Un commento

Il tennista Mazzei incontra gli studenti del Beltrami

fabian-mazzei

Il tennista Fabian Mazzei, giocatore di punta della squadra di tennis in carrozzina della Baldesio, dopo il primo incontro al liceo classico Daniele Manin, venerdì 8 giugno sarà di nuovo a Cremona per un altro faccia a faccia con gli studenti delle superiori: incontrerà gli allievi dell’istituto Beltrami. Saranno presenti anche gli assessori Jane Alquati e Luigi Amore. Nel mese di aprile era stato presentato dalla canottieri Baldesio il progetto di sviluppo del tennis in carrozzina, sostenuto dal Comune di Cremona e, in particolare, dagli assessorati alle Politiche Educative e ai Servizi Sociali, reso possibile grazie anche alla disponibilità di Fabian Mazzei, uomo di punta della Nazionale Italiana, numero uno nella classifica italiana e ai primi posti in quella mondiale in questa disciplina sportiva. Fabian Mazzei sta portando in giro per il mondo il nome di Cremona: è reduce infatti dai recenti campionati del mondo a squadre a Seul in Corea dove, con le sue vittorie, ha contribuito ad un ottimo piazzamento della Nazionale Italiana, che in questo modo si è assicurata la partecipazione all’edizione del prossimo anno che si terrà a Cremona, per la seconda volta dopo la bellissima esperienza del 2008. Nel frattempo, in vista delle Paralimpiadi di Londra, ha disputato un prestigioso torneo Internazionale in Sardegna dove ha vinto il singolo contro Paolo Cia per 6/1, 6/0  e il doppio in coppia con Francesco Zola contro Andrea Casillo e Marco Verzeroli per 7/5, 6/0. La forza del progetto sul tennis in carrozzina non sta solamente nei contenuti sportivi, ma soprattutto in quelli educativo-culturali; una fase fondamentale, infatti, riguarda la promozione e la diffusione nelle scuole, dalle primarie all’Università, nelle varie associazioni sociali e di volontariato, dello sport come strumento per trasmettere i valori della vita. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • germana

    perché la vita è quella che abbiamo e non quella che ci manca … più facile a dirsi che a farsi però lui è un grandissimo 🙂 grazie