9 Commenti

In un anno oltre 13mila denunce: in provincia aumento del 4% Più scippi e furti nei negozi

reati

Oltre tremila e settecento reati ogni 100 mila abitanti. Precisamente, 3.747. Siamo la 57esima provincia (su 103) per incidenza dei reati denunciati in rapporto alla popolazione nella classifica stilata dal Sole24Ore sui dati relativi ai ‘delitti commessi’ nel 2011 rilevati dal Ministero dell’Interno. Il dato cremonese è sotto la media nazionale: 4.557 reati ogni 100mila abitanti. Dai furti alle rapine, dalle estorsioni alle truffe. Il numero totale dei reati? 13 mila 626 in un anno in provincia di Cremona. Per quanto riguarda la variazione rispetto al 2010, la percentuale è data dai numeri della Polizia: da maggio 2011 a maggio 2012 +4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con 521 reati in più.
Aumento anche in città – secondo i dati della Polizia che risalgono a maggio 2012 – da 3.799 a 4.302 (13,24 % in più rispetto al periodo precedente del 2010/2011). Sono diminuite le denunce di lesioni dolose, da 98 a 95, e le minacce, da 128 a 125, mentre sono aumentate le denunce di percosse, da 20 a 36 (+16), le ingiurie, da 95 a 107, e le violenze sessuali, da 6 a 12. I furti semplici ed aggravati, passando da 1.736 a 2.288, segnano un aumento di 552 casi, corrispondente al 31,80% in più rispetto all’anno precedente; in particolare sono risultati in aumento i furti con strappo, da 3 a 10, quelli con destrezza, da 100 a 120, in esercizi commerciali, da 209 a 225, su auto in sosta, da 218 a 395 (+177), e di autovetture, da 49 a 71 (+22). Sono diminuiti i furti in abitazione, da 160 a 158, i furti di ciclomotori, da 28 a 27, e quelli di motociclo, da 9 a 6. Anche nel capoluogo sono aumentate le rapine, da 33 a 49 (+16) ed in particolare, quelle in abitazione, da 2 a 4, e quelle negli esercizi commerciali, da 5 a 12; quelle in banca sono invariate nel numero di 5 e quelle nella pubblica via sono diminuite da 15 a 14. Nessuna rapina è avvenuta negli uffici postali. Infine sono aumentate le truffe informatiche, da 185 a 215 (+30) e i reati concernenti lo sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile, da 12 a 16. I reati concernenti gli stupefacenti passano da 37 a 17 (-20), ma questo non equivale ad affermare che il consumo e l’abuso siano in calo.
Dati che devono fare i conti con i tagli in arrivo della spending review: oltre 35 mila unità in meno per le forze dell’ordine nei prossimi tre anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MARIO

    Ma l’attuale amministrazione NON ha vinto le elezioni con la storia della sicurezza ?
    NON vi ricordate la chiassate fatte a Corada( sul gazebo) ai giardini pubblici mentre qualcuno noto e meno noto faceva compagnia a Ponchielli ?

    Dove sono le camicie verdi ?
    Dove sono gli ex paladini della sicurezza nel Pd ?
    Non certo nei cunicoli della Cremonella

  • ma mario..fai copia e incolla?dici sempre le solite cose!
    bè,cè pure un prefetto che asserisce che a cremona va tutto bene,madama la marchesa!e che non ci sono reati!percui fai tu 2 piu 2…

    • Giovanni Baldesio

      La risposta a tutto sta qui:

      http://www.comune.cremona.it/Article1207.phtml

      e’ il sito istituzionale del comune, una cosa avvenuta nel 2005, quasi dieci anni fa.
      I protagonisti sono quelli, a parti piu’ o meno invertite.
      C’e da dire che da allora il problema sicurezza e’ sempre EMERGENZA per l’aumento e nessuno ci mette una pezza. un qualcosa di definitivo.
      La delinquenza aumente ogni anno, cambia solo chi denuncia lo stato di emergenza e chi NON gli mette freno, ma i cittadini?
      Bisogna aspettare di diventare tutti DELINQUENTI?
      Probabilmente se ci rubiamo ricorsivamente diventa una sorta di Comune di Cremona come la Comune di Parigi, il sogno dei comunisti.
      Immagino che i candidati alla guida DELLA Comune sarebbero gli stessi di adesso: per loro non cambia mai niente.

      Certo che siamo al parossismo!

      • mario

        PROVACI tu e cambia tutto !!!!!!!!!!!!!!

    • mario

      con VVSS faceva sempre cinque ++++++ ( repetita iuvant )

  • CECITA’ ASSOLUTA
    Più furti nei negozi in città, è il commento di http://www.cremonaoggi.it sulla solita relazione del Ministero. Ladri e stupidi. Sono gli unici a credere che nei cassetti sia rimasto qualcosa da rubare…….

    Cremona 20 08 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • mario

      ma nel tuo cassetto cosa c’è ?????????

  • Pino

    Su alcune vetrine dei negozi del centro (anche di quelli che si lamentano) dovrebbero mettere fuori i cartelli “APERTO PER RAPINA….. ai clienti!!!”

    • il profeta

      è una ruota che gira prima i negozi derubavano i clienti vedi avvento dell’euro e adesso alcuni clienti derubano i negozi ,è una normale svolta di vita