62 Commenti

Caos multe, il "non sapevo" del sindaco scalda tutta l'opposizione: "E' incredibile". Cascata di critiche

non-sapevo

Sopra, il sindaco Perri

“Ogni agente deve fare 140 multe al mese per essere valutato positivamente e aver diritto al premio”. Sono i sindacati ad accendere le polemiche su uno degli obiettivi presenti nelle schede di valutazione per gli agenti della Polizia Mocale. Il giorno dopo, la retromarcia del Comune dopo un vertice con comandante e vicecomandante. Il passo indietro è stato espresso poche ore fa attraverso una nota del sindaco Perri: “Né io, né la Giunta né il Direttore Generale Massimo Placchi eravamo a conoscenza. L’indicatore verrà riformulato”.

Ma quel “non sapevo” del primo cittadino, con delega proprio alla Polizia Municipale, provoca una cascata di critiche dall’opposizione. Ecco tutte le reazioni.

PD: “INCREDIBILE NON SAPESSE, SINDACO NON ALL’ALTEZZA”

Dure le reazioni del Partito Democratico. Ad intervenire Daniele Burgazzi, segretario cittadino: “Non è una novità. Il sindaco è uno dei primi cittadini meno informati. Ne abbiamo già avuto prova con la questione del Fodri e con le uscite di qualche suo assessore”. Gli fa eco Alessia Manfredini: “Incredibile che il Sindaco nonché Assessore alla sicurezza non sapesse di quell’indicatore. Eppure Germanà é dirigente del suo assessorato. Il Sindaco, per l’ennesima volta, dimostra di non essere all’altezza e di non governare assieme ai vertici, la macchina comunale. E dare risposte adeguate. Non mi stupirei che a settembre Perri pensasse ad un rimpasto di giunta e lasciasse il suo incarico come Assessore”. E sul merito, arriva anche la dichiarazione di Caterina Ruggeri: “Tra gli obiettivi strategici  del programma elettorale del Sindaco Perri in tema di sicurezza urbana c’era la lotta a degrado urbano, prostituzione di strada, abusivismo commerciale, promozione dell’educazione stradale nelle scuole, lavoro di prossimità e vigile fisso nelle periferie, cura dei parchi cittadini, attenzione alle persone fragili, anziani e minori e coordinamento con le Forze dell’ordine, ma, nel programma non c’era mai stato neppure un cenno all’obiettivo di far cassa con le multe”.

LEGA: “MA SIAMO SU SCHERZI A PARTE?”

“Ho letto il comunicato del sindaco: mi verrebbe da chiedere se stanno amministrando un Comune o se siamo su Scherzi a parte”. Questa la prima reazione del commissario cittadino della Lega Stefano Borghesi. Che aggiunge: “E’ una vicenda davvero paradossale. Il primo cittadino, con delega ai vigili, afferma di non sapere cosa fa il suo comandante. Questo è sinonimo di poca comunicazione e scarsa organizzazione, è palese. Ripeto, è paradossale per chi amministra una gaffe del genere”.

IDV: “LORO NON SANNO E I CITTADINI SUBISCONO”

“E’ un’assurdità – esordisce il consigliere dell’Italia dei Valori Giancarlo Schifano -. La Giunta non sa e i cittadini sono costretti a subire. Non sono d’accordo sul fatto di obbligare il vigile a fare multe in un momento così drammatico di crisi. Ci sono altri modi per far quadrare i conti, per esempio risparmiando sulle consulenze. Il sindaco ha una grossa responsabilità e i cittadini ne terranno conto quando andranno a votare”.

LA NOTA UFFICIALE DEL COMUNE

“L’Amministrazione comunale, con il supporto della struttura interna e di esperti esterni, ha individuato criteri di valutazione del personale dipendente basati soprattutto sul merito: un sistema di valutazione a suo tempo sottoscritto dai rappresentanti sindacali e che il Comune di Cremona è stato uno dei primi ad attuare. Spetta poi ai singoli dirigenti individuare gli obiettivi da sviluppare attenendosi ai criteri fissati.
Né io, né la Giunta né il Direttore Generale Massimo Placchi eravamo a conoscenza degli obiettivi che il Comandante della Polizia Locale ha inserito nelle schede di valutazione degli agenti: la specificazione degli obiettivi di Settore rientra infatti nell’autonomia gestionale dei singoli dirigenti, pur nel rispetto degli obiettivi generali dell’Amministrazione.
L’indicazione che, come sindaco e assessore alla Sicurezza, ho dato per l’attività della Polizia Locale nel suo complesso si fonda essenzialmente su queste linee: formazione, informazione, prevenzione, controlli mirati al rispetto delle norme del Codice della Strada e dei Regolamenti comunali attraverso la sanzione delle violazioni riscontrate, soprattutto a tutela di chi le regole le rispetta.
L’impostazione degli obiettivi nelle schede di valutazione individuale degli agenti si presta con ogni probabilità ad un’interpretazione non del tutto chiara. Per questo, con il Direttore Generale Massimo Placchi, ho incontrato in mattinata il Comandante Fabio Germanà Ballarino ed il Vice Comandante Pierluigi Sforza per fare il punto della situazione. Al termine, si è deciso che sarà rivista la formulazione degli indicatori degli obiettivi così da sgombrare il campo da ogni equivoco: deve infatti emergere, con evidenza e senza ombra di dubbio, che il vero senso sta nell’attività di controllo del territorio, attività che deve naturalmente comportare sanzioni se vengono riscontrate violazioni alle norme vigenti.
Colgo l’occasione per rinnovare l’apprezzamento per l’impegno quotidiano profuso da tutti i componenti del Corpo della Polizia Locale al servizio della città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • VERGOGNA

    Ecco la barzelletta del giorno!
    Quante cazzate! Questo non sa mai nulla quando ci sono dei casini! Basta parlare con gli Agenti e vi racconteranno che hanno l’OBBLIGO (da parte del Comandante che riceve ordini dalla GIUNTA) di fare un tot di multe ogni giorno. Anche i vigili di quartiere (le poche zone dove ogni tanto esistono) hanno l’ORDINE di fare almeno una multa al giorno.
    Hanno bisogno di soldi per stare all’interno del patto di stabilità e quale modo migliore di questo?
    Non prendete per il sedere la gente, perchè il cittadino non è così stupido!
    Siete vergognosi.

  • Adele

    AHAHAHAHAHAHAHAH

  • Salo

    Oggi Placchi su La Provincia difendeva il provvedimento, adesso non ne sa nulla.
    Spazziamoli via

  • Giorgio

    Si può far Amministrare a vita Perri e soci? Almeno mi fanno ridere da matti.
    Dove li troviamo degli altri così? Solo Cremona può partorire dei fenomeni di questo livello.

  • Quaqquaraqquà

    “Non lo sapevo” porca miseria! Ecco il caso emblematico: da assessore alla sicurezza non sa quello che fa il suo dirigente. Ed è così in molti altri campi. Chi comanda di più, l’assessore o il dirigente? E perchè?

    • Giorgio

      Non è nemmeno capace di fare l’Assessore e vuole fare il Sindaco?!
      Come fanno quei 21 consiglieri di maggioranza a continuare a sostenerlo?!
      Tutti complici del fallimento.

    • Blah

      Questa è una bella domanda……

  • ABCDE

    Almeno Oreste cambia battuta dai …. Suntum mia tuti Calu’ fa il salto ! Occorrono soldi ? Invece di mettere tutti quelle lastre sapete quante strade evreste asfaltato! Da stamattina sono iniziati i lavori pure la pavimentgazione con lastre di un tratto di via Aporti davanti alla chiesa ( caso strano la cesa del vicesindic Malvezzi vara Te che caso ….). Vorrei ricordarvi dei costi vergognosi che sono usciti solo pochi giorni fa del Direttore Placchi & Company.A parte obbligare persone che devono per forza fare multe mi domando se avete una dignita’ e se loro ritengono di averla …. Ogni turno non so da quante persone siano adibite per le multe e poi vediamo se sono 4 o 5 ….. ! Non dimentichiamo i “Vigili Ausiliari ” che con la loro panda bianca con la scritta AEM arrivanano ( in due o tre ) scendono, colpiscono alla velocita’ della luce ( mi domando se hanno delle multe prestampate visto la velocita’ )e poi via per altra destinazione. Oreste qualcuno avra’ detto dell’obbiettivo multe in comune…. e Te te sivet nient? Dai dai tone mia per i fundei ( e sono stato educato … )! Appuntamento al prossimo “Io non ne ero a conoscenza”

    • carlo

      e tra l’altro, parlando di via Aporti, quale momento migliore per aprire un cantiere visto che fra pochi giorni riapre la scuola?

  • FERDI

    IL SOLITO BOLLITO DI SCUSE E SCUSANTI CHE NON STANNO NE IN CIELO NE IN TERRA LA DOMANDA CHE MI FACCIO E’: “SAI ALMENO DI FARE IL SINDACO? OPPURE DOBBIAMO FARE UN SUMMIT CON PLACCHI E PIVA E PIZZETTI CHE TE LO RICORDINO?” ASCOLTA UN IGNORANTE TORNA IN CANOA CHE DI DANNI NE HAI FATTI ABBASTANZA!

  • cameo

    Oreste “Non ne so niente” Perri

  • ross

    Oreste, adesso basta con queste scuse: “io non ne ero a conoscenza”. Possibile che sei sempre l’ultimo a sapere le cose? Ci dobbiamo credere?

  • bè,cè chi aveva un attico pagato davanti al colosseo e non lo sapeva,chi aveva una casa a montecarlo che costava come un garage e non lo sapeva,chi ha un figlio laureato in albania,che prendeva la paghetta e andava dal dentista a spese del partito e non lo sapeva e a cremona abbiamo un sindaco che è anche assessore alla sicurezza e non sa che i vigili avevano la pagellina “più bella”se facevano piu multe…e allora?dovè il caso?….povera italia e povera cremona!

  • Achille

    Il problema è che talvolta ci si accorge che taluni dirigenti , comandanti o direttori generali sono inadeguati. Punto.

    Pertanto urge capire come fare per “raddrizzare la schiena” a taluni soggetti che con il loro operato un po’ “autonomo” e poco partecipativo, mettono in affannno e difficolta’ un’intera giunta.

    A mali estremi…

  • Edmond Dantès

    lui non sa mai un accidenti! lui non sa neanche per quale motivo sia sindaco!
    e io non so perchè sono stato così idiota a votarlo!

  • Azzzzzz

    Cacciamolo e multiamolo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Blah

    A questo punto visto quanto successo, credo sia ora che qualcuno cominci pensare seriamente alle proprie dimissioni, spontanee o forzose, per il grave danno d’immagine cagionato all’Amministrazione e al Corpo della Polizia Municipale.

  • don pizzarro

    Una sola cosa avrebbe potuto fare, meglio dire, Perri, giunti a questo punto, ammesso e non concesso che non avesse saputo nulla della scelta del ‘suo’ dirigente (praticamente la mano destra che non sa cosa fa la sinistra): vi piaccia o no la decisione dell’amministrazione è questa. E’ stata presa. E da qui non si torna indietro. Questo, solo questo avrebbe potuto/dovuto dire.

  • Mario

    Sindaco ed Assessori di Cremona: un insieme di guitti che tenta di formare una compagnia di avanspettacolo. Ma più che far ridere fanno piangere.

    • mario

      questo mario non sono io !

  • nbc

    Guardate che in ogni amministrazione passata e presente, c’è sempre il politico che pensa alla Polizia Locale come mezzo per far soldi, e c’è sempre chi si presta per la carriera ed i soldi ad assecondarlo. Con la scusa della sicurezza stradale hanno messo autovelox dove possibile, magari con gli incassi ci scappa anche la pensione integrativa!!!
    E chi non si adegua vi garantisco che fà vita grama . Il rigore morale è cosa d’altri tempi.

  • Pasquino

    Colgo l’occasione per ricordare che questi signori sindaco, assessori e dirigenti comunali sono anche pagati ( e non poco)
    Complimenti !

    • Cicken

      Osservazione puntuale !
      Vogliamo anche ricordare che attorno ai cento gradi l’acqua bolle ?

      • Giovanni Baldesio

        Questo non e’ vero.
        L’acqua bolle a 100 gradi Celsius al livello del mare. Deve essere fissato un parametro importante la pressione.
        Dunque la pressione atmosferica e’ importante ed importante e’ il luogo. Dove e’ Lei? dove e’ Pasquino?
        Per dire: nella pentola a pressione, anche a livello del mare l’acqua bolle a ben piu’ di 100 gradi Celsius!
        Se poi si va in montagna con il diminuire della pressione sul pelo libero dell’acqua l’acqua bolle financo a 80 gradi Celsius.
        Se abbiamo la possibilita’ di fare un vuoto neanche tanto spinto si puo’ vedere l’acqua bollire a temperatura ambiente.

        • il profeta

          bravo baldesio ti do 9,5 per la spiegazione io pur essendo ingegnere non sarei stato in grado di spiegarmi meglio. non offenderti se non ti ho dato 10 ricordo un mio professore universitario che ci rammentava sempre il 10 è un voto che non dovrebbe essere mai accreditato perchè la perfezione non è compresa nella sfera umana , e il 10 e lode lo consioderava una eresia .

          • Giovanni Baldesio

            Posto che non mi permetteri mai di darLe dell’ingegnere, datosi che qui la gente minaccia con inverecondia querele per diffamazione a mezzo stampa per molto meno, dalla Regia mi informano che Lei, fortunatamente, non e’ ingegnere.
            Mi dicono sia un Quadro Intermedio con velleita’ dirigenziali, ma la notizia potrebbe essere destituita da ogni fondamento.
            Spero per Lei di no!
            Buone Vacanze e occhio al Meltemi, fa brutti scherzi.

        • mario

          peggio di cozzaglio !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Poldo

    Perri, a casa, lui e tutta la sua giunta di incapaci !!!

    Bene, adesso che ci siamo sfogati, cosa facciamo ?
    Ora che abbiamo stipato lo sfogatoio siamo più contenti?
    Un commento anonimo (e un pochino qualunquista) ci mette il cuore in pace ?
    Non lo so; meglio sentire il Comandante…

  • Giovanni Baldesio

    Mentre si aspetta il Comandante, arrivo io: il Principe Nero (Giovanni Baldesio, GB, lo Junio Valerio Borghese, JVB, della ValPadana)
    Il primo intervento e’ militare: sono vicino alla Polizia Municipale, agli uomini e soprattutto alla divisa, anche loro, molte volte su fronti avversi, sentono tutto il peso della citta’ degradata, della mestizia di questi tempi, dell’impossibilita’, piu’ che difficolta’, di fare bene il proprio lavoro… e nonostante tutto son sempre li’: Grazie Ragazzi… il labaro sia alto anche se il cielo promette tempesta.
    Sappiate che Farinacci il giorno prima la Marcia su Roma, per far sloggiare il sindaco socialista dallo scranno del Palazzo Comunale dovette solo farsi ricevere ed appoggiare la pistola sulla scrivania: il sindaco se la diede a gambe levate. il Sangue cremonese fu versato ma fu davanti la Prefettura tra uomini che conoscevano il significato della parola ONORE, LEALTA’. Le due parti insieme.
    Scritto cio’ non scrivero’ del sindaco Perri, il quale, ve lo dico io, non e’ piu’ lui. Lui e’ partito nottetempo dalle Canottieri in kayak per fare il giro del mondo in acqua via Venezia, Bari (qualcuno dice si sia fermato li’ e lavori di fantasia per il racconto) poi Gibraltar e poi ancora Oceano, tanto Oceano.
    Del resto se stava qua invece dell’acqua salata avrebbe avuto Oceani di materiale organico pigmentato dalla bilirubina e non e’ un bel-bere.
    Quello che vediamo e’ solo una pelle di Perri, squamata dopo una pagaiata sul Po, al cui interno trova posto l’Andreotti della Razza Frisona dell’Ostianino senza gobba ma con la stessa voce affettata. E’ lui a sbrogliare matasse tali