Commenta

Stagione Lirica 2012, al via gli abbonamenti Ecco il cartellone

capuleti-e-montecchi

Stagione lirica 2012. Al via gli abbonamenti. Gli abbonati alla Stagione lirica 2011 possono esercitare il diritto di prelazione al posto per la stagione 2012 ritirando gli abbonamenti da lunedi 25 giugno a sabato 14 luglio e da lunedi 27 agosto a venerdi 7 settembre. I nuovi abbonamenti potranno essere sottoscritti da sabato 8 a venerdi 21 settembre. Mentre i biglietti per le singole recite andranno in vendita da sabato 22 settembre.

IL CARTELLONE 2012

Il cartellone 2012 della tradizionale Stagione Lirica presenta, come è ormai consuetudine, un equilibrio tra titoli del grande repertorio e opere di più rara rappresentazione. Tra i primi rientrano Tosca, uno dei titoli pucciniani più popolari, Lucia di Lammermoor capolavoro tragico di Donizetti, L’Italiana in Algeri opera buffa di Gioachino Rossini. Tra i secondi invece la scelta di Ernani di Giuseppe Verdi, titolo di indiscusso valore che manca dal Teatro Ponchielli da oltre trent’anni e che il Circuito rappresenta con un nuovo allestimento e I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini, che chiude idealmente il confronto, dopo il Romèo et Juliette di Gounod del 2011, con la drammaturgia shakespeariana applicata al melodramma ottocentesco francese e italiano. Nei cast di Lucia di Lammermoor  e de I Capuleti e i Montecchi debutteranno i vincitori provenienti dalla 63ma edizione del concorso As.Li.Co. per i giovani cantanti lirici d’Europa.

LE DATE

mercoledi 17 ottobre, ore 20.30 (turno A)
venerdi 19 ottobre, ore 20.30 (turno B)
domenica 21 ottobre, ore 15.30 (fuori abbonamento)
TOSCA
melodramma in tre atti, libretto di G. Giacosa e L. Illica dal dramma omonimo di V. Sardou
musica di Giacomo Puccini
con Mirjam Tola, Rubens Pelizzari, Leonardo Lopez Linares, Ziyan Atfeh, Paolo Maria Orecchia, Paolo Antognetti, Daniele Cusari
direttore Giampaolo Bisanti – regia Elena Barbalich
Ultima rappresentazione al Teatro A. Ponchielli: stagione 2006

L’opera torna al Teatro Ponchielli dopo il successo riscosso nell’edizione 2006. Gelosia, passione e tradimento nella Roma papalina dell’Ottocento insidiata dai fermenti rivoluzionari; una città del potere che resiste all’incalzare della storia. E’ questo l’ideale riassunto del contenuto drammatico di questo assoluto capolavoro di Giacomo Puccini, tra i più rappresentati al mondo. La direzione d’orchestra è affidata al milanese Giampaolo Bisanti. Dal 1998, anno che lo vede vincitore dello Stage per Direttori d’Orchestra tenuto dal M° Donato Renzetti presso i Pomeriggi Musicali di Milano, ha avviato una brillante carriera operistica e sinfonica nei più importanti teatri d’opera italiani e stranieri. Elena Barbalich curerà la regia di questo allestimento proveniente dal Teatro Petruzzelli di Bari. Nel cast figurano il tenore Rubens Pelizzari, nel ruolo del pittore Cavaradossi e Mirjam Tola, promettente soprano di origine albanese già presente nei cartelloni di numerosi teatri.

venerdi 26 ottobre, ore 20.30 (turno A)
domenica 28 ottobre, ore 15.30 (turno B)
I CAPULETI E I MONTECCHI
opera in due atti, libretto di F. Romani
musica di Vincenzo Bellini
con Damiana Mizzi, Florentina Soare, Fabrizio Paesano, Pasquale Amato, Alessandro Spina
direttore Christian Capocaccia – regia Sam Brown
nuovo allestimento
Ultima rappresentazione al Teatro A. Ponchielli: stagione 2005

Dopo il Roméo et Juliette dello scorso anno si completa idealmente il confronto tra la musica di Gounod e Bellini applicata alla drammaturgia e alla teatralità shakespeariana. Gli interpreti risulteranno vincitori del Concorso As.Li.Co, guidati dalla giovane ma già talentuosa mano di Francesco Pasqualetti, allievo di Gelmetti e di Sir Colind Davis e affidati alla regia di Sam Brown, regista vincitore del concorso per idee e progetti, proprio per l’allestimento di questo titolo, all’ European Opera-Directing Prize di Wiesbaden.

venerdi 23 novembre, ore 20.30 (turno A)
domenica 25 novembre, ore 15.30 (turno B)
ERNANI
dramma lirico in 4 parti, libretto di F. M. Piave
musica di Giuseppe Verdi
con Rudy Park, Alessandro Luongo, Enrico Giuseppe Iori, Maria Billeri, Nadiya Petrenko, Saverio Pugliese, Gianluca Margheri
direttore Antonio Pirolli – regia Andrea Cigni
nuovo allestimento
Ultima rappresentazione al Teatro A. Ponchielli: stagione 1986

Alla vigilia dei festeggiamenti per il bicentenario della nascita del Cigno di Busseto, il Circuito Lirico Lombardo sceglie di rappresentare uno dei titoli più affascinanti e meno frequentati del primo Verdi. Dopo aver scartato numerosi soggetti, Verdi si entusiasmò per Hernani, il dramma di Victor Hugo la cui prefazione era divenuta il manifesto del romanticismo teatrale e letterario francese. Dopo le opere ricche di grandi scene corali che gli avevano assicurato i primi successi, Verdi intendeva cambiare genere e incentrare il prossimo dramma sui singoli personaggi: il lavoro di Hugo, perciò, era quello che ci voleva. La fosca esagitazione del dramma, l’enfatizzazione dei caratteri, l’astrazione e la convenzionalità melodrammatica di Hernani, anziché costituire difetti rappresentavano un’attrattiva agli occhi del compositore, alla ricerca di personaggi occupati interamente da passioni violente, dalle quali poteva scaturire un intreccio efficace. Ernani è il tipo perfetto del melodramma romantico, che mette in scena passioni violente, contrasti netti e caratteri schematici, dalle scarse sfumature psicologiche.

Il Teatro Ponchielli è capofila della coproduzione del Circuito, in un nuovo ed importante allestimento. La direzione musicale è affidata ad un apprezzato e solido musicista quale Antonio Pirolli, già presente nella programmazione del teatro cittadino con i successi di Medea e I Puritani delle ultime due stagioni, oltre che nei più importanti teatri d’opera. Per la parte visiva è stato scelto il giovane regista naturalizzato cremonese Andrea Cigni, artisticamente nato al teatro Ponchielli e ormai avviato ad una sempre più brillante carriera nel teatro lirico. Il cast di indiscusso valore artistico vede la presenza tra gli altri del soprano Maria Billeri, strepitosa Medea nel 2010 e voce di rara forza e bellezza del panorama lirico.

venerdi 30 novembre, ore 20.30 (turno A)
domenica 2 dicembre, ore 15.30 (turno B)
L’ITALIANA DI ALGERI
dramma giocoso in due atti, libretto di A. Anelli
musica di Gioachino Rossini
con Carmen Topciu, Enea Scala, Bruno Taddia, Abramo Rosalen, Sonia Ciani, Alessia Nadin, Davide Luciano
direttore Francesco Pasqualetti
regia Pierluigi Pizzi ripresa da Massimo Gasparon
Ultima rappresentazione al Teatro A. Ponchielli: stagione 2002

Dopo dieci anni torna al Teatro Ponchielli il primo autentico capolavoro buffo di Gioachino Rossini che tratta di argomenti licenziosi, del mondo musulmano della poligamia e degli harem e che il compositore pesarese musicò in soli diciotto giorni, quando aveva appena compiuto ventun’anni, seguendo un gusto quasi ‘mozartiano’ per il valore drammaturgico-musicale. Un’opera popolare che non ha certo bisogno di presentazioni e che rivive grazie ai nuovi interpreti di oggi, che rinnovano la freschezza e il ritmo di una musica che è già in sé spettacolo.

L’allestimento è firmato da Pier Luigi Pizzi, che cura anche scene e costumi e che viene riproposto dopo aver riscosso grandi consensi in molti teatri con la direzione musicale di Francesco Pasqualetti. Tra gli interpreti il tenore Enea Scala nel ruolo di Lindoro, Carmen Topciu già apprezzata nella Cenerentola del Circuito del 2010.

giovedi 6 dicembre, ore 20.30 (turno A)
sabato 8 dicembre, ore 20.30 (turno B)
LUCIA DI LAMMERMOOR
dramma tragico in due parti libretto di S. Cammarano, dal romanzo The Bride of Lammermoor di W. Scott
musica di Gaetano Donizetti
con Ekaterina Bakanova, Francisco Corujo, Serban Vasile , Alessandro Scotto di Luzio, Giovanni Battista Parodi, Cinzia Chiarini, Alessandro Mundula
direttore Matteo Beltrami – regia Henning Brockhaus
nuovo allestimento
Ultima rappresentazione al Teatro A. Ponchielli: stagione 2007

A breve distanza di tempo torna uno dei titoli più noti del compositore bergamasco. Storia di emozione, follia e amore, è ambientata nella Scozia seicentesca delle Lammermuir Hills. Banco di prova per le doti di coloratura del soprano protagonista (ruolo reso celebre nel Novecento da Maria Callas e Joan Sutherland), è uno dei capolavori drammaturgici di Donizetti, che vi adoperò un’orchestrazione ricca di timbri (i fiati al completo, l’arpa, la glassharmonica) in grado di esprimere pienamente la complessità psicologica dei personaggi.

Sarà questo capolavoro del belcanto il banco di prova per i cantanti vincitori del concorso AS.Li.Co di quest’ultima edizione, diretti da Matteo Beltrami, giovane maestro già presente nelle ultime stagioni del Circuito Lirico. Il celebre regista tedesco Henning Brokhaus sarà responsabile della regia.

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
CORO DEL CIRCUITO LIRICO LOMBARDO
maestro del coro Antonio Greco

PREZZI DI ABBONAMENTI E BIGLIETTI
Abbonamento turni A e B Interi Ridotti*
Platea e palchi, 5 recite € 230,00 € 210,00
Galleria, 5 recite € 145,00 € 130,00
Loggione € 80,00

* Riduzione per giovani fino a 25 anni, per gruppi associati all’UNCALM, per gruppi organizzati, per i Soci dell’Accademia Italiana degli archi e per i soci del Touring club italiano

Biglietti Interi Ridotti*
Platea e palchi € 50,00 € 45,00
Galleria € 33,00 € 30,00
Loggione € 18,00

* Riduzione per giovani fino a 25 anni, per gruppi associati all’UNCALM, per possessori di City Card emessa dall’Ufficio Turismo della Provincia di Cremona, per gruppi organizzati, per i Soci dell’Accademia Italiana degli archi e per i soci del Touring club italiano

– Prelazione ex abbonati dal 25 giugno al 14 luglio e dal 27 agosto al 7 settembre
– Nuovi abbonamenti dall’8 al 21 settembre
– Vendita biglietti singole recite dal 22 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti