Motta Baluffi Ronchetto
Attraverso il furore compagnia Massimiliano Civica
Tre sermoni tedeschi di Meister Eckhart    Tre storie di Armando Pirozzi
con Valentina Curatoli, Marcello Sambati, Diego Sepe regia Massimiliano Civica
Un salto tra Medioevo e contemporaneità che non è solo cronologico: due diverse visioni del mondo, delle relazioni tra gli uomini e tra gli uomini e Dio, evidenti anche a livello linguistico.

 

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 21.30 (aspettando il buio)
Ingresso gratuito

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti