29 Commenti

"Clima lavorativo pessimo e assenza di un confronto" I sindacati proclamano in Comune lo stato di agitazione del personale

Dipendenti

Dipendenti sul piede di guerra in Comune. Le segreterie provinciali Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato lo stato di agitazione del personale. Ecco la nota firmata dai segretari generali per le segreteria provinciale Vangi, Dusi e Facchini e indirizzata a Prefetto, Sindaco e Direttore generale: “Le scriventi Segreterie Provinciali, premesso che hanno ripetutamente sollecitato un diverso metodo di confronto che mettesse il sindacato di Categoria nelle condizioni di valutare oggettivamente e preventivamente le riorganizzazioni da intraprendere, hanno chiesto di intervenire su situazioni che appaiono scarsamente trasparenti e che inducono ad un clima lavorativo in costante peggioramento senza ottenere ad oggi alcun riscontro; hanno preso atto che il Comune intende comunque procedere con l’esternalizzazione del tempo prolungato senza confronto di merito e senza prendere in considerazione la proposta sindacale alternativa; sono venuti a conoscenza – peraltro in modo assolutamente discutibile – della decisione di procedere all’esternalizzazione del Servizio Informatico (SED), considerati i contenuti espressi con nota del 19 luglio 2012 a firma dell’Assessore Alquati per conto della Giunta dai quali si dichiara che tale processo coinvolgerà altri servizi, proclamano lo stato di agitazione del personale dipendente del Comune di Cremona e chiedono di esperire il tentativo di conciliazione i sensi dell’articolo 2, comma 2, Legge 146/90”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia

    Mi auguro che facciate sciopero non se ne può, più di sottostare alla gestione di incapaci con la cresta, senza il coinvolgimento democratico sindacale, ricordiamoci che gli assessori sono stati nominati su pressione dei partiti e non eletti quindi devono volare basso e non assumere attegiamenti di sfida, classici dei baciati dalla provvidenza con stipendi elevati.

    • ANONIMO

      Elia dimenticavo i 751 sono privilegiati e fan cazzisti come scrivi tu.
      hanno un posto d-oro senza preoccuparsi del domani. e allora caro Elia perche far sciopero_!!! a lavorare e silenzio che siete privilegiati.
      questo LO HAI SCRITTO TU ELIA TANTISSIME VOLTE.ALTRO CHE SINDACATO BASTONATE E LAVORATE *VERSETTO DI ELIA IN UN POST

  • ANONIMO

    una volta che elia non si scaglia contro i sindacati!!!!!!!!!! ma come i sindacati per te sono corrotti e ora inciti a far sciopero nel nome di tre sindacati confederali. certo che Elia sei proprio strano e rileggo con piacere le tue incoerenze ogni giorno.

    • elia

      caro anonimo non basta, solo leggere bisogna anche capire la mia critica è sul comune che tramite l’assessore alla partita ha snobbato i sindacati ,non girare le carte in tavola e sappi che il sottoscritto non ha mai dichiarato che i sindacati sono corrotti e neppure che i 751 sono , fan cazzisti come scrivi tu. tu sei il classico anonimo che gode a seminare zizzania.

  • robertus

    A questi dipendenti ed ai loro premiati capi farebbe bene qualche mese di lavoro
    alla Fiat. Passerebbero subito queste lamentazioni per le pagelline o per
    l’esternalizzazione di questo o quel servizio.
    La sicurezza del posto e dello stipendio ha creato questo esercito di lamentosi
    privilegiati.

    • Ftw

      in Fiat? a spalare merda bisogna mandarli questi qua!

      • Mammolo

        Bravo bravo…..e tu a far loro compagnia

        • elia

          mammolo abbiamo capito che lavori in comune sei l’unico che sta difendendo gli ultra privilegiati, già che ci sei scrivi qualcosa anche per i poveri lavoratori della Tamoil che stanno a casa con il 90% dello stipendio netto per 7 anni,con grossissime difficoltà ad arrivare a fine mese e che adesso stanno soffrendo alla canottieri Tamoil sotto il sole cocente dicci anche tu come alcuni di loro che sono disperati, potremmo anche commuoverci e fare una colletta.

          • Mammolo

            ahahah da che pulpito viene questa predica… caro elia, hai proprio la memoria mooolto corta, hai per caso bisogno che ti venga rinfrescata?

        • elia

          mammolo perchè non torni da biancaneve e i 6 nani almeno li ti potrai divertire, biancaneve è molto disponibile con i nanetti come te

      • frozen

        Nella Merda, come di ci tu ci siamo già e forse per quelli come te che giudicano senza conoscere, come sempre si fa di tutta l’erba un fascio, nel Comune di Cremona come in altre amministrazioni ci sono dipendenti onesti che vorrebbero riconosciuti i propri diritti e dipendenti che “lecchini” che quando c’è da esporsi si tirano in dietro ma quando c’è da prendere sono i primo a ruffianarsi !! Comunque tornando alla tua affermazione secondo la quale dovremmo tutti noi comunali andare a lavorare in una fabbrica ( tralascio lo spalare la merda ) , non hai mai pensato che ci possano essere dipendenti comunali provenienti da realtà lavorative “private” che per varie ragioni hanno deciso di portare la loro esperienza all’interno di una amministrazione pubblica pur sapendo che il loro stipendio era più basso e senza possibilità di carriera ?

        Prima di scrivere cazzate riflettete e ….la vita è una ruota che gira… prima o poi quello che criticate può capitare anche a voi.

        • Mammolo

          SONO D’ACCORDO.

  • GIRA LA VOCE

    Cremona. Soliti contrasti tra la Giunta e i dipendenti comunali. Il tono delle accuse sale: sembra che chi ha il diritto di comandare voglia esercitarlo, e non va per nulla bene. Poi è sempre più insistente la voce: le indagini sull’avvelenamento degli animali del Bodri San Rocco mirano, più che a individuare il colpevole, a scoprire il mezzo. I sindacati esternano la loro preoccupazione.

    Cremona 26 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Giorgio Salami

      Una strana applicazione della teoria degli insiemi mette in comune, nella mente del nostro, Giunta e animali morti.
      Troppo difficile, non è alla portata di tutti.
      Però suggerisce una indizio per l’avvelenamento: il mangime è stato incartato con un commento di Cozzaglio.

  • ftw

    dal corriere della sera:
    Bonus al dirigente in galera da mesi
    Gratifica da 13.099 euro. Peccato che il dirigente Elvio Carugno sia in galera proprio con l’accusa di avere rubato soldi regionali. Il che conferma come la distribuzione dei «premi» messi a bilancio sotto la voce «merito» avvenga con criteri a pioggia che col merito non hanno niente da spartire.
    A spalare merda altro che fiat!

    • elia

      questa è la dimostrazione che i premi vengono dati senza nessun motivo valido sappi che su 367.000 dirigenti statali sono stati dati 367.000 premi da 25.000 a 50000 euro all’anno fonte corriere della sera, quindi questa è l’ennesima dimostrazione dell’assurdità e dello sperpero del denaro pubblico e cremona è un esempio eclatante ,ci sono dirigenti a cremona che hanno 4 o 5 dipendenti ,ma mi faccciano il piacere .
      prima o poi qualcuno verrà preso a calci nel c…. solo allora forse capiranno che sono dei privilegiati.

      • Spartaco

        Sappia che un motivo ci sarà; non di premi si tratta, ma di un sistema retributivo consolidato negli anni, codificato in contratti collettivi di lavoro, con il benestare delle confederazioni sindacali nazionali.

        • elia

          Spartaco lottava per la libertà degli schiavi- tu conbatti per la difesa dei privilegiati ,ti conviene cambiare nome per coerenza almeno.
          tu come pochissimi altri difendi i dipendenti pubblici e i dirigenti con stipendi e premi fasulli che gridano vendetta a spartaco ma la vuoi fini de di c……. non è che ci vuole molto per capire che sei anche tu della parrocchia dei privilegiati.

          • Spartaco

            I maestri di coerenza li scelgo da me, lei veda di “conbattere”per la difesa della lingua italiana.

          • elia

            a spartaco ma la vuoi fini de di c…….vedo che i tuoi studi non sono sufficenti per comprendere che questa frase era una parodia del dialetto romano visto che tu ti spacci per spartaco , cambia nome che almeno forse sarai più credibile

  • italiana

    Il livore che accompagna qualsiasi notizia inerente i dipendenti pubblici è diventato insostenibile. Sarebbe utile che qualcuno ogni tanto ricordasse che quando qualsiasi di noi esce di casa, tutto ciò che vede funzionare attorno a sé è frutto del loro lavoro (dalle strade ai giardini, dagli asili al cimitero). Auspico quindi maggior rispetto e meno qualunquismo. Possibile che l’impegno quotidiano venga svilito da discorsi da bar, che oltretutto non apportano nessun contributo costruttivo? Perché, invece di “sparare nel mucchio, nessuno muove critiche e suggerimenti concreti? Mi auguro che al più presto su questo bel sito venga introdotta la figura del moderatore.

    • kunta

      fammi capire: moderato è colui che difende il lavoro statale, estremista chi critica in generale l’apparato pubblico.

      prova a chiederti:

      il numero di dipendenti comunali e in provincia sono adeguati, inadeguati o eccessivi?

      è giusto che i dipendenti pubblici non possano essere licenziati, mentre ciò può avvenire nel settore privato? è costituzionale?

      è sostenibile il costo della macchina burocratica nel Nostro Paese, è sostenibile la spesa pubblica per stipendi statali, è sostenibile l’indebitamento che abbiamo per la spesa corrente, che praticamente se ne va per stipendi ai dipendenti pubblici?

      è verosimile che il tasso di assenteismo da lavoro per malattia nel 2011 (www.comune.cremona.it) è stato quasi al 20%, mentre nel settore privato in Lombardia è sotto l’8%?

      i ritmi di lavoro sono uguali tra pubblico e privato?

      c’è parità di trattamento tra pubblico e privato?

      nel privato c’è il datore di lavoro, spesso coincidente con il direttore/imprenditore/proprietario che controlla tutto e tiene sotto controllo/stress i dipendenti privati? Nel settore pubblico chi c’è? Chi controlla?

      Hai mai sentito di persone che dal settore pubblico si licenziano per essere assunte nel privato? E viceversa?

      Etc, etc…

      quindi, prima di dare del qualunquista alle persone solo perchè si permettono di criticare, rifletti. Anzi, abbi l’onestà intellettuale di rispondere obiettivamente alle domande…

      Un forte abbraccio, italiana. E, se oltre l’abbraccio vuoi qualcos’altro, ti dirò dove trovarmi…pero’ fuori dagli orari di lavoro…non sono un dipendente statale che si può permettere di tutto… 🙂

      • elia

        condivido Kunta By italiana è la classica impiegata comunale o statale che non sa cosa c’è intorno ai suoi immensi privilegi quando mai un dipendente comunale è andato in casa integrazione se il bilancio era in rosso, e chi se frega intanto il popolo bue paga e da anche i premi a dirigenti che procurano bilanci negativi ,auspico che anche gli statali comunali regionali e provinciali consorzi asl aem ecc provino cosa vuole dire perdere il lavoro e solo allora forse capiranno che loro hanno goduto di privilegi immensi e vissuto nei loro uffici ovettati tranquilli avolte a giocherellare con il computer ,navigare in internet ecc.

      • italiana

        Moderato è chi rispetta il lavoro altrui, qualunque esso sia. Così come rispetta il prossimo, a prescindere dal colore della pelle.
        Tutta mattina che parlo del suo caso, quello evidenziato dall’ultimo suo spunto (sa, noi pubblici non abbiamo un c..o da fare): penso che qualcuno possa aiutarla, ai servizi sociali o più probabilmente alla sanità.
        Una volta che sarà riuscito a liberare un po’ la mente da ciò che evidentemente ostruisce potremo parlare dei punti precedenti.
        Farlo ora sarebbe inutile.

        • elia

          Moderato è chi rispetta il lavoro altrui, qualunque esso sia. Così come rispetta il prossimo, a prescindere dal colore della pelle.
          che bella frase devo ammettere che mi sono commosso. come vedi nonostante le mie scarse doti intelletive ho compreso che tu ,by anonimo ,mammolo siete dei dipendenti pubblici auguri finchè godrete degli immensi privilegi se un giorno il vento girerà e tornerete da marte sulla terra vi accorgerete cosa significa perdere il posto di lavoro senza tutele tipo cassa integrazione assegni familiari ecc quindi abbiate almeno la decenza di tacere e sperare che la manna continui a scendere su di voi. Siete cosi bravi nella difesa che vi aspetto al varco , perchè non scrivete una lettera al direttore? o temete che i vostri capetti vi cazziano

    • frozen

      CONCORDO !!

      Io sono un dipendente comunale, non mi ritengo un previlegiato, sono stato assunto con concorso pubblico (circa 35 partecipanti per 2 posti) grazie alle mie capacità ed anche se il mio attuale “incarico” non prevede stravolgimenti sono solidale con i miei colleghi che si vedono sgretolare sotto il naso tutto ciò che hanno duramente “creato” e faticosamente mantenuto per un “capriccio” o per ignoranza dell’attuale classe dirigente del nostro comune se poi ci aggiungiamo che alcune delle operazioni (esternalizzazioni) in atto sono probabilmente frutto di manovre “losche” che non rispettano nemmeno le procedure legislative, direi che i SINDACATI stanno facendo un ottimo lavoro e che se ci sono critiche da fare devono essere rigorosamente rivolte ai membri della giunta che non hanno saputo valutare la gravità delle varie situazioni.

      • elia

        frozen finalmente un dipendente comunale che non lecca, condivido le tue critiche democratiche alla giunta e sappi a mio sommesso avviso che la maggior parte dei dirigenti non sono all’altezza del loro compito, quindi anch’io condivido come ho gia scritto la posizione sindacale siamo gestiti da assessori di nomina politica che non sanno gestire la macchina comunale, prendono decisioni unilaterali convinti di essere dei padrieterni, perchè ricoprono un ruolo ottenuto per appartenenza politica e non certamente per capacità o competenza in materia, purtroppo è l’eterno discorso i politici impongono i loro scalpitanti galoppini, per questo che l’Italia sta andando a p………

  • STILE SALAMI

    “Il livore che accompagna qualsiasi notizia inerente i dipendenti pubblici è diventato insostenibile. Sarebbe utile che qualcuno ogni tanto ricordasse che quando qualsiasi di noi esce di casa, tutto ciò che vede funzionare attorno a sé è frutto del loro lavoro (dalle strade ai giardini, dagli asili al cimitero).”
    E’ il commento di un lettore, rigorosamente anonimo, al post di http://www.cremonaoggi.it sul confronto sindacati/giunta al Comune di Cremona. Lettore, immagino, impiegato comunale, cui si può rispondere in un solo modo: lunga vita (al presidente Mao) al dipendente pubblico, padre e artefice della nostra felicità.
    Commento che non può essere diverso, dacché viene dall’appartenente a una categoria che da anni sceglie come proprio leader un Salami Giorgio, che può essere tranquillamente descritto dalla sua immarcescibile e impietosa diagnosi: i politici cercano solo il voto, i dirigenti di ingraziarsi i politici, gli estranei che danno giudizi diversi dai miei, incompetenti.
    Con la pretesa, ovvia, dal lettore anonimo al Salami, che gli altri li prendano sul serio.

    Cremona 27 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • NEI SECOLI FEDELE: CGIL

    Al centro del ring, scambi durissimi come al solito, l’intervista di Roberto Bettinelli, direttore dell’Inviato on line, a Monica Vangi, proconsole della Cgil nel pubblico impiego di Cremona. La lotta dei dipendenti comunali. Due lampi fan per tutto.
    “Non sono troppi i 750 dipendenti del Comune?
    Come si fa a dire se sono tanti o se sono pochi. Bisogna valutare cosa fanno e quali servizi si intendono garantire. Stando agli standard sia il Comune di Cremona che la Provincia di Cremona sono sottodimensionati.
    Ma se i soldi non ci sono?
    Mi devono convincere. Numeri alla mano. E comunque, in una prospettiva di dialogo, si possono destinare risorse già assegnate a nuove finalità.”
    Conoscendo Roberto, immagino la fatica a contenersi. Anziché Pivetti, fosse Giobbe, prima o poi tira madonne.

    Cremona 29 07 2012 ww.flaminiocozzaglio.info