Commenta

Una sala multimediale sulla storia dell'orologio del Torrazzo

stanza-orologio-torrazzo

Una sala multimediale, all’interno del percorso museale del Torrazzo, che descriva la storia ed il funzionamento dell’orologio astronomico attraverso la proiezione di un Dvd multilingue. Il progetto, elaborato dalla Diocesi per la Cattedrale di Cremona, ha ottenuto il finanziamento dalla Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona, ponte fra coloro che vogliono donare per realizzare progetti di solidarietà in provincia e le Organizzazioni non profit. Il fondo ottenuto ammonta a 20 mila euro, ne servono altri 20 mila per completare il finanziamento del progetto. “Da molto tempo – scrive la Diocesi – i visitatori che salgono al Torrazzo chiedono la possibilità di vedere il meccanismo dell’orologio, ma la delicatezza della strumentazione, il microclima all’interno della sala e le sue dimensioni non permettono l’accesso incondizionato dei visitatori. Nella sala multimediale, attraverso pannelli descrittivi e filmati verrà riprodotto il funzionamento, il caricamento, il movimento degli ingranaggi e la trasmissione del moto alle lancette del quadrante, portando finalmente così alla luce e divulgando in modo semplice le caratteristiche che rendono unico questo antico strumento”.

Il finanziamento del progetto sulla stanza dell’orologio risponde al secondo bando per l’anno 2012 della Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona – Onlus che ha messo a disposizione degli enti no profit 550 mila euro, ai quali si sono aggiunti 5 mila euro provenienti dal “Fondo S. Omobono”; 3 mila e 500 euro provenienti dal Fondo San Pantaleone e mille e cinquecento euro provenienti dal Fondo Bini. Risorse finalizzate a finanziare progetti nel campo dei servizi alla persona, della promozione di attività ludico sportive per soggetti svantaggiati, della promozione della cultura e dell’arte, della tutela della natura e dell’ambiente, nonché della tutela del patrimonio artistico e culturale.  Il 31 maggio, alla scadenza del bando sono pervenuti 32 progetti. Tra questi il Consiglio di Amministrazione ha scelto di finanziarne 27 al 50%. Ben 11 riguardano realtà ecclesiali: dalla Diocesi (catalogazione del patrimonio dei beni culturali), alla Cattedrale (sala dell’orologio astronomico del Torrazzo appunto), al Seminario Vescovile (bassorilievi e statue di Palazzo Mina) alle parrocchie di Picenengo (Cremona), Rivarolo del Re, Cavatigozzi (Cremona), Soncino, Vicobellignano (Casalmaggiore), Vicoboneghisio (Casalmaggiore), Corte Madama e Corte de’ Frati.

“Il finanziamento – è spiegato in un comunicato della Fondazione – è stato messo a disposizione del territorio dalla Fondazione Cariplo, che nel 2001 contribuì a costituire una Fondazione di Comunità in ogni Provincia della Lombardia. Se però entro quest’anno non si riuscirà a raggiungere 5 milioni di euro di patrimonio (ne mancano meno di 400.000,00) non vinceremo la sfida, Cariplo non li raddoppierà e non siamo certi che in futuro potrà continuare a finanziare i nostri bandi come ha fatto nel decennio appena trascorso. Per realizzare questi progetti e nello stesso tempo contribuire a vincere la sfida i cittadini di tutta la Provincia sono dunque invitati ad adottarne uno, quello che ritengono più  vicino alla loro sensibilità ed a donare alla Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona il loro contributo indicando a quale progetto è vincolato. Ogni donazione, anche minima, è preziosa per tagliare il traguardo che premierà la vostra solidarietà e garantirà al territorio un cospicuo patrimonio perennemente destinato a soddisfare i bisogni e migliorare la qualità della vita della nostra comunità”.

GLI 11 PROGETTI DI REALTA’ ECCLESIASTICHE FINANZIATI

Progetto n. 16 – titolo: Bassorilievi e statue Palazzo Mina
Seminario Vescovile di Cremona
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 20.000,00

Finalità del progetto: Il progetto si inserisce in quello più ampio del restauro della facciata principale di Palazzo Mina Bolzesi posto in Cremona via Platina n°66. I lavori si rendono necessari in considerazione del parziale stato di degrado in cui versa la facciata medesima e del contemporaneo problema creato dal deposito di guano dei numerosi volatili presenti. La facciata, che dà sull’antica contrada Natali, offre una quinta scenografica a chi giunge dal Palazzo Comunale per via Beltrami, dove varie costruzioni ottocentesche si pongono ad ala come in un cannocchiale visivo. La facciata monumentale in pietra grigia (Pietra di Viggiù) si articola in un ordine inferiore a bugnato liscio, col centrale prospetto tetrastilo in cui risaltano eleganti semicolonne corinzie, e nel timpano sormontato tre statue di tre insigni letterati cremonesi.

Progetto n. 17 – titolo: Tempo di Dio e tempo dell’uomo
Parrocchia San Bartolomeo Apostolo di Picenengo (Cremona)
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 20.000,00

Finalità del progetto: L’intervento è rivolto alla conservazione dei beni architettonici e artistici della comunità locale di Picenengo e prevede la manutenzione straordinaria della cella campanaria della Chiesa parrocchiale di san Bartolomeo apostolo, del relativo impianto di messa in sicurezza dello stesso. La struttura, risalente al XVIII secolo, presenta uno stato di degredo così avanzato da rendere insicura la struttura.

Progetto n. 18 – titolo: Allestimento sala espositiva museale
Parrocchia San Zeno Vescovo di Rivarolo del Re
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 19.200,00

Finalità del progetto: Il progetto si propone di recuperare il patrimonio artistico della parrocchia  (oggetti antichi di valore per la celebrazione del culto, reliquie,  paramenti sacri,ecc. ) che attualmente viene conservato in strutture non idonee allo scopo, per ricollocarlo in un ambiente appositamente attrezzato come area museale che non solo ne consenta la tutela contro il degrado del tempo, ma che dia la possibilità di valorizzarlo esponendolo alla visita al pubblico. Specie in occasione di attività che riuniscono non solo le persone della comunità, vi sarà l’opportunità di scoprire e ammirare tesori artistici che altrimenti resterebbero completamente dimenticati.

Progetto n. 19 – titolo: Orologio astronomico del Torrazzo – Sala
Chiesa Cattedrale di Cremona
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso €  20.000,00

Finalità del progetto: Allestimento di una sala multimediale, all’interno del percorso museale del Torrazzo, che descriva la storia ed il funzionamento dell’orologio astronomico attraverso la proiezione di un DVD multilingue. Da molto tempo i visitatori che salgono al Torrazzo chiedono la possibilità di vedere il meccanismo dell’orologio, ma la delicatezza della strumentazione, il microclima all’interno della sala e le sue dimensioni non permettono l’accesso incondizionato dei visitatori. Nella sala multimediale, attraverso pannelli descrittivi e filmati verrà riprodotto il funzionamento, il caricamento, il movimento degli ingranaggi e la trasmissione del moto alle lancette del quadrante, portando finalmente così alla luce e divulgandoin modo semplice le caratteristiche che rendono unico questo antico strumento.

Progetto n. 21 – titolo: Catalogazione patrimonio beni culturali
Diocesi di Cremona
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 19.950,00

Finalità del progetto: Il progetto è finalizzato all’inventariazione dei Beni Culturali mobili presenti nelle singole Chiese della realtà territoriale del cremonese. Tale lavoro di ricerca si inserisce nell’impegno assunto dalla Diocesi di Cremona con l’Ufficio nazionale della Conferenza Episcopale Italiana (C.E.I.) di catalogare i Beni Storico Artistici di tutta la diocesi, ricerca già iniziata e che si intende qui implementare  interessando alcune parrocchie della città di Cremona e zone limitrofe. Il progetto intende realizzare diverse finalità: la conoscenza del patrimonio storico – artistico quale premessa per la sua valorizzazione e conservazione; dotare le Parrocchie della necessaria documentazione per minimizzare la possibilità dei furti ed eventualmente rientrarne in possesso nell’infausta possibilità di furto.

Progetto n. 22 – titolo: Adeguamento a norme impianto elettrico
Parrocchia S. Maria Maddalena di Cavatigozzi  (Cremona)
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 20.000,00

Finalità del progetto: Partendo dal dato di fatto che l’edificio in questione è la Chiesa parrocchiale di Cavatigozzi ed è classificato “luogo a maggior rischio di incendio” per lo stato di degrado dell’impianto elettrico e di illuminazione, lo scopo dell’intervento è, prima di tutto, la messa a norme di sicurezza dell’edificio stesso e delle persone che in esso verranno a trovarsi nelle varie celebrazioni. Si procederà con la sostituzione di tutto l’impianto, ormai datato anni ’70, nelle canaline completamente rifatte ed eseguite secondo le norme, predisponendo poi, con un adeguato studio illuminometrico, la nuova illuminazione.

Progetto n. 23 – titolo: Facciamo riplendere i 3 medaglioni dei Santi Domenicani
Parrocchia S. Maria Assunta e S. Giacomo di Soncino
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso  € 20.000

Finalità del progetto: la salvaguardia dei beni architettonici e artistici conservati nella chiesa di san Giacomo non è solo un dovere verso la storia costruita con sacrifico dai nostri antenati, ma necessaria offerta culturale oltre che religiosa ai nostri contemporanei. Il progetto ha lo scopo di evitare ulteriori danni alla pellicola pittorica non solo offuscata, ma in diversi punti a rischio di ulteriore esfogliazione con successiva caduta degli affreschi e quadrature del pittori Natali, realizzati nel 1696.

Progetto n. 24 – titolo: Conservazione altari in marmo policromi
Parrocchia S. Maria Assunta  di Vicobellignano (Casalmaggiore)
Costo del progetto € 20.000,00 – Finanziamento concesso € 10.000,00

Finalità del progetto: Il progetto è finalizzato al recupero ed alla conservazione dei pregevoli altari in marmi policromi e/o in stucco custoditi all’interno della Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta in Vicobellignano di Casalmaggiore (Cr). Le opere che verranno eseguite sono rivolte al completamento del recupero delle superfici del pregevole apparato decorativo interno, risalente prevalentemente al XVIII secolo, riportando così la Chiesa alla sua originaria sacralità.

Progetto n. 25 – titolo: Restauro statue lapidee facciata maggiore
Parrocchia Santa Margherita di Vicoboneghisio (Casalmaggiore)
Costo del progetto € 28.600,00 – Finanziamento concesso € 14.300,00

Finalità del progetto: La Chiesa di Santa Margherita presenta un’impostazione architettonica tardo barocca della prima metà del XIX sec. Sulla facciata esterna sono presenti cinque statue scultoree in materiale lapideo riconosciuto come Pietra di Vicenza. Le statue sono poste sul muro di coronamento della facciata, con alloggiamento del basamento all’interno dello stesso: “San Antonio da Padova” e “San Pietro” a sinistra, “San Paolo” e “San Michele Arcangelo” a destra e “Gesù con la Croce” centrale. Le statue sono riccamente definite soprattutto nei panneggi con ampia articolazione tridimensionale, parti in aggetto ed elementi metallici applicati. Il materiale costitutivo in Pietra di Vicenza, di tipo sedimentario, si presta bene infatti all’azione scultorea permettendo l’esecuzione di modellati complessi. Nella statua centrale di Gesù la croce è stata sostituita durante l’ultimo intervento di restauro avvenuto circa venti anni fa.

Progetto n. 26 – titolo: Restauro facciata e campanile chiesa di S. Rocco
Parrocchia S. Martino Vescovo di Corte Madama (Castelleone)
Costo del progetto € 40.000,00 – Finanziamento concesso € 20.000,00

Finalità del progetto: Il progetto riguarda l’ultimo lotto di lavori programmati e si riferisce al restauro conservativo del campanile che versa in cattivo stato di conservazione. Il campanile necessita di una serie di interventi di conservazione per garantirne la permanenza nel tempo; il degrado ha infatti portato danni ai materiali costitutivi dell’edificio. La chiesa è già stata interessata da interventi di restauro della parte interna che è in buono stato di conservazione ed anche le facciate e la copertura dell’aula sono state restaurate e si presentano in buono stato. La rimanente parte del complesso, che riguarda il piccolo campanile, versa invece in grave stato di degrado, con livelli differenti di alterazione.

Progetto n. 27 – titolo: Fermiamo il degrado della navata destra
Parrocchia SS. Filippo e Giacomo di Corte de’ Frati
Costo del progetto € 39.800,00 – Finanziamento concesso € 19.900,00

Finalità del progetto: La salvaguardia dei beni architettonici e artistici conservati nella chiesa dei SS. Filippo e Giacomo e’ un dovere per unaparrocchia attenta e impegnata, come dimostrano i precedenti interventi. Il progetto intende intervenire sui dipinti murali della navata laterale sinistra, il cui stato di conservazione, già precario, potrebbe pregiudicare la conservazione della superficie dipinta. L’intervento mira a salvaguardare l’opera attraverso un immediato consolidamento del colore e dell’intonaco soprattutto delle parti rialzate, al fine di contrastare ulteriori perdite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti