Commenta

Memorial Daniele Poli, il titolo al Dano Team

memorial-daniele-poli

Dano Team, ancora Dano Team e di nuovo fortissimamente Dano Team: completano il magico triplete le ribattezzate ‘vespe giallo-nere’ che con un sonoro 4-1 in finale hanno schiantato il pur temibile Bar Caffè Fiore, aggiudicandosi per la terza volta su tre il torneo di calcio a 5 “Daniele Poli”, sul terreno in erba di San Felice. Una bella soddisfazione per quelli che erano e sono gli amici di Daniele, il ragazzo del paese a cui è dedicato il Memorial, scomparso il 5 ottobre 2009 a soli vent’anni in seguito a un incidente stradale.

Partono a marce alte i detentori del titolo che prendono subito in mano le redini del gioco, senza farsi intimorire dalle ripartenze dei Red Devils e dalla potenza del suo asso Felli, ben contenuto da un Mazza in serata di grazia. Il Bar Caffè Fiore può contare sulla solita grinta del difensore Fiumicelli, bravo a costruire un recinto intorno a Baglioni prima e Bettoni poi, ma il gol che sblocca il risultato in favore del Dano Team arriva dalle retrovie: sponda proprio di Bettoni e sinistro chirurgico di Fanfoni che va a infilarsi imparabilmente nell’angolino basso più lontano. I Red Devils cercano di riportarsi in partita con Felli e Gremizzi che provano a impegnare l’estremo difensore Mazzini (alla fine conquistatore con merito del premio come miglior portiere), ma è ancora Fanfoni a bissare la prodezza precedente, con un altro tiro dal limite dell’area. La spinta del Bar Fiore si fa sentire e a metà ripresa diventa efficace: palla lunga di Fiumicelli e colpo di testa a palombella del bomber Felli, che beffa Mazzini in uscita e porta il punteggio sul 2-1. A questo punto i Red Devils credono nel pareggio, ma ci pensa ancora il ‘man of the match’ Fanfoni a riportare tutti con i piedi per terra, segnando un gol da cineteca in velocità con un pregevole cucchiaio e completando la propria personalissima tripletta. Nel finale in campo si sente soltanto il ronzio delle vespe giallo-nere, che monopolizzano il possesso palla e arrotondano nuovamente il risultato, portandolo sul 4-1, grazie al colpo di grazia di Bettoni.

Emozioni e gol a raffica anche nella finalina, terminata con un pirotecnico 7-5 in favore dell’Ungari F.C., contro lo squadrone della DG2. Nella squadra sconfitta hanno brillato le stelle di Santos (doppietta e titolo di capocannoniere solo sfiorato) e di un super Cardillo, autore di tre gol e di altre giocate lodevoli. Negli Ungari che centrano il podio, da segnalare le triplette della furia Persegani, che poi porta a casa il titolo di miglior giocatore del torneo e del giovane Bonali, classe ’92, vincitore del trofeo di capocannoniere con 9 centri in sei partite.

La prima conferma, quella agonistica, viene dalla vittoria del Dano Team, già dati per favoriti alla vigilia dai bookmakers, nonostante una concorrenza agguerrita e di livello; la conferma più importante, quella sportiva, arriva dagli ottimi risultati della competizione, un torneo che ha ricordato all’intero paese di San Felice il sorriso di Daniele e che ha raccolto fondi per un asilo in costruzione in Ucraina e che avrà proprio il suo nome (informazioni sul sito www.credoonlus.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti