101 Commenti

La Lega attacca la Giunta: "Palestre per il Ramadan? Gesto di superficialità"

ramadan

La segreteria cittadina della Lega Nord di Cremona interviene sulla concessione da parte del comune di spazi pubblici per le comunità islamiche. “Prendiamo atto che a Cremona basta pagare 600 euro per fare in modo che una struttura pubblica si trasformi in una moschea provvisoria – esordisce così il Commissario della Lega Nord Stefano Borghesi alla notizia della concessione di due palestre ad altrettante associazioni culturali islamiche che celebreranno la fine del Ramadan l’agosto prossimo. “Riteniamo che simili questioni non vadano affrontate con superficialità, come ci pare abbia fatto l’amministrazione comunale, in quanto si potrebbero verificare seri problemi di ordine pubblico”.
“I punti che non ci sono chiari  sono diversi. In primo luogo ci chiediamo chi controllerà l’effettivo rispetto delle prescrizioni, in particolare la presenza in contemporanea di non più di 100 persone, e – continua Borghesi – non si capisce poi perché tali strutture pubbliche debbano essere concesse ad associazioni che già hanno sedi in cui svolgere le loro attività”.
“Da ciò non possiamo che rilevare una enorme sensibilità da parte dell’amministrazione comunale nei confronti delle esigenze di tali associazioni islamiche, peccato che non vi sia stata la stessa attenzione nei confronti dei cittadini cremonesi che in queste settimane  lamentavano problemi di sicurezza e degrado nei parchi e nelle aree verdi.
“E’ la dimostrazione – prosegue Borghesi – che da quando la Lega Nord è andata all’opposizione vi è stato un totale cambio di rotta di questa amministrazione che non sta rispettando il mandato ricevuto dagli elettori: ricordo, ad esempio, che nel settembre del 2009,  proprio per questioni di ordine pubblico e di coerenza elettorale, in Giunta la Lega Nord si era opposta alla concessione di un area da adibire a “Moschea Provvisoria” vicino allo stadio”.
“Controlleremo – conclude Borghesi – con accessi agli atti che almeno il regolamento per la concessione sia stato formalmente rispettato sia nella tempistica delle domande sia nel versamento delle previste cauzioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • secondo me il problema non è quello di concedere o meno spazi per la preghiera dei musulmani.se le leggi son rispettate e i regolamenti dicono che si possono affittare queste strutture,non vedo il problema.piuttosto io mi domando se nei loro paesi islamici,avrebbero fatto la stessa cosa con i cristiani!ho davvero seri dubbi in tal senso,visto come sono ancora massacrati i cristiani in quei paesi..vedi ultimamente la nigeria.

  • Prima il Nord

    Il problema è che non possiamo dimenticare che i primi condannati per terrorismo internazionale arrivavano proprio dalla Moschea di via Massarotti. Le regole erano rispettate,le leggi pure ma la storia di casa nostra ci ha dimostrato che non bastano leggi e norme. Le leggi islamiche sono più importanti delle leggi del nostro Paese,questo è un dovere di ogni buon islamico.

  • Giovanni Baldesio

    Il problema e’ piuttosto articolato, purtroppo e’ stato sottovalutato da troppo tempo e ancora adesso si omette di governarlo.

    La Lega, sia detto, non e’ la soluzione del problema, e’ parte importante del problema stesso. Quando tanto tempo fa ha cercato lo scontro con i cosiddetti “terroni” ha esaltato e aizzato la controparte e poi… fatto niente, anzi messo il Nord, inteso come sistema economico-sociale, alle strette non potendo piu’ manovrare per non essere tacciato di “razzismo” (sui generis, si intenda!) in balia degli eventi. E che si sia un problema settentrionale e’ ammesso dallo stesso Cacciari.
    Poi, combinato niente, anzi peggiorata la situazione “interna” la Lega, come il saltatore in alto che abbatte l’asta per due volte ha alzato il tiro prendendosela con gli stranieri. una presa di posizione tout court, senza un motivo culturale, certo non la difesa della PAtria che loro con il tricolore ci vedevano utilizzi alternativi, ma cosi’: il consenso degli italiani si ha anche cosi’. Come gia’ prima gli altri si sono attrezzati alla lotta, subdola, pertinace, i leghisti si sono accontentati del Lambrusco, la festa del Maiale (ahime, quando non si puo’ picchiare l’asino, si picchia la sella, povera maiali) e qualche milione di euro per i lavoretti spicci e i vizietti dei figliocci.
    Politicamente parlando la Lega e’ responsabile del trionfo di tutto cio’ che avversava. E’ meglio che si dedichi ad altro.

    il problema mussulmani, nel contesto del problema stranieri, e’ invece cogente. Non puo’ essere differito nel senso che piu’ tardi lo si affrontera’ (e tardi e’ una scal tarata sui decenni, non sui secoli) piu’ sara’ letale per l’italianita’ o per la Pace.
    Nello specifico del Ramadan la questione fondante e’: una palòestra e’ stata costruita con i contributi della cittadinanza per pregare?
    NO!
    In palestra si fa ginnastrica, alla Fiera si fanno esposizioni campionarie, allo stadio si gioca (e per la cronaca non si fanno concerti, tanto per chiarire) al teatro rappresentazioni… teatrali. Se uno vuol pregare deve avere un luogo acconcio, meglio deve guadagnarselo. I Cristiani prima di Costantino non pregavano facilmente e per la verita’ mi pare che preghino con qualche difficolta’ anche oggi in parti del mondo dove il ramadan e’ invece organizzato bene.
    Seconda questione, la questione normativa. Le leggi italiane nella palestra sono rispettate? Norme generali, antinfortunistiche, pari opportunita’ uomini e donne…
    No. Se nel 1975 non si fosse modificata la legge sulla macellazione rituale, per garantire quattro ebrei che continuavano a piagnucolare in ossequio a crediti per la Shoah, adesso i mussulmani integralisti non sarebbero qui. e se fossero qui sarebbe perseguibili per inosservanza di una legge gia’ barbara che consente il macello “cosiddetto umono” (che umano, sia inteso, non e’)
    E poi resta il fatto della reciprocita’. doppia.
    Con i paesi arabi che della Cattedrale di Santa Sofia han fatto una moschea, e dei cittadini cremonesi che per avere spazi devono contrattare allo sfinimento.
    A me la danno la palestra della Cava se voglio ricordare la figura di Farinacci, l’eredita’ di Farinacci, architettura a Cremona: il Fascismo, Politica culturale del Fascismo, Mistica Fascista: un corso base?
    Se si fate che questa sia una domanda formale.

    • bruno

      Signor Baldesio, sarebbe ora che anche lei uscisse fuori dai luoghi comuni. Nella Lega ci sono tanti meridionali e stranieri di cui, quest’ultimi, hanno anche cariche pubbliche. Sulla “festa del maiale”, qui a Cremona, e’ stata un’invenzione personale di De Micheli con l’appoggio del sindaco Perri e l’assessore De Micheli e’ da alcuni mesi espulso dalla Lega. Quindi le sue iniziative non hanno nulla a che fare con la Lega.

      • Giovanni Baldesio

        Il Signor Bruno:
        “Nella Lega ci sono tanti meridionali e stranieri di cui, quest’ultimi, hanno anche cariche pubbliche”
        Giovanni Baldesio:
        Lo so bene! Persino in casa del lider comanda una meridionale: la moglie di Bossi, preside della scuola (padana?) e beneficiari dei dindini forniti dal tesoriere dal volto poco padano (Lombroso copyright).
        Se e’ andato tutto in VH ci sara’ un perche’ !

        Il Signor Bruno:
        “…l’assessore De Micheli e’ da alcuni mesi espulso dalla Lega”
        Giovanni Baldesio:
        E’ la normalita’: nella lega il capo, indiscusso fino al ladrocinio e’ stato il punto fermo, i leccalecca attorno a far da zerbino ed un ricambio impressionante di peones quando i peones non lo volevano piu’ fare. Castellazzi, Prosperini (discepolo efficiente…) Rocchetta e lo stesso Miglio poi deificato allontanati o allontanatisi. Molti altri, tra cui Boso, tanto per dire, spariti.
        A Cremona uguale: la vita media di un leghista, vita politica in seno al Partito e’ 8 mesi. Conca, Pedrini i primi leghisti in Comune sono i primi di una diaspora senza fine. De micheli e l’altra sono solo gli ultimi fino alla prossima espulsione.

        Concludendo:
        Ladri, Truffatori, Assassini Traditori: il poeta (Dante, Firenze,… Nel mezzo del cammin di nostra mi ritrovai nel bip una matita e fatto ancora un passo mi si trovai anche un compasso [versione della Commedia che si NON si studia in Albania]) mette nei cerchi piu’ vicini a Lucifero prorpio i traditori, tra questi i traditori della Patria. Avete la compagnia di Buoso da Dovara, del resto a Cremona gli si e’ dedicata una via con meno polemiche di Protti.

        Bruno conclude:
        “Quindi le sue iniziative non hanno nulla a che fare con la Lega”

        Giovanni Baldesio:
        Che Iddio me ne scampi!
        Io ho il Cuore Nero.
        E NON voto.

      • bruno

        Signor Baldesio, io avevo fatto solo qualche doverosa precisazione e lei mi risponde con una “lenzuolata” di parole. Forse lei non tollera repliche o critiche, da buon destrorso. Invece di citare invano Dante e Buoso da Dovara, legga meglio i testi, per cortesia. Ho scritto che nella lega “ci sono tanti meridionali e stranieri di cui, quest’ultimi, hanno anche cariche pubbliche”. E’ evidente che mi riferivo agli stranieri che sono titolari di cariche come Sindaco o Assessore. So bene che lei, di idelogia di destra, digerira’ male questo aspetto, pensi un po’, sono anche di pelle nera, ma vede noi non siamo razzisti come lei che offende anche i meridionali onesti, evocando Lombroso, paragonandoli a Belsito e soci. (Anche lo scrivente e’ meridionale ed ho scritto a ragion veduta). Percio’ Lombroso lo lascio e lei e le consiglio anche il testo di Theodor Adorno, The Authoritarian Personality, (non e’ in lingua albanese e neanche stampato in quello stato), vista la sua poca disponibilita’ al dialogo e la sua piattezza mentale. I suoi giudizi sulle espulsioni nella Lega non mi interessano e ripeto che De Micheli e le sue “feste del maiale” non riguardano la Lega. Questa e’ la realta se lei ne vuole prendere atto.

        • Giovanni Baldesio

          Bruno:
          “ci sono tanti meridionali e stranieri di cui, quest’ultimi, hanno anche cariche pubbliche”.

          E una zuppiera di CHISSENEFREGA non ce lo vogliamo mettere? Un ALBI (se non e’ cremonese non sa cosa significa, vada sul corso: le fioriere pagate non so quanto da una passata amministrazione sono ALBI, abbeveratoi per animali) di ESTIQUATSI non lo vogliamo mettere sul tavolo?
          Con la menata del razzismo, poi, senza una discussione seria e Dio sa quanto se ne sente il bisogno, siamo alla riproposizione della legge di Godwin:
          http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Godwin
          dove al posto di Hitler e il nazismo c’e’ l’accusa di razzismo.
          Lassativo.
          Infine, la questione DeMicheli e “festa” del Maiale (e ogni volta che lo scrivo sento quell’orrore che forse avevano alcuni uomini quando passavano i treni per Auschwitz o per Tambov. Forse.
          La celbrazione dell’Olocausto suino e del gennaio 2010 (??? ricordo bene?) Quando e’ stato ESPULSO (AHAHAH) l’assessore leghista diventato Misto?
          Mentire sapendo di mentire, per uno con velleita’ politiche e’ piuttosto grave.
          E io no. non ho, ripeto che per lei sara’ alquanto strano, NON HO mire politiche, che’ a me basta rinfacchiare lo schifo che avete portato in questa martoriata Patria che ho giurato di difendere. anche da voi.

          • bruno

            Ancora le lenzuolate di parole-chiacchiere di Baldesio. Vai pure a difendere la tua Patria Repubblichina ed hai fatto bene a scriverlo dopo la parola “lassativo”. E’ stato un tuo momento di lucidita’. Complimenti.

          • bruno

            Ma tu Baldesio, ci sei o e’ colpa del caldo di questi giorni….? Sei tu che non sai leggere una frase. Ho scritto che le feste del maiale sono state un’iniziativa personale di De Micheli con l’appoggio del sindaco Perri e, poi, De Micheli e’ stato di recente espulso. Quindi, per farti capire una volta per tutte, quelle feste erano di De Micheli e non della Lega, dal 2010, ancor prima dell’espulsione. Ora sparaci un’altra lenzuolata di chiacchiere….

  • bè,visto che la sapete lunga e che dite che le regole non sono rispettate,denunciate il sindaco che ha dato una palestra e non una moschea per la preghiera…o lo fate solo a parole..

    • Giovanni Baldesio

      Non e’ questione del sapere se le regole non sono rispettate.
      NON si puo’ controllare che le regole siano rispettate, e’ diverso.
      E’ forse possibile, mentre i mussulmani pregano, che un ateo/cristiano/induista di vigile urbano con le scarpe, stuvali di ordinanza giri per i fedeli?
      No.
      E’ necessario che qualunque preposto ai controlli chieda il permesso e alle regole che sono concesse svolga o non svolga la sua funzione.
      In pratica quel territorio diventa extraterritoriale valendo la legge coranica. Mai a nessuno e’ stato concesso tanto. Le chiese godevano dell’extraterritorialita’ ma anche quella e’ caduta. Per le riedizione mussulmana.

      Per quanto riguarda l’accenno alle parole e ai fatti: queste sono le parole, di indirizzo per popolo bue, detto con l’affetto che va al bove di Carducci, quando arriveranno i fatti, sara’ meglio per molti essere da un’altra parte. I fatti non saranno certo gli esposti al sindaco. temo che i fatti si faranno con i ferracci.

      L’ho gia’ scritto, lo riscrivo.
      All’uscita di Redipuglia a ricordo di 600000 morti per l’Italia:
      “O viventi che uscite, se per voi non duri e non cresca la Gloria della Patria Noi saremo morti invano”

      Mi piacerebbe sapere se qualcuno di quelli che ha “fatto funzioni” nella cosiddetta Seconda Repubblica ha il coraggio di visita a Quei Luoghi.

      Io modestamente ritengo: se bisogna diventar servitori di codeste etnie, era meglio meglio rimanere sotto l’AustriaUngheria.
      PS: erano meglio anche i tedeschi, han fatto meno danni.

  • Auro

    Tutti commenti fascio-leghisti vedo…
    Vi ricordo le Crociate…

    Il problema è che danno spazi alla Lega in questa città, quello è il grosso problema…

    • Giovanni Baldesio

      Non Auro sed ferro recuperanda est Patria.

      (Furio Camillo)

    • bruno

      Caro Auro, prima della crociate ci sono state le invasioni islamiche. Studia la storia, per cortesia.

  • amelia

    “Ho tanti fratelli che non riesco a contarli e una sorella bellissima che si chiama LIBERTA'”. ( Ernesto Guevara de la Serna )

    La dedico ai commentatori dell’articolo.

    • bruno

      Grazie, ricordatevelo anche quando chi non la pensa come voi fa i banchetti e voi li distruggete o li ostacolate nella loro liberta’ di espressione,

      • amelia

        Non credo che il “Che”, ovviamente, considerasse i razzisti suoi fratelli e per quanto mi riguarda non si può parlare di “libertà di opinione” quando si strumentalizza l’intolleranza per arraffare facili consensi elettorali.

      • bruno

        Allora se il tuo “CHE” fa discrimanazioni tra fratelli sull’esercizio delle liberta’, tienitelo pure perche’ non ha alcuna differenza con i fascisti.

        • amelia

          E tu tieniti pure trote e borghezi che hai seguito per vent’anni e che ancora ti prendono per i fondelli. A ciascuno i suoi modelli.
          P.s Come facciano poi i meridionali o gli stranieri a militare in un partito che ha fatto le sue fortune prima aizzando la gente contro i “terun” e poi contro i “negher” è un problema che lascio risolvere agli psicologi.

          • bruno

            Mai seguito trote e per i fondelli volete prenderci voi. Sei tu che devi spiegare come si fa ad aizzare la gente contro meridionali e stranieri quando, ad esempio, ci sono stranieri con cariche pubbliche votati e proposti dalla Lega.

          • amelia

            Non mi interessano i vostri specchietti per le allodole, quando da sempre la lega ha messo al centro delle proprie campagne elettorali slogan e temi xenofobi, e questo lo sanno tutti ma tu ti ostini a negare un’evidenza. Le vostre contraddizioni non sono un problema mio.
            Se poi non ti senti preso in giro da un partito che da sempre vaneggia di “padania” ed altre farloccherie, e nel frattempo fa solo collezione di poltrone e fondi pubblici, tienitelo pure per altri vent’anni: contento tu… .

          • bruno

            Ti dico quello che so: se non erro, la dinsifestazione dei sedili del treno fu un atto dimostrativo di Borghezio, ma sui sedili erano seduti non dei nigeriani ma delle prostitute, e’ vero?
            I coretti calcistici sono fatti per gioco, ne scandivo anch’io a Napoli contro romanisti, milanisti e juventini, ma, quello a cui ti riferisci tu, fu fatto ad una festa privata e, percio’, neanche in uno stadio.
            Il gioco “ammazza il clandestino” non lo approvo perche’ e’ da deficienti.
            Sulle mense non sono informato ma se la regola e’ quella che dici tu e vale per tutti, non capisco perche’ non dovrebbe essere applicata anche ai figli degli stranieri.
            Sugli immigrati, io manderei via quelli che delinquono ed oziano senza lavorare mentre sono i benvenuti quelli che si integrano e lavorano onestamente.
            Non vedo il razzismo in queste mie idee.

          • amelia

            Torno a ripeterti che ho ben presente l’elettorato medio della lega e i discorsi che escono da quelle bocche, come anche ricordo toni e contenuti di vent’anni di campagne elettorali. Resto della mia opinione, son ben felice di non averli mai votati, piuttosto tu se la pensi come dici, sii coerente e smettila di difendere quei quattro ciarlatani in camicia verde, fintamente devoti al dio Po ma fedelissimi alla poltrona romana, lautamente stipendiati dallo Stato Italiano ma che si portano in bagno il tricolore! Mi fermo qui pechè la lista delle prodezze e contraddizioni leghiste sarebbe infinita. Vedi un po’ tu.

        • bruno

          Sei tu che neghi l’evidenza. Un sindaco nero di pelle e per giunta donna non e’ uno specchietto per le allodole. Le poltrone e fondi pubblici sono quelli che spettano a tutti e poi, anche se la lega rinunciasse a poltrone e fondi pubblici, tu diresti che e’ solo uno specchietto delle allodole. Spiace ma rintego che tu sia “ideologizzata” e prevenuta a priori. Scommetto che se io offrissi il mio sangue per uno straniero, tu diresti che l’avrei fatto apposta.

          • amelia

            Mi spiace ma io resto della mia idea, che non deriva da preconcetti ma dal conoscervi da almeno vent’anni. Se tu non sei razzista (e non approvi politiche xenofobe, non vai a disinfettare i sedili dei treni dove si siedono nigeriani, non canti coretti disgustosi sui napoletani, non metti on line giochi tipo “ammazza il clandestino”, non escludi dalle mense scolastiche i figli degli stranieri che non han pagato l’ultimo mese, non vuoi che gli immigrati vadano “fora dai bal”, ecc…), buon per te, ma a questo punto cambia partito.

          • bruno

            By bruno, 29 luglio 2012

          • bruno

            Ti dico quello che so: se non erro, la dinsifestazione dei sedili del treno fu un atto dimostrativo di Borghezio, ma sui sedili erano seduti non dei nigeriani ma delle prostitute, e’ vero?
            I coretti calcistici sono fatti per gioco, ne scandivo anch’io a Napoli contro romanisti, milanisti e juventini, ma, quello a cui ti riferisci tu, fu fatto ad una festa privata e, percio’, neanche in uno stadio.
            Il gioco “ammazza il clandestino” non lo approvo perche’ e’ da deficienti.
            Sulle mense non sono informato ma se la regola e’ quella che dici tu e vale per tutti, non capisco perche’ non dovrebbe essere applicata anche ai figli degli stranieri.
            Sugli immigrati, io manderei via quelli che delinquono ed oziano senza lavorare mentre sono i benvenuti quelli che si integrano e lavorano onestamente.
            Non vedo il razzismo in queste mie idee

          • bruno

            io non alcun motivo di uscire dalla lega semplicemente perche’ la pensano come me.

          • amelia
          • bruno

            Forse non sai che Borghezio si e’ buscato tre mesi di sospensione dall’attivita’ politica per quella sua frase.

          • amelia

            Il problema è che borghezio con quel tipo di argomenti ha ottenuto migliaia di voti dall’elettorato leghista, che a lui hanno fruttato prima il parlamento italiano e poi quello europeo, ed appalusi a scena aperta ad ognuno dei suoi sgangherati comizi. Il suo successo non deriva dal fatto che fa ridere, ma dal sostenere idee purtroppo malsane ma condivise dalla “base”.
            Davanti allo scandalo mediatico che è riuscito a suscitare a livello internazionale, vi siete accordati su una sospensioncina, tanto per darla in pasto ai giornali cercando di salvare la faccia; a proposito, l’avete sanzionato anche economicamente sospendendo pure lo stipendietto così mal guadagnato? Sai cosa gli importa di aver fatto tre mesi di vacanza…

          • bruno

            Va bene, Amelia, perche’ confermi cio’ che dicevo. Quindi abbiamo sbagliato anche a dare una sospensione a Borghezio e l’abbiamo fatto apposta per salvare la faccia. Quindi noi sbagliamo sempre anche quando sanzioniamo i nostri rappresentanti. Sei un ottimo esempio di persona “prevenuta a priori” , il confine tra te e la personalita’ autoritaria di Adorno, cioe’ con chi vede la realta’ in bianco e nero,mi pare che sia molto sottile.

    • Giovanni Baldesio

      “Chi non lavora eppure mangia e’ un ladro”
      (Gandhi)

      “Meglio essere violenti se c’e’ violenza nel nostro cuore, che mettersi il mantello della non-violenza per mascherare la debolezza”
      (Gandhi)

      • amelia

        Gli islamici lavorano. A chi ti riferivi: ai bambini, agli anziani, ai disabili, ai disoccupati, ecc…?
        Nessun problema a mostrare debolezze (fanno parte della natura umana): io il mito del super-uomo non ce l’ho.

      • amelia

        Va bene bruno, perchè anche tu confermi quello che ti dicevo io: anzichè rispondermi con argomenti agli argomenti che ti ho proposto, pensi di cavartela affibiandomi una etichetta: che borghezio faccia discorsi xenofobi e che i leghisti lo approvino e lo votino è UN FATTO. Il mio parere viene dalla constatazione di QUESTO FATTO, quindi non è un PRE giudizio (un giudizio espresso prima di conoscere i fatti), checchè tu ne dica .

        • bruno

          Argomenti te ne ho citati ad iosa e di fatti altrettanti, ma per te non sono ne’ fatti e ne’ argomenti. I FATTI in maiuscolo sono solo quelli che decidi tu che lo siano. Dai meridionali ai “negher” in lega, (“negher” e’ una parola che hai postato tu e non io), al fatto che sui sedili di un treno vi erano delle prostitute, pendolari del sesso, e non dei tranquilli negeriani, che Borghezio si e’ preso un provvedimento disciplinare, tutto questo non conta. Cio’ che definisci fatti in realta’ sono convinzioni filtrate attraverso i tuoi pregiudizi e dalla realta’ ritagli solo quello che ti interessa.

          • amelia

            “Negher” non è certo una espressione che ho inventato io, sai benissimo che è una locuzione tutta padana (o non lo sai?). E non mi sono mai riferita al sindaco di Viggiù e di cui non mi interessava parlare. La pulizia dei sedili l’onorevole borghezio la pratica anche per le prostitute bianche? Non mi risulta. Questi sono i fatti che tu mi porti e che hai distorto a tuo favore. So leggere le notizie e trarne conclusioni. Insomma tu vuoi sostenere 1) che la lega non ha una politica xenofoba 2) che ha promosso iniziative a favore di meridionali e stranieri? Se ci riesci, però, rispondimi con un SI o con un NO senza i soliti rimbalzi e giri di parole.

          • bruno

            Se vuoi la mia risposta, non devi dirmi come devo rispondere, su quello devo essere libero io di risponderti nel modo migliore che ritengo, ti pare? Borghezio non poteva fare quell’atto dimostrativo su prostitute nostrane semplicemente perche’ non c’erano sul treno mentre c’erano quelle straniere frutto di una immigrazione sbagliata. Sui meridionali stai chiedendo proprio ad un meridionale cosa fa la Lega a favore dei meridionali. Se fosse contro i meridionali, come lo intendi tu, io non ci starei dentro, e’ ovvio. Per quanto riguarda gli stranieri, prendo atto che non vuoi parlare del sindaco di Viggiu’ perche’ cozza contro la tua ideologia. ok ne prendo atto, via il sindaco di viggiu’; allora guardati questo:http://affaritaliani.libero.it/milano/assessore-nigeriano230112.htmlhttp://affaritaliani.libero.it/milano/assessore-nigeriano230112.html

          • bruno
          • amelia

            Ho capito, si e no non fanno parte del tuo vocabolario.

            Ti ho trovato un altro prevenuto, ma probabilmente non ti fidi neanche del suo giudizio

            http://www.stranieriinitalia.it/attualita-maroni_noi_leghisti_razzisti_perche_conviene_14820.html

            Come si chiama chi include tutto un poplo in un giudizio negativo? Te lo devo suggerire io perchè tu non ci arrivi: comincia per r e finisce per azzista…

            http://www.youtube.com/watch?v=ZVlH1lfri2E

            prendiamo anche le parole di una padana qualsiasi…

            http://www.reporternuovo.it/2011/06/06/miss-padania-e-il-razzismo-le-terrone-non-partecipino/

            potrei andare avanti all’infinito, purtroppo, ma non ho nessun bisogno di “convertirti”. Tieniti pure le tue idee, io dalle mie non mi schiodo.

          • bruno

            Ovviamente tu non mi rispondi sul mio link mentre io, invece, ti rispondo a tono perche’ non ho bisogno dello schermo dell’ideologia. Non uso il “Si” ed il “No” perche’ la realta e’ complessa e non la si puo’ includere nei nostri blocchi mentali e non e’ neanche assimiliabile al modello del quiz. Questi sono i tratti della persona autoritaria che tu credi di vedere negli altri ma che dovresti fare prima una riflessione anche su te stessa. Ti rispondo ai tuoi link. Io la lega l’ho vissuta prima dall’esterno e solo in seguito vi sono “entrato” ed e’ vero che all’inizio vi erano degli aspetti grezzi, ma poi e’ cambiata, ha ampliato le sue analisi ed oggi la sua proposta politica affonda nelle radici della storia d’italia ed e’ proiettata anche in europa ed e’ anche per questa ragione che ottiene consensi anche dai meridionali e stranieri. Questa’ e’ la mia testimonianza personale e coincide con il senso delle parole di Maroni. Per quanto concerne il link di Borghezio su Napoli, devo dire, da immigrato napoletano, che putroppo ha ragione. Lo scandaloso modo di governare Napoli, che dura da 150 anni, e’ svolto da una classe politica votata dai napoletani stessi. Qui il moralismo non serve e dovresti sapere che la camorra, nella gestione della cosa pubblica, fu inserita proprio da Garibaldi quando assunse il potere a Napoli. Napoli e’ voluta proprio cosi’ dai governi che si sono succeduti dall’unita’ d’italia in poi. Non capisco perche’ si viene definito razzista se si dicono queste cose, e’ la pura realta’. Cosa c’entrano queste censure da puritani? Non penso che sia opportuno darmi lezioni su Napoli ed i napoletani proprio a me che sono originario di quei luoghi. Sulle affermazioni della ragazza miss padania, io non gli do’ peso perche’ trattasi di una ragazza giovane e non bene informata perche’ ci sono tante belle ragazze brune del nord ed io stesso sono chiaro come un nordico pur essendo di orgine meridionale. Ora ti aggiungo qualche altro mio link, non per fare la guerra con te, ma solo per mostrarti una parte di realta’ che non vuoi ammettere. Neanche io ti voglio convertire, tieniti pure le tue idee, pero’, tieni presente, che anche quello che ti mostro e’ realta’. Pirandello diceva: “così è, se vi pare”; ed io vi aggiungo: “…e anche se non vi pare”.

          • bruno
        • bruno
    • fabiano

      sempre grazie a chi ha ucciso il che e spriamo che presto muoia fidel castro

      • Lega – telo

        che muoia o no una m…a come te, non cambia niente

  • Michele Brugnoli

    Buongiorno,
    personalmente non mi ha scandalizzato la concessione delle palestre per il ramadan anzi ne sono stato molto contento.
    Nelle palestre da sempre si organizzano i più vari eventi, dai concerti, alle riunioni religiose col nostro vescovo, quindi non trovo problemi a che vengano utilizzate in generale a fini di preghiera. Oltretutto non vengono certo utilizzate per i fini sportivi tutti i giorni, tutte le ore e l’affitto previsto è stato pagato.

    Se si tratta di un evento pubblico credo che i controlli e i limiti ci debbano per forza essere, come per qualsiasi altra manifestazione. Se l’evento è privato non so sinceramente se ci siano e quali siano le particolari regole da rispettare (oltre, ovviamente, alla tutela e al rispetto del luogo affittato).

    Credo che in un contesto multiculturale, dove non solo i cittadini italiani pagano le tasse, si debba cercare di rendere la vita in comune più possibile armonizzata. Il Comune ha adottato una decisione di semplice buon senso visto che probabilmente la moschea di Cremona non è attrezzata per accogliere tutte quelle persone.

    Sulla questione della reciprocità tra stati e confessioni, poi, non penso che se un paese d’origine sbaglia, debba sbagliare allo stesso modo il paese ospitante. Abbiamo i nostri valori di tolleranza e libertà, quindi se chi sta qui rispetta le regole come tutti, deve, come tutti, poter godere gli stessi diritti.
    La convivenza con la comunità musulmana è certamente problematica (non meno di altre in realtà) ma penso che gli estremismi e gli eccessi abbiano un risalto mediatico maggiore della normalità regolare, creando allarme per una circostanza che non crea problemi a nessuno.
    Regolarizzare la situazione, stipulando a livello governativo, un’intesa religiosa come per le altre principali confessioni in Italia presenti, sarebbe un importante passo in avanti verso una maggior sicurezza e fiducia reciproca. Le confessioni presenti in Italia devono tutte assicurare trasparenza e lealtà, i problemi e gli scandali non sono però certo appannaggio esclusivo dei musulmani (pedofilia docet). Il problema dei controlli è un problema comune.
    Penso anzi che un’amministrazione pubblica abbia una grande responsabilità nell’assicurare il rispetto delle regole ma anche la fiducia e la conoscenza reciproca.

    • bruno

      Appunto, sulle intese religiose ci sono delle intese religiose da stipulare. Solo che con i Mussulmani e’ un problema perche’ non hanno un riferimento unico e fatta un’intesa con un gruppo e’ come se non fosse mai fatta con altre correnti della stessa fede. Ma l’intesa con i mussulmani e’ ancora piu’ importante e delicato perche’, penso, signor Burgnoli, in quella religione ci sono interpretazioni del Corano che avallano “guerre sante” e comportamenti intolleranti verso altre fedi o cosidetti atei o, ancora, religioni minori considerate pagane. La cautela e’ necessaria fin quando non verra’ risolta la questione, non per intolleranza ma per tutela della sicurezza di tutti.

      • Giovanni Baldesio

        Ma questi sono i finti problemi che fingete di risolvere per poi seppellire tutto sotto montagne di BLABLABLA. Poi passate dalla cassa a ritirare i soldi. Il problema rimane, alto giro altra corsa, solo il biglietto non si paga ma vi viene pagato.
        Vent’anni di problemi, non se ne e’ risolto uno solo. Dico uno.
        Il problema delle confessioni religiose e’ codificato nella Costituzione.
        Primo:
        in tutta la carta costituzionale si fa riferimento a diritti che hanno TUTTI, ad esempio i diritti inviolabili dell’uomo (Art.2); la liberta’ personale e’ inviolabile (Art.13) e diritti doveri che hanno i CITTADINI, ad esempio diritto al lavoro (solo i CITTADINI Art.4) e parti dibnita’ sociale (art. 3)
        Nell’art 16 ogni CITTADINO puo’ soggiornare e circolare liberamente, mentre art. 21 TUTTI hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola (questo fa ridere neanche i cittadini possono farlo, ma e’ un’altra storia…)
        Chi e’ cittadino? La definizione e’ nella Costituzione: sono ELETTORI tutti i cittadini, evidentemente diversi da tutti.
        Poi, va ricordato che l’obbligo al CITTADINO di difendere la Patria non e’ stato abrogato. A me questo obbligo e’ costato, volentieri, per carita’ un anno di naja, forse l’anno migliore, ma adesso. il signor Zumbon o Mohammed difendo la Patria? No, non e’ la loro Patria, NON sono cittadini.

        Secondo:
        L’art. 7 stabilisce i rapporti Stato chiesa e li rimanda al Concordato, combiato prorpio da politici polli (da ambo le parti, e che non avevano capito niente di dove ci stavano conducendo); l’art 8 disciplina i rapporti con le altre confessioni. Altre confessioni. altro articolo, altra considerazione.
        Stante la liberta’ di culto sulla Costituzione, non sul documento di SanSepolcro, sta scritto che le altre confessioni hanno diritto di organizzarsi con statuti che NON devono contrastarte con l’ordinamento delle leggi Italiane. e i rapporti con lo Stato sono disciplinati per legge in base a “intese con le rappresentanze”
        Io non so cosa capite voi, ma lo scritto e’ li. La sola considerazione della donna o dei bambini per l’Islam e’ CONTRO la LEGGE. PUNTO. Non c’e’ neanche bisogno di invocare la Jihad che contrasta con l’Art. 11 o una parola che tradotta significa sottomissione. sottomissione a che/i?
        Poi non ci sono statuti, nnon ci sono intese e neanche Rappresentanze che e’ diverso da Imam autoproclamatisi Capi; non c’e’ il rispetto dell’ordinamento Italiano.
        Questo e’ quanto.

      • bruno

        E’ ovvio che le intese devono essere fatte sulla base di statuti che non devono contrastare con le leggi italiane. Evidentemente il signor Baldesio crede o vuol far credere che l’esperto in questa materia e’ soltanto lui. Altrimenti non potrebbe fare il suo Bla Bla Bla con le sue cavillose citazioni. Per quanto riguarda il chi passa alla cassa a ritirare i soldi, egli parla a vanvera perche’ certe affermazioni vanno dimostrate. Allora posso affermare anch’io che anch’egli passa alla cassa a ritirare i soldi. Lo scrivente non ha mai ritirato un centesimo da chicchessia e vive solo del proprio lavoro, signor, se posso ancora dirlo, Baldesio.

        • Giovanni Baldesio

          Non e’ tanto ovvio.
          “Le intese DEVONO essere fatte …” va sostituito con “Le intese DOVEVANO essere fatte…” visto che i milioni di stranieri arrivati qui e che nessuno ha mai esplicitamente voluto sappiamo bene come sono arrivati (l’80% ha iniziato la sua esperienza in questo Stato violando le norme e avendone come premio la regolarizzazione e servizi gratuiti).
          Violazione delle NORME gia’ acquisita.
          Voi siete ancora li a pensare di fare, di cambiare, di risolvere… basta dare il voto e il rimborso, tot euro a elettore, non a votante, e ZAC: tutto come prima, anzi peggio. E’ FINITA!
          Resta, per chi l’ha conservato, il vestito della festa per una bella fine.
          Voi non dovete risolvere niente: voi siete i responsabili, manco avete rispettato le leggi.

          Non voglio far credere niente, non sono neanche un competitor, non rubo non do’ voti. Io sono solo la vostra coscienza, che non sentite solo per disattenzione, il vostro fegato pingue.

          Padroni a casa nostra… ROTFLMAO

          Ah!
          E si, mi puo’ continuare a chiamare: Signore.

          • Michele Brugnoli

            Non voglio sminuire il problema, sto solo dicendo che l’illegalità non è un’esclusiva dei musulmani.
            La stipulazione dell’intesa o del concordato poi, è un passo importante, ma non è la panacea a tutti i mali: si è dimostrato, come per tutto, che se non c’è la volontà e la lealtà, non c’è regola che tenga.

            Non sono un esperto di Islamistica o di esegesi del Corano, però mi è noto che non esista un modo solo di applicarlo: mettere all’indice un’intera confessione per l’interpretazione estremistica di alcuni non è utile a nessuno, dato che la società multiculturale è una realtà.
            Se qualcuno contribuisce a far progredire il paese (ribadisco che le tasse le pagano tutti), ma comunque in ogni caso visto che si parla di esseri umani, deve essere rispettato e tutelato.

          • bruno

            A seguire il commento di Brugnoli, Baldesio dice delle ovvieta’ condite da polemiche nonostante che la parte politica a cui fa riferimento gli consiglierebbe di non mettersi in cattedra a dare lezioni a chicchessia perche’ dove hanno governato, es. Italia e Germania, fascismo e nazismo, hanno ridotto le rispettive nazioni a cumuli di macerie. Questa politica scellerata di fare entrare chiunque senza un filtro l’hanno fatta anche dalla sua parte politica(Fini, per esempio) e la Lega non ne ha alcuna responsabilita’. Ormai in casa nostra abbiamo la presenza di notevoli quantita’ numeriche di stranieri e per quelli che sono sul nostro territorio, occorre trovare soluzioni positive isolando la delinquenza e rimandandola ai loro paesi di origine e, nel contempo, favorire, ove possibile, coloro che sono disposti ad integrarsi ed a lavorare onestamente. La cultura del manganello appartiene alla parte politica di Baldesio. La frasetta ampollosa “Io sono la vostra coscienza” denota qualche problema personale dello scrivente a cui rispondo che se la tenga pure la sua coscienza, nessuno gliel’ha mai chiesta.

  • Francesco Capelletti

    A me dà altrettanto fastidio il fatto che San Sigismondo sia stata concessa, e non solo per il periodo del Ramadan, ma in perpetuo alle suorine …

    • AC

      San Sigismondo è proprietà privata e non pubblica, quindi il legittimo possidente può concedere i suoi spazi a chi vuole. Ma forse questo ti sfugge.

      • Francesco Capelletti

        Che tipo di privati? Quelli che le tasse le pagano (leggi IMU ad esempio) oppure di quelli che non sanno neppure che cosa siano le tasse? Del resto così impegnati a pregare dove troverebbero il tempo per adempiere a questo gravoso compito!

        • AC

          Privati sono. Anche se lo Stato Itagliano li favorisce a dismisura. Ma questa è un altra faccenda.

  • NO ABC

    Brava Lega!

  • Auro

    Un giorno questo era territorio dei leghisti, finalmente il vento è cambiato.

    P.s.: fratellanza e razzismo sono ossimori Bruno Dal Grande, torna in posta e spedisciti al mittente!

    • bruno

      Ce lo metti tu il francobollo? Ti consiglio di andare a lavorare e fare ripetizioni di scrittura, non sai scrivere neanche i nomi. Altro che discettare su fratellanza e razzismo.

      • Auro

        Bruno ripigliati!!!
        Esci di casa e fai vedere a tutti come un leghista difende il popolo del nord, la menzogna Padania e si riempe le tasche con i soldi di Roma Ladrona per pagare il capo, i capetti e i servi!

    • bruno

      Questa e’ bella, vuole spiegare ad un meridionale cosa e’ il “razzismo”. Evidentemente, senza Auro, io non l’avrei mai scoperto.

      • Auro

        Meridionale e leghista, il più grande schiavo che non si accorge delle proprie catene…

        • bruno

          …e lo hai scoperto tu, che genio!!!… tu pensa alle tue catene che sono belle grosse e pesanti…

  • MaryPoppins

    Palestre per il Ramadan? Così, per allenare lo spirito…

  • ennio73

    Solo e sempre Lega ! Unico movimento della gente per la gente, al quale stanno a cuore i problemi delle persone semplici e della loro quotidianità. Lasciate che gli altri ne parlino male tanto lo fanno da più di vent’anni, ma come diceva qualcuno: NOI SIAMO ANCORA QUA !!!!!!!

    • Giovanni Baldesio

      Qui e Quo li avete venduti per ristrutturare casa?
      O sono in Albania a studiare?
      Studiare?
      Che polli, pardon Paperi.
      Almeno il Cavaliere Arvedi la laurea per farsi chiamare dottore se la e’ comprata alla Cattolica di Brescia. Studiato niente manco lui, pardon Lui, ma lo stile e’ diverso… finche’ foraggia i suoi interessi quelche chupachupa che lo chiama dottore lo trova.

      Non vi si rinfaccia quello che avete fatto, vi si rinfaccia che lo avete fatto male. Dilettanti.

      • bruno

        Se volete imbrogliare meglio, rivolgersi a Baldesio. Aho’ sa’ veramente tutto lui. Dalla “voce della nostra coscienza” a come imbrogliare bene.

  • fabiano

    per fortuna abbiamo fermato i mussulmani a lepanto! tante donne che vogliono qui qui extracomunitari lo fanno per il fascino dell’esotico…..
    e comunque questa è casa nostra se non gli va bene prendono il loro cammello e vanno a vendere accendini a la mecca.
    ps non ci dimentichiamo che maometto aveva sposato una bambina e quindi di conseguenza…..

    • Giovanni Baldesio

      Alle porte di Vienna, altro che Lepanto.
      Zenta 1697.
      Se l’Europa non e’ islamica e’ grazie a Montecuccoli, Eugenio di Savoia, Sobiesky e i loro uomini il cui sacrificio sembra abbia una data di scadenza.
      E’ una vergogna, il cui fardello non si puo’ portare.
      Il cornetto, il croissant, CROISsant, che si amngia ogni mattina ha la forma di MEZZALUNA prorpio per ricordare la vittoria dei Cristiani sui Mussulmani del 1697. (fonte Testori in un’intervista)
      I nostri avi sapevano bene a che smidollati lasciavano le sorti del mondo tanto da celebrare una vittoria con un prodotto da forno, ma noi abbiamo superato ogni peggiore pensiero. abbiamo regalato cio’ che non era nostro all’invasore.

      • bruno

        Baldesio, tu che ti fai passare come esperto in Islam, anche sul piano culinario, perche’ non ci ricordi come si comportarono verso gli islamici quelli della tua parte politica, Hitler e Mussolini? Ci racconti quando il Duce nel 1937 ricevette la “spada dell’islam” da un capo Berbero promettendo di proteggere la comunita islamica secondo le Leggi Coraniche? Poi tu ci vieni a dare lezioni sulle intese con l’islam e gli statuti che devono rispettare le leggi italiane. Ci spieghi poi dei rapporti del nazismo con il gran mufti di gerusalemme, il mussulmano Hag Amin Al-Husyni in nome del comune nemico ebraico? Dell’impegno del mufti nel far dirottare gli ebrei in fuga dall’est europa verso i campi di sterminio pur di non farli giungere in Palestina? Non e’ che stai millantando con il tuo anti-islamismo per aprire la strada all’anti-semitismo, viste le tue radici politiche?

        • Giovanni Baldesio

          Bah!
          Resta ignoto se questo messaggio e’ confezionato con il presupposto di una crassa ignoranza enciclopedica o se sapendo le cose le si strumentalizza per tornaconto politico.
          entrambi i casi sono alqunato patetici.
          Le contraddizioni in mussolini ci sono, non e’ una novita’ dall’anticlericalismo al concordato, per dirne una e come ho gia’ scritto, di Fascismi Italiani ce ne sono diversi, anche contraddittori. Non e’ una scoperta sensazionale di certo.
          Mussolini si propose protettore dell’Islam, peraltro dopo un guerra con il Cristianesimo piu antico, quello Abissino che ancora tollerava la schiavitu’ perche ‘ si riteneva che la societa’ islamica, prorpio perche’ governata da regole fosse la piu’ evoluta tra quelle primitive: in un’epca di colonialismo spinto si supponeva che l’islam potesse avere esperienze di autogoverno. La storia gli ha dato ragione.
          Resta il fatto che gli Islamici erano la’ a casa loro, dove e’ giusto che stiano e gli italiani qui, un qui migliore.
          Signor Bruno, le cose sono un po’ piu’ complesse che la lettura di quattro pagine di wikipedia!
          Anche le leggi razziali, orribili, concordo, hanno avuto genesi nel carattere degli italiani: inglesi e francesi copulavano con le nere, intese comme giocattoli sessuali, gli italinai le sposavano creando qualche problemino politico. Anche qui la Storia ha dato ragione al duce: un problema gli italiani lo hanno.
          Per quanto riguarda la spada dell’islam e’ stata trafugata, nella devastazione di Rocca dell Caminate, dai cosiddetti antifascisti: avendo il manico d’oro era una delel cose che serviva alla causa politica dei partigiani: interessati all’oro piu’ che alla liberta’.
          Gli amici e iu nemici: L’Italia ha avuto due soli nemici: L’inghilterra, la perfida Albione e che Iddio stramaledica gli Inglesi e i comunisti. Italiani.
          Erano gli inglesi che non volevano gli ebrei in Palòestina, gli italiani ce li mandavano. LA Palestina era protettorato inglese. Un Colonello, canadese mi pare, faceva fucilare i mussulmani eversivi intingendo i proiettili nel grasso di maiale, come sfregio alla Religione. Le Plutodemocrazie!

        • bruno

          Quale crassa ignoranza? E’ tutto vero che Mussolini ricette la “spada dell’islam” promettendo di proteggere la comunita’ islamica secondo le leggi coraniche e le guerre fatte dal duce in africa non erano condotte per liberare gli africani dalla schiavitu’ ma dalla cupidigia colonialistica di impossessarsi delle loro terre. Se Mussolini, con la sua promessa, voleva solo rispettare gli islamici a casa loro, perche’ voleva costruire una moschea a Roma quando in italia non c’era l’immigrazione massiccia di oggi? La storia e’ certamente complessa, signor Bladesio, ma falsificarla e’ un’altra cosa e non ci provi, per favore, oggi nel 2012, con la sua terminologia da Jurassic park da ventennio, a dare colpe agli inglesi anche sulla persecuzione degli ebrei. I dati storici sono incontestabili ed e’ vero che nazismo e fascismo non si fecero scrupoli ad allearsi con gli islamici contro il comune nemico ebraico. La sua provenienza idelogica ha “inciuciato” maleficamente con l’islam, per odio antisemita, e il suo pulpito non e’ il piu’ eticamente qualificato a darci lezioni sull’islam e sulle sue differenze con la nostra cultura.

    • amelia

      Tanto per rimanere sul tuo ALTISSIMO LIVELLO di argomentazioni: quella del cammello la diceva anche prosperini intanto che intascava tangenti dai “negher”… come sempre i vostri politici sono un esempio di coerenza e bravissimi a darla a bere ai beccaccioni che li votano.
      Se le donne preferiscono il fascino dell’esotico forse è perchè hanno scoperto che anche il “celodurismo” è una balla…

      • Giovanni Baldesio

        Ecco brava, parliamo di donne.
        Sono interessato ai rapporti tra femminismo e islam, il ruolo, passivo, della donna nella cultura islamica.
        Come la mettiamo?
        Tutte le lotte e le conquiste (?!) delle donne, faticose, in decenni nei WC dei servizi della palestra della Cava?
        “L’utero e mio e lo gestisco io?”
        “Le scelte libere e indipendenti delle ragazze?”
        “Separazione/Divorzio?”
        “Pari opportunita’, lavoro per le donne?”

        A difendere l’Islam non e’ la parte piu’ gretta e oscurantista del paese, ma sono i cosiddetti progressisti. riconosco che c’era lutopia di “far cambiare” di portare democrazia nelle famiglie, ma adesso e’ evidente che l’utopia e’ miserevolmente tramontata.

        • amelia

          Non ho alcuna intenzione nè la voglia di intraprendere altre conversazioni, a maggior ragione su provocazioni che spostano all’infinito la materia da trattare. Ho solo risposto a fabiano utilizzando una modalità di argomentazione simile alla sua.

          • fabiano

            tanto se superano i dodici anni a loro non piaccono più…

          • Giovanni Baldesio

            Bene. c’e’ anche il problema del giorno del Sacrificio, dove ogni famiglia si procura una pecora, un montone da sgozzare in luoghi ameni.
            Perlopiu’ al di fuori della legge. chi cerca di regolamentare la pratica barbara peggiora la situazione: gli animali sono acquistati da rinnegati, sballottati e rimbalzati tra continue sofferenze fino alla fine.
            Per loro il sacrificio e’ importante: allevano i pargoli nel sangue e affinano la cacita’ di uccidere. Poco costituzionale!
            Lo sgozzamento con l’animale che guarda verso la Mecca avviene in modo tale che la sofferenza aumenta il ritmo dei fiotti di sangue e dunque muore dissanguato in poco tempo.
            A parte che qualche islamico lo farebbe anche con gli infedeli e che molti islamici lavorano nei mattatoi per i cristiani carnivori e dunque sono abituati alla barbarie delle uccisioni, mi chiedo perche’ i Verdi, gli Ecologisti, gli Autonomi sono proprio quelli che sputano sui loro ideali e appoggiano incondizionatamente l’Islam.
            Che e’ cosi: non prendere o lasciate, ma prendere o ostacolare.

          • amelia

            Per baldesio.
            Ho partecipato al blog dicendo la mia in merito alla possibile concessione di uno spazio per la preghiera ai residenti islamici. Le divagazioni hanno portato ad altri argomenti che non hanno nulla a che vedere con la tematica iniziale. Non voglio fare nessuna dissertazione sull’Islam: non ne ho la competenza e non ne sento la necessità.
            Per fabiano.
            Non hai argomenti poichè replichi alle mie solo con “battute”. Non mi interessa interloquire con te: tieniti stretta la tua lega e appena il capo urlerà (ancora, per l’ennesima volta) s e c e s s i o n e , tutti proni, con l’elmetto vichingo in testa, pronti ad osannarlo. Fatti tuoi.

        • bruno

          Sulle Donne e l’Islam, sono sparite le femministe. Quando per strada cammina una donna velata da capo a piedi, dove sono quelle valchirie dell’emancipazione e della liberta’ della donna? Invece ricompaiono come per incanto quando c’e’ da lanciare le uova a Ferrara sulla sua campagnia anti-aborto oppure se il Papa dice qualche parola di troppo sulla famiglia. L’Islam non e’ difeso soltanto dai progressiti ma anche da un certo clero che loda il velo come segno di castita’. Che bella alleanza, non e’ vero?

      • bruno

        cara amelia, l’esotico, in versione femminile ovviamente, piace anche a me. Se dovessi ripetere le tue stesse conclusioni allora cosa dovrei dire delle donne nostrane? Invece le donne esotiche, specie se brasiliane, mi piacciono perche’ sono belle e basta, senza scomodare la politica…. E cosi’ Baldesio e’ riuscito a farmi passare la voglia di mangiare un cornetto. Mi piace la storia ma non fino al punto di ritrovarmela anche a tavola. Credevo di mangiare un cornetto ed invece scopro la mezzaluna del 1697. Che barba!!!

  • Attila

    Dio è giusto!!! La morte non la nega a nessuno.

    • bruno

      Mamma, come sei funereo…un po’ di allegria, che diamine!!!

  • SimoneBossi

    58 commenti in due giorni di pubblicazione dell’articolo e poi ci vengono a dire che siamo finiti. Mi fate solo ridere. Per essere finiti ne facciamo del rumore!!!

    • Giovanni Baldesio

      Con questo 61,
      Un bel numero se non si ricorda che fino a qualche mese l’attuale segretario era nientemeno che il ministro dell’Interno. Tutto sommato era meglio creare problemi al movimento per la creazione di una rete come la Rosa dei Venti o Gladio o per un golpe fallito come il piano Solo che per le Sòle tirate al popolo italiano.
      Soldi, venduti come le ultime delle donne pubbliche pre-Merlin.
      L’unica soluzione alla situazione attuale passa l’industria bellica, si muverebbe un po’ l’economia, armi antiquate, tipo seconda guerra mondiale che ormai si e’ capito che la prossima deflagrazione sara’ una guerra di straccioni, navi da guerra, aerei, armi leggere, equipaggiamento.
      Ritorno alla leva obbligatoria, 6 mesi di addestramento piu’ due mesi all’anno per 10 anni, per raddrizzare la schiena ai giovani rammolliti cresciuti a merendine e cocacola, ubriachi marci o fatti di droga.
      Si salvano quelli di “buona famiglia” (drogati ma di droga “buona” e poi ripuliti) che il babbo provvede a sistemare nelle sfere alte. Devono pompare anche loro.
      Educazione del monaco-guerriero, cavaliere forte nello spirito prima che nel fisico.
      Legge marziale.
      Si deve rieducare una Nazione. PolPot aveva un compito piu’ facile.
      Impossibile.
      Ne sono convinto. allora tanto vale non fare niente.
      Niente, nemmeno rubare, pero’.

      • bruno

        Il caldo ha fatto una vittima con Baldesio. Gli consiglio di andare a prendere un po’ di fresco alla societa’ canottieri sua omonima.

    • Attila

      Il più bel tacer non fu mai scritto!!! VERGOGNA!!!!

      • Peterpan

        Non ti curar di loro ma guarda e passa.

        • Giovanni Baldesio

          non ragionar di lor
          ma guarda e passa
          (Dante – INF III 51)

          • David

            Fama di lor il mondo esser non lassa;
            misericordia e giustizia lì sdegna
            non ragioniam di loro,ma guarda e passa.

            (Nel mondo non resterà nessuna traccia di loro che rifiutano sia il bene che il male)

    • alì babbà (al rhum) contro i 40 ladroni

      Caro bossi, come vanno gli iscritti fa la sezione di Cremona del “partito radicato sul territorio”? Sono sempre in vertiginosa crescita o sono i soliti 10/15 militanti? I vostri politici sono come Cetto la Qualunque, che quando dice “più pilu per tutti” ha il consenso generale; poi però le promesse vanno mantenute e finora la lega ha sparato solo un sacco di balle, prima o poi (vedremo alle prosime consultazioni…) i vostri elettori si stuferanno di essere fatti fessi. La metà dei commenti sono contro di voi e quelli a favore (a parte il buon bruno…) sono di un livello penoso. C’è poco da ridere…

      • Angy.

        veramente ci siamo gia’stufati…..almeno i non fessi!

    • Angy.

      tra i 58 ci sono i botta e risposta di Bruno(X il quale si è persa ogni speranza che si ripigli perso com’è tra libri di storia alcuni dei quali letti al contrario)e l’Amelia.Non fanno numero…

      • bruno

        No, Angy, non mi sono perso. Sai, io lavoro ed ho anche impegni extra di volontariato. Sono una persona normale e non intendo passare tutta la giornata davanti ad un computer. Leggo libri e nella maniera corretta, il problema e’ di non interpretarli al contrario, come invece mi sembra, qualche volta, di cogliere in alcuni commenti qui postati.

    • bbb

      e che fior fior di commenti!! 2 gatti che litigano tra di loro!

  • bbb

    e che fior fior di commenti!! 2 gatti che litigano tra di loro!
    PS: scrivo la stessa cosa cosi Simone Bossi è contento che ci sono tanti commenti

    • bruno

      Due gatti e, aggiungendo te, un sorcetto. Cosi’ completiamo il quadretto, contento?

  • CENTO

    Dai che arriviamo a CENTO commenti!
    Dov’erano tutti questi sapientini mentre la Lega (in particolare Gibelli e Fiorentini) combattevano contro la Moschea Terrorista di Via Massarotti? Facevano foto, video, appostamenti…
    Ah, solo la Lega se ne era accorta che qualche cosa di grosso stava sviluppandosi nella nostra città e,infatti, avevamo visto bene.
    Benvenuti a Cremona gente, benvenuti nella città sempre mezza addormentata dove si programmavano attentati (Milano e Cremona) e dove son stati condannati i primi islamici per Terrorismo internazionale!
    Insomma, roba da niente.
    Questi sono gli islamici cremonesi, quelli che festeggiavano l’11 settembre dopo l’attentato alle torri gemmelle!

  • amedeo

    Caro Cento la gente dimentica alla svelta le cose belle e si ricorda solo se fai degli errori, quanto aveva ragione il mio buon nonno nel dirmi queste parole.

  • Giovanni Baldesio

    Appoggio lo sforzo per i 100 messaggi, lo spirito olimpico mi pervade.
    Il mio contibuto lo do: questo dovrebbe essere il n.96.
    Era notte calda e afosa di quelle che fanno desiderare le notti buie e tempestose e invece di un fumetto dei Peanuts, il giovane Baldesio scrutava con piglio e cinismo notizie di quella che fu Cremona su CremonaOggi e messaggi di quelli che erano i suoi abitanti.
    Tutti i messaggi.
    Tra i latori, molti aficionados con nick strampalati, molti aficionados con nick usa a getta e “una telera” (perdonate il Cremonesismo, ma il caldo…) di politici stagionati e rampanti a tentare di incidere il loro nome nelle circonvoluzioni cerebrali dei futuri elettori.
    Al giovane Baldesio, questi politici rei della distruzione della tradizione e dell’annientamento della citta natale “i ghe staa in soe le bale” (non so se si era capito, ricaduta!) ma questo non e’ importante. Quello che e’ importante e’ che apparentemente questi politici che sembrano catalizzare l’odio dei cittadini verso la cosiddetta casta, quando diventano nome e cognome disinnescano i sentimenti riprovevoli.
    Ed e’ tutto un: massi!
    Non solo dei cittadini, ma anche di giornalisti che sembrano accontentarsi del ruolo di passacarte: il PD dice con un comunicato stampa, il sindaco inaugura con una cerimonia, il vecchio muore sulla strada e dice “ad vegna un cancher”: era un piacentino in trasferta.
    Cosi’ parlo’ il giovane Baldesio:
    “Vi stanno sulle pa11e gli amministratori locali?
    Bene, basta fare qualche ricerca, qualche fascicolo alla DeLorenzo: oggi con FB e l’ingenuita’ dei pargoli, manco servono i Carabinieri e i servizi: il politico salta”
    Il giovane Baldesio ha poi fatto un esempio.
    La palestra per il Ramadan e’ stata concessa da un assessore, eletto con qualche opera di trasformismo, che oltretutto se ne vanta proprio su FB. Una palestra in cambio di promesse invero vaghe.
    Bene vediamo il curriculum dell’assessore che e’ corposo, in formato europeo, mica quelle prese per i fondelli che ci sono sulla pagina dei Consiglieri Comunali e che sono una presa in giro per i cittadini. E’ una boiata di curriculum anche quello del Prof Bonali, che passa per intellettuale e che manco si sa quanto ha preso alla maturita’.
    Grande curriculum della pargola, si diceva.
    Non si conoscono le votazione ma la laurea ce l’ha, poi il praticantato presso lo studio di Groppali-Gnocchi, mica fichi, un posto dove ci va un perfetto sconosciuto e poi subito in Provincia. Non il giornale, l’amminstrazione, quella che speriamo sparisca presto.
    L’esame da avvocato che si sa mai e poi Assessore. Sembra una carica trasmessa per potere dinastico ma a Cremona si fa. E’ l’unica tradizione che non e’ stata eliminata.
    Carriera brillante: e’ certamente brava. Ma gli appoggi?
    Mah.
    Viene qui a dissertare delle miserie cremonesi, vecchi e nuovi che siano, e non ha provato manco un annetto di disoccupazione o la ricerca spasmodica di lavoro, quella ricerca che ti torce le budella e che ti fa vendere a rate la tua dignita’.
    E’ ben strano.
    Dal profilo FB emergono anche i complimenti del fratello, glieli fa lui e un altro, un po’ pochino, manco gli islamici di FB, che, come lui scrive pubblicamente e’ impiegato…
    in una societa che lavora per l’Ipercoop e il Museo Civico. Di Cremona. La societa’ le collaborazioni le sbatte sul sito, mentre sul sito del Comune quella p1ppa, informaticamente parlando, del giovane Baldesio non trova la determina che vale 350000 euro su per giu’. Si trova un Bando del 2007, biennale e niente piu’.
    TRECENTOCINQUANTAMILA non ci sono refusi.
    L’Ipercoop, a parte che sappiamo come e’ stata costruita, ovvero con l’avallo della giunta rossa a favore alla Prima Cooperativa (sconto per i partigiani, avanti o popolo…) e che poi, costruita l’ha ceduta a terzi (no, non l’architetto criticone), ha sul sito il logo del Comune di Cremona che rimanda al sito istituzionale. Il logo ufficiale del Comune! C’e’ il mio braccio ma manca l’ombrello! Proprio vicino al logo della ditta datrice di lavoro al Ceraso meno portato agli studi teoretici, ma comunque portato a figurare nella comissione elettorale della Provincia di Cremona, cosi’, tanto per vedere l’aria che tira, si sa mai di raggiungere uno scranno in un futuro prossimo. E se la Provincia va, il Comune viene.
    i ragazzini, tra l’altro, hanno doppia cittadinanza, qui a la’, il bel mare di Calabria, e se gli islamici gli dan fastidio possono cambiare aria con poca spesa, che con i tempi che corrono… Ma i Cremonesi, son qua. E basta. ci vuole piu’ rispetto per chi sta qua, c’e’ sempre stato ed ha intenzione di rimanerci.
    La prossima volta, l’anno prossimo, la fine del Ramadan l’assessore Ceraso lo organizzi nel parco Sartori, tanto i responsabili dei vari centri islamici prometterenno (sic!, a loro basta promettere, provate andare voi iin Comune a promettere qualcosa: il massimo che ottenete son le ghignate dell’impiegato)

    Prima faceva caldo, adesso tira una brutta aria: il giovane Baldesio a meta’ messaggio se ne e’ andato a prendere una boccata d’aria e cosi’ ho finito io.

  • davide

    Basta con questo permessivismo,soprattutto per quei popoli che a casa loro non ti permettono di fare niente, se non il rispetto OBBLIGATORIO delle loro regole e religioni.
    Lo Stato Italiano è in crisi economica, ma continuiamo a spendere denaro pubblico per mantenere e dare servizi a questi inutili exstracomunitari.
    Guardiamo cosa è successo per il campo nomadi, anni indietro abbiamo speso denaro per fargli, vicino allo struttura Soldi, un’area destinata alle loro comodità.Oggi gli diamo, sempre a spese nostre, degli alloggi pubblici.
    I mussulmani se vogliono fare il loro periodo di preghiera tornino a casa loro, o si facciano dare soldi e strutture dal Vaticano!!!!!!!!