2 Commenti

Tasse e rincari, Pd contro Perri: presidi e volantini

Democratici

Partito democratico contro l’aumento di tariffe e tasse. Iniziata un’attività fatta di volantinaggi e presidi in città, come ad esempio al mercato. Azione che andrà avanti nelle prossime settimane. Tutto mentre nel Consiglio comunale di lunedì verrà presentato il bilancio, che verrà votato il 28 giugno (il 25 è il termine per la presentazione di emendamenti). Nel volantino distribuito mercoledì al mercato si legge tra le altre cose: “Imu al 0,5 per mille – più cara di quella richiesta dal governo” e “Irpef comunale raddoppiata rispetto al 2011”, sottolineando “la scure calata da Perri”. “Il Partito democratico chiede: di mantenere l’IMU allo 0,4 per la prima casa e per  gli anziani ricoverati in RSA; di innalzare l’esenzione IRPEF per tutelare i redditi medio/bassi; di definire aliquote Irpef scaglionate secondo il reddito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • PRAVDA CREMONESE

    Se li chiami comunisti, quasi tutti, non solo loro, ti guardano con compatimento e: ma non ti sei accorto che non ci sono più comunisti?
    Hanno cambiato casacca, è vero, ma l’esercizio della verità è sempre quello. Fresca fresca dal sito del partito neodemocratico di Cremona:
    “dopo le misure imposte dal Governo Monti per riparare i danni fatti da 8 (otto) anni di Governo Berlusconi etc etc”
    Non voglio impelagarmi in una discussione contabile su chi ha fatto i danni, anche se sono certo siano stati provocati da una spaventosa crisi che imperversa in tutto il mondo, in Italia aggravata da quarant’anni di finanza pubblica allegra, ma che gli otto anni di Berlusconi cancellino il 2006/08 di Prodi è veramente degna del più sovietico dei comunisti……

    Cremona 16 06 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • sandra

    Questione complessa quella delle finanze comunali. Con atteggiamenti che non convincono. Una sfilza di errori clamorosi con reciproca copertura bipartisan.
    All ‘ esterno si attaccano, ma sotto sotto, nelle stanze dei cda, viaggiano di concerto e non fanno trapelare nulla all ‘ esterno. Mah …!