Un commento

Omicidio di Trigolo, le ammissioni di Fraccaro al giudice

interrogatorio-trigolo

E’ durato quasi due ore l’interrogatorio  in carcere a Cremona di Daniele Fraccaro, 40 anni, l’ex edicolante che martedì sera, nella sua abitazione di via Cantarane a Trigolo, ha ucciso per gelosia la sua convivente, Lizbeth Zambrano, ecuadoregna di 30 anni. L’uomo, assistito dal legale di Milano Corrado Limentani, è stato sentito dal gip di Crema Maria Stella Leone. Al giudice ha riferito delle continue discussioni con la compagna: rapporti difficili di coppia (lei voleva andarsene di casa) e anche in merito al loro bambino di quasi tre anni che, secondo Fraccaro, la compagna trascurava troppo. Martedì sera la lite si è fatta sempre più accesa: lui l’ha colpita sul volto, lei è fuggita e lui l’ha inseguita con un coltello che le ha violentemente conficcato nella schiena. Il 40enne si è detto molto preoccupato per il figlio che nel frattempo è ospite dei nonni. L’accusa, formulata dal procuratore della Repubblica facente funzioni del tribunale di Crema Aldo Celentano, è quella di omicidio volontario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • PRIMI ACCERTAMENTI

    Mentre la guardia giurata che uccise due rapinatori di banche s’è beccata 11 anni in primo grado, iniziano le indagini sull’omicidio di Trigolo. Con un buon avvocato, unito a un eccellente comportamento in carcere, l’imputato potrebbe cavarsela in pochi anni. Anzitutto manca la crudeltà: con una sola coltellata, esatta, ha ucciso la convivente, che è passata di là senza nemmeno un minuto di agonia. Poi, più che omicidio, si potrebbe concordare un “abuso dei mezzi di correzione”: lei continuava a sgridare il figlio, senza motivo…..

    Cremona 14 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info