8 Commenti

Le parole di Vitali non rappresentano la posizione Udc

Lettera scritta da G. Foderaro (Udc)

Gent.mo sig. Direttore,
leggo le dichiarazioni del sig Vitali alla sua prima presentazione in consiglio comunale subentrando all’ing. Zanibelli: anticipo subito che le ritengo affermazioni del tutto personali che non condivido nel metodo, nei toni e nei contenuti.
Non le ritengo condivisibili nel metodo in quanto mai nessun organo di partito, comitato cittadino in primis, a differenza di quanto sempre accaduto in passato, ha avuto modo di condividere o approfondire i giudizi del sig. Vitali.
Non le condivido nei toni perchè parlare di “Sindaco burla” (come riportato su alcuni testi giornalistici) significa disattendere uno stile di rispetto, dialogo ed educazione che l’Udc ha sempre mantenuto, anche esprimendo dissenso e giudizi politicamente ben piú forti di quelli espressi oggi.
Non le condivido nei contenuti in quanto, se il sig. Vitali avesse avuto il buon senso politico di informarsi ed approfondire la posizione dell’Udc locale, avrebbe scoperto che il direttivo cittadino (di cui Vitali fa parte e che rappresnta il partito, la cui linea politica ogni eletto deve preoccuparsi di rispettare se vuol essere consigliere rapprentante dell’Udc) ha appena sostenuto il bilancio preventivo proposto dal Sindaco proponendosi di agire, da forza di maggioranza, proprio nell’ottica della riduzione dei costi anche relativi a quelli dell’apparato burocratico.
Tutto ció premesso non saró certamente io a voler limitare la libertà di giudizio di un consigliere comunale ma deve essere chiaro che, quanto espresso oggi, non rappresenta in alcun modo la posizione dell’Udc ma ne risponde personalmente e politicamente il consigliere Vitali.

Giuseppe Foderaro
Segretario cittadino Udc Cremona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    Vitali e” una ” bella sagoma ” in grado di dare filo da torcere a chiunque. In coppia con Melega nella ” tana ” di via Palestro ha messo in fila tutti : da Piva a Fedeli. Non e’ da tutti. Quello che dice di Perri e’ quello che pensano tutti e che nessuno sin qui aveva avuto il coraggio di dirgli in faccia. E’ un Udc atipico. Con Foderaro e Trespidi poco da spartire. Ora che ha la sua grande occasione chi lo ferma piu’ ?

  • LA NUOVA POLITICA

    Giuseppe Foderaro, segretario cittadino dell’Udc di Cremona, ci ha subito spiegato la figura del consigliere comunale:
    gli organi di partito devono poter condividere i giudizi del consigliere.
    il consigliere deve correggere quanto gli attribuiscono gli organi di stampa.
    il consigliere (in Consiglio) alza la mano se glielo dice il direttivo.
    E la novità, chiederete? Profonda, questi sono solamente i primi passi. Il prossimo, all’insegna del risparmio: l’abolizione dei 40 consiglieri, decidono le segreterie dei partiti secondo la percentuale del voto.

    Cremona 07 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • giuseppe foderaro

      Caro Cozzaglio, non c’ è peggior sordo di chi non vuol sentire. Credo che se Lei fosse riuscito a comprendere ció che ho scritto, segnatamente l’ultima frase della lettera circa la libertà di ciascun consigliere nell’intervenire in Consiglio, non mi avrebbe attribuito concetti che non mi appartengono nè mai mi sono appartenuti, circa il rispetto della libertá degli eletti (ma anche quello dei patti sanciti con programmi sottoscritti dai partiti che li hanno messi in lista. . . ).
      Distinti saluti e in bocca al lupo per la sua meritoria e volontaristica opera di informazione.

  • EttoreCl

    Povero Perri, con la Lega ed anche Vitali all’opposizione rischia grosso.
    Saremmo a 19 contro 21. Speriamo che nessuno della maggioranza prenda un malanno in futuro.
    Complimenti a vitali per la sua schiettezza.
    EttoreCl

  • Roberto Vitali s’è limitato a parlare: figuriamoci la bufera al primo voto….

  • GLI DAI UNA “MANO”…SI PRENDE TUTTO IL BRACCIO, TOH!
    Robe’ (riferito al Vitali), siete soddisfatto di Voi stesso…presumo? Vi sbatteranno fuori! Il Vostro gesto si rivelerà eroico, purtroppo inutile. Forse, chissà! Ed allora beccateVi codesto apostrofato: “Molti seguono un partito anche quando dirotta, appunto perché mancano di un criterio o di una misura umana per giudicarlo. Uomini di parte, senza essere uomini”. Ancora: “Un partito deve rimanere una ‘parte’, lasciando il posto alle altre ‘parti’, che hanno diritti e doveri eguali di provvedere il bene comune e la libertà comune, che non possono essere altrimenti garantite”. Termino: “Non a DESTRA, non a SINISTRA, non al CENTRO, ma IN ALTO. L’ALTO, cosa sarebbe allora l’ALTO? Una destra pulita, una sinistra pulita, un centro pulito, in virtù di uno sforzo in elevazione e di purificazione personale che non ha nulla a vedere con la tessera”. (Mazzolari don Primo). Ciao Robe’, siate coerente fino all’osso, siate più “UNICO CHE RARO”, ma non come l’accordo con Tamoil!

  • MARIO

    Il peggio è per l’UDC, non certo per Vitali : il tempo renderà merito !!

  • MANI TESE

    A Foderaro è andata buca anche con La Provincia che, tre giorni dopo il fattaccio (Roberto Vitali: penso, dunque parlo), pubblica sì la sua vibrante protesta ma, ohimè, con il distaccato commento del direttore:
    “A memoria, non ricordo un esordio più movimentato in Consiglio comunale di quello di Roberto Vitali.”
    Al giovane segretario in progress dell’Udc cittadina, ormai, non resta che l’eventuale conforto di Welfare Cremona……

    Cremona 10 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info