16 Commenti

Ladro di biciclette incastrato da telecamere, è un 14enne con una sfilza di precedenti

video1

Tre ladri di biciclette bloccati dalla polizia locale in poche ore. E l’azione di uno di questi è stata addirittura ripresa dalle telecamere

Ha solo 14 anni, ma alle spalle ha già una sfilza di precedenti penali. E’ “specializzato” nei furti di biciclette, ma è stato spesso “beccato” anche per altri reati contro il patrimonio e per problemi di stupefacenti. Adesso il giovanissimo, che è stato fermato dai vigili urbani perché ripreso dalle telecamere mentre stava tagliando il lucchetto di una bici nel piazzale della stazione ferroviaria, si trova rinchiuso nel carcere minorile Beccaria di Milano. Insieme a lui in stazione c’era un complice che per il momento è riuscito a fuggire. Per la sua identificazione il minore non ha reso la minima collaborazione. Ieri sera il giovane, italiano, in carico presso i servizi sociali di Arcore, fuggito dalla comunità terapeutica, è stato accompagnato al pronto soccorso di Cremona per accertamenti sulla sua età, visto che era privo di documenti. Una volta arrivato in ospedale, però, ha cominciato a dare in escandescenze, fuggendo nel cortile e persino lanciando oggetti nel reparto di pediatria. C’è voluto non poco tempo, per i vigili e i medici, riportarlo alla calma. Poi è arrivato l’ordine di fermo di polizia giudiziaria e il 14enne è stato quindi accompagnato al Beccaria di Milano dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In questi giorni nel mirino dei vigili sono finite altre due persone (tra cui un egiziano, che è stato denunciato) sorprese a rubare i mezzi a due ruote. Non si esclude che in città possa esserci una vera e propria banda coinvolta in un grosso giro di biciclette rubate, soprattutto di marca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • apperò!già con una sfilza di precedenti a 14 anni?ha già un buon futuro in questa italia dove chi delinque la fa spesso franca!e questo 14enne ne è un esempio!vivesse in certi stati americani,sarebbe già in galera!

  • Mel

    Ma come crescono “bene” queste nuove generazioni!

    • Angy.

      sono il frutto di quelle precedenti!

      • Mel

        Non è detto… Alcuni genitori fanno il possibile per crescere i figli nel modo giusto ma alcuni di questi si fanno trascinare da altri coetanei magari non educati bene. Non bisogna sempre dare la colpa alle generazioni precedenti…

    • Luca

      se questo a 14 anni ha già una sfilza di precedenti non è colpa dei suoi coetanei, ma credo proprio di una famiglia di balordi…

      • Mel

        Io ripeto che non sempre è colpa della famiglia. Ho visto famiglie fare il possibile per educare bene i figli e ho visto il loro “lavoro” venir rovinato da altri ragazzini cresciuti male. Inoltre il 14enne è ospite di un centro di accoglienza. Chissà quanti cattivi esempi ci avrà trovato. Se poi magari era già problematico prima, lì dentro può esser peggiorato. Ovviamente sono solo ipotesi. Si tende sempre a dar colpa alle famiglie senza magari conoscere le difficoltà che vi sono all’interno. Detto questo, scommetto che verrò contraddetta ancora quindi smetterò di rispondere. La mia idea l’ho espressa.
        Cordiali saluti.

        • Giovanni Baldesio

          Suvvia, Signora Mel, non si faccia zittire da questi quattro padreterni possessori del Verbo.
          Forse per la prima volta si sentono minacciati nella loro condizione di fornitori del pensiero unico. Si sentono minacciati da questo spazio, aperto e proprieta’ del direttore Silla, si sentono minacciati dagli scritti dei cittadini senza censura.
          Loro vogliono che la voce, il commento, “la spiega” si solo la loro e gli altri, quelli che loro per primo disprezzano, restino muti aleggere a seguire le indicazioni a istruirsi alle loro parole.
          Loro sono quelli che ci hanno convinto che la Religione e’ l’oppio dei popoli, ci hanno secolarizzato, hanno costruito una societa’, nel silenzio e nell’obbedienza generale, fondata sul denaro, poco che a noi da’ alla testa, sesso sopravvalutato e consumismo sfrenato, ci hanno fatto uccidere Dio, si, anche il Dio dei preti di oggi e’ morto e il dio di C.L e’ morto anche lui, per poi favorire l’accoglienza privilegiata di fondamentalisti religiosi, islamici, sikh, ortodossi che siano. e noi zitti!
          Ci hanno insegnato a soffrire per i carri bestiame pieni di persone verso un infame destino, anche se poi le immagini erano quelle di film e fiction, ma poi, basta andare su una nostra strada e si vedono teorie di carri che portano animali indifesi verso una fine orrenda. E non mi si dica che e’ il bisogno dell’uomo perche per 100 animali uccisi barbaramente se ne mangia 1. E noi zitti, al massimo pianti silenziosi in coda al camion della morte.
          Ci hanno insegnato l’ovvio, la tolleranza per per l’handicap, sacrosanta, noi la sofferenza dell’imperfezione la conoscevamo gia’, e bene!, ma poi basta che un allevatore con un po’ di invenduto proclami l’afta, la mucca pazza o l’aviaria e si procede all’olocausto di milioni di innocenti, sani o malati che siano.
          E noi sempre zitti, a fare il nostro dovere, in silenzio che il primo che fiata viene apostrofato con “taci scemo! tu non sai, tu non capisci”
          Non e’ piu’ il tempo di tacere. e’ il tempo di rinfacciare, di fargli capire che il nostro disprezzo, ostentato o silenzioso che sia, c’e’, ben vivo.
          Se c’e’ amore in un uomo c’e’ anche odio, se l’amore e’ grande l’odio e’ viscerale.
          Signora.
          Sostenga con forza le Sue Idee, non permetta a questi di farla sentire inutile.

          E stia tranquilla, quando tra un po’ non ci saranno piu’ risorse da drenare, quando il potere delle istituzioni sara’ inutile, questi spariranno lasciandoci soli. e’ meglio prepararsi.

  • Giovanni Baldesio

    Alla SNAI stanno quotandoi giorni di gattabuia che fara’.
    Queste le quote:
    zero giorni, in questo momento e’ gia’ in una comunita’ che per lui si becca 100 euro al giorno: non scommettibile
    1 giorno—> 1.01
    2 giorni—> 1.1
    3 giorni—> 1.2
    4 giorni—> 25
    5 giorni e piu’ —> 1000000, giocate 1 euro e se succede il caso vincete un milione di euro.

    Non e’ giocabile nemmeno l’opzione che il minore imboccato dai legali della CGIL e/o qualche Societa’ per i diritti umani chiede i danni allo Stato per maltrattamento.

    • Simon

      Fortuna che NON è nero, altrimenti il nostro nuovo concittadino opinionista avrebbe già invocato la forca.

    • kintino

      Adesso hai proprio rotto le scatole, tu e i tuoi demenziali interventi.

      • enrico

        e sì ..l’ha proprio fatta grossa…ha nominato la C..L!

  • Ma si valà perchè non gli tagliamo anche una mano dato che ci siamo…se un ragazzino con (quasi sicuramente) una situazione di disagio famigliare ruba una bici deve andare in galera invece se qualche bel imprenditore evade il fisco per migliaia di euro fa un bel condono e sta in prima fila a giudicare!
    Quanti di noi approfittano nell’acquisto di beni e servizi “in nero” per risparmiare o evadono il fisco o fanno il doppio lavoro per arrotondare….credendo di fare meno danno alla società di un ragazzetto che ruba una bici…

  • simona

    i veri delinquenti sono gli adulti che sfruttano il ragazzino per compiere furti!

  • LADRI DI BICICLETTE
    “Ha solo 14 anni, ma alle spalle ha già una sfilza di precedenti penali. E’ specializzato nei furti di biciclette, ma è stato spesso beccato per altri reati contro il patrimonio e per problemi di stupefacenti. Adesso il giovanissimo……si trova rinchiuso nel carcere minorile Beccaria di Milano.” Da http://www.cremonaoggi.it.
    Potrei iniziare il commento con una battuta, a volte certi ricchi banchieri danno del bamboccione ai giovani che non se la cavano col lavoro, questo addirittura è già specializzato, ma la sintesi brutale dell’articolo mi fa venire i brividi: la società ha come primo dovere il difendersi, ma questo, anche se può fare danni enormi, di questo passo, uccidere, è un bambino!
    E se vogliamo distinguerci dal terzo mondo, anche dal primissimo, come gli Usa, cerchiamo le cause per tentare una guarigione, famiglia, amici (si fa per dire), povertà eccetera, ma a quattordici anni il luogo di cura non deve essere un carcere, che vuol solo dire, se non muore prima, a vent’anni è un killer. La selezione, che è sia in natura che in società, va fatta, ma con la pazienza di aspettare che i devianti siano adulti.

    Cremona 09 08 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • LADRI DI SPREAD
    La Banca centrale europea, presieduta dal nostro Draghi, nel bollettino di agosto è abbastanza dura; precisa, un po’ meno: i governi siano decisi, lo spread è inaccettabile.
    Bisognerebbe ogni tanto ricordare ai nostri padroni che i ladri di spread non sono ladri di biciclette, molto probabilmente se li trovano al loro fianco, se non negli studi, quando escono in società…..

    Cremona 09 08 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Luca

    a me hanno rubato 2 biciclette, valore complessivo circa 400 euro.
    Forse a voi (perbenisti) nessuna, ma a me invece 2 e, se permettete, mi girano un po le palle!
    Il gesto va punito, cosi come va punito l’imprenditore che evade, quello che corrompe, il corrotto che si prende le mazzete, come va punito un dipendente statale che si fa i cazzi suoi x mezza giornata invece che stare in ufficio a lavorare per lo stato!!
    E poi lamentatevi di questa società, dei politici che rubano e di quelli che evadono, dei falsi invalidi e degli assenteisti…. In una società come questa, dove si è sempre pronti a giustificare tutto e tutti, non ci si può aspettare altro che questo perchè intanto il disonesto sa che non verrà mai punito!!
    Ma del resto si tratta solo di un povero disgraziato che ruba un piccola bicicletta, ma che vuoi che sia….. per me una buona fetta del mio stipendio, per voi forse nulla!!