13 Commenti

La Giunta ci ripensa: permessi a pagamento anche per i politici

ztl

Dopo le polemiche, la Giunta ci ripensa e con una nota comunica di voler proporre al Consiglio l’applicazione del pagamento dei permessi di sosta anche agli amministratori pubblici. “L’Amministrazione comunale – si legge nel comunicato – ha avviato, da oltre un anno, un processo di riordino generale del sitema dei permessi per l’accesso nella ZTL. Il processo si è sviluppato attraverso numerosi incontri, tutt’ora in corso, con la maggioranza e con molte delle categorie coinvolte, raggiungendo una significativa proposta di riduzione del numero dei permessi assegnati agli operatori del settore pubblico (Comune, Provincia ed altri enti). Si è inoltre proceduto, come già accade nella maggior parte delle città, ad introdurre, a decorrere dal prossimo mese di settembre, una tariffa a fronte del rilascio del permesso di transito e/o sosta per alcune categorie professionali. Nei prossimi giorni si concerteranno con i rappresentanti di queste categorie le modalità attuative per ottimizzarne l’utilizzo”.
“Contestualmente – prosegue l’Amministrazione – la Giunta comunale, a seguito di un’ulteriore fase di confronto tra i rappresentanti delle diverse forze politiche, proseguita anche durante l’ultima seduta della Commissione consiliare Bilancio, ha stabilito di proporre al Consiglio comunale l’approvazione della medesima tariffa anche agli amministratori pubblici, come per altro già ipotizzato e proposto al’inizio del progetto di riorganizzazione”.

PD: “NON BASTA, SERVE UN PIANO DI REVISIONE DELLA SOSTA”

Sulla decisione della Giunta, l’intervento del Pd: “L’esclusione dei politici dal pagamento dei permessi – scrive Maura Ruggeri in una nota – era stata una decisione unilaterale dell’Amministrazione Perri, tant’è che martedì in commissione bilancio i consiglieri del PD hanno votato contro. Apprendiamo ora che la Giunta pare avere avuto un ripensamento, ne prendiamo atto. Tuttavia sul tema la posizione del PD è sempre stata chiara: la questione permessi è legata alla salvaguardia del centro storico ed alla sua pedonalizzazione, come dichiarato dai consiglieri Burgazzi e Guerreschi in Commissione bilancio e pertanto la riconsiderazione dei permessi non deve essere solo un modo per far cassa, ma richiede un provvedimento coerente con la ridefinizione dei progetti legati alla mobilità ed alla sosta. Giusto, in questa  logica, rivederli per tutti: assessori e consiglieri compresi. Abbiamo più volte sollecitato una proposta che non è mai arrivata nelle commissioni, infatti sul tema non c’è stato alcun confronto con l’opposizione. Ora anche se la Giunta  chiude la vicenda permessi, resta comunque  aperto il tema della revisione della sosta in centro storico e dell’utilizzo dei parcheggi Massarotti e Marconi su cui chiediamo ancora una volta  di aprire il confronto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Maurizio

    Ma no ma no non ci siamo proprio!! Non e’ che pagando puoi entare nella ZTL carissimo politico! Tu devi parcheggiare e pagare come fanno tutte le persone normali capito NORMALI! Anzi devi dare l’esempio di andare a piedi o in bicicletta!Smettetela di fare i soliti furbetti e raggirare le regole ! Grazie

    • Paolo Mantovani

      B R A V I S S I M O! Il punto è proprio quello. Altrimenti anch’io lavoro in centro e voglio il permesso per parcheggiare gratis!
      Perché a loro si e a me no??? Che cosa fanno di tanto importante per godere di questo privilegio?
      Che comincino a cercarsi il parcheggio (e a pagarlo) come i comuni mortali. Sono sicuro che la loro sensibilità nei confronti dei problemi alla sosta aumenterebbe in modo esponenziale!
      …alla fine credo che purtroppo la colpa sia nostra. Continuiamo a vedere il politico con gli occhi da suddito, invece di vederlo per quello che realmente è, UN NOSTRO DIPENDENTE!

  • Andrea

    Ci voleva una Commissione e le proteste di Commercianti e forze di opposizione (Pd, Idv, Lega) con l’aggiunta della Lista Civica di magiioranza, per capire che stavano facendo l’ennesima cazzata?
    Senza parole…

  • LN Cremona

    Cremona, 12 06 2012

    AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

    MOZIONE: INSERIMENTO DEI PUBBLICI AMMINISTRATORI NELL’ELENCO DEI SOGGETTI TENUTI AL PAGAMENTO DEI PERMESSI DI CIRCOLAZIONE NEL TERRITORIO COMUNALE.

    PREMESSO CHE

    la Giunta Comunale dovrà decidere circa le nuove categorie di cittadini che saranno tenuti a pagare i nuovi permessi secondo le nuove tipologie con le nuove tariffe che la stessa Giunta dovrà applicare;

    durante la seduta della Commissione che ha approvato il progetto di revisione dei permessi fra le categorie per le quali è previsto il pagamento delle nuove tariffe non è ricompresa quella dei Pubblici Amministratori;

    considerato che l’Amministratore Pubblico svolge un’attività comparabile con quella di altri professionisti che ugualmente svolgono lavori di impatto sociale che sono chiamati a corrispondere il pagamento di questi permessi

    IL CONSIGLIO COMUNALE

    impegna la Giunta affinchè anche la categoria degli Amministratori Pubblici del Comune di Cremona sia ricompresa fra quelle per le quali è previsto il pagamento del permesso sopra menzionato;

    impegna altresì la Giunta affinchè tale impegno venga preso anche dal Consiglio Provinciale per quanto di sua competenza

    Il Gruppo Consigliare LEGA NORD BOSSI

  • Nilo

    Non preoccupatevi verrà tutto rimborsato con la nota spese.

  • don pizzarro

    la questione – a mio avviso – non è se pagare o meno il permesso, bensì, semmai, stabilire a chi può essere concesso. Il fatto che sia concesso dietro pagamento è (o meglio dovrebbe essere) sottinteso.

  • Giancarlo Schifano

    Mi fa piacere che dopo le mie ire e proteste in commissione bilancio di ieri,la giunta di centro-destra ha cambiato idea nell’arco di 24h!!!Avevo sollecitato nelle precedenti commissioni di rivedere il pass per gli amministratori locali e provinciali,ma se non ricordo male e a tal proposito chiedo conferma a Flaminio Cozzaglio presente tra il pubblico ad assistere alla famigerata discussione sui permessi,sono stato l’unico ad insistere nel dare il buon esempio e consegnare i vari pass dati in uso gratuito a tutti gli amministratori,attirandomi le proteste di molti colleghi consiglieri e assessori per la proposta fatta.

  • Non hai bisogno della conferma di nessuno, Giancarlo, perché è vero e l’hai sostenuto in pubblico, e comunque l’ho ricordato più volte nel mio blog.

  • ESSERE O NON ESSERE

    Ma qui c’è la certezza. Quando li definisco in pubblico per quello che sono, gli Ascomiti s’infuriano. Sentite l’ultima d’uno di essi, Mantovani Paolo, che si sta impegnando a prendere il posto di Pugnoli Claudio:
    “Continuiamo a vedere il politico con gli occhi da suddito, invece di vederlo per quello che realmente è, UN NOSTRO DIPENDENTE!”
    Poi hanno la pretesa che il politico perda tempo a trattare con loro.

    Cremona 14 06 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Ernesto

    Concordo con i permessi a PAGAMENTO usati come deterrente per allontanare le automobili dalle zone a traffico limitato mentre non sono assolutamente d’accordo nel far pagare a chi – per lavori di manutenzione – deve recarsi in zone limitate. Inoltre non è chiaro se la si pagherà una tantum per ditta o per ogni furgone utilizzato; se così fosse saremmo di fronte ad un vero salasso.
    Ricordo che gli automezzi sono attrezzati in modo differente a secondo del tipo di manutenzione e sarebbe alquanto costoso il tempo impiegato a trasbordare gli attrezzi da un mezzo all’altro.
    P.S.: Spero,come già annunciato dagli amministatori, che l’incontro con le categorie interessate chiarisca ……usando buon senso.

    • Paolo Mantovani

      I permessi di accesso al centro vengono dati ai residenti, a chi vi lavora e ha la necessità di arrivare con l’auto in centro, oltre a tutta una pletora di funzionari di varie amministrazioni/enti, anche non posizionati nel centro stesso.
      Chi ha la necessità di entrare per lavoro si troverà costretto a pagare. I residente (fortunatamente) non pagano, mentre i vari funzionari non crederà li pagheranno di tasca propria vero???
      Quindi cambierà solo una cosa, un ulteriore esborso per chi lavora.
      Se vogliono ridurre i permessi, hanno tutti gli strumenti per farlo, senza farli pagare. Serve solo un po’ di coraggio/autorevolezza.

  • Angus23

    No Comment !! … Ma quando se ne và sta giunta quà ?

  • elia

    mi fa piacere che ci siete riusciti a fare pagare ai politici ,consiglieri comunali ecc io ci avevo tentato 2 volte una 11 anni orsono e una 9 anni con richieste protocollate al comune in veste di segretario provinciale dei liberal Sgarbi ,c’è mancato poco che mi mettessero al rogo.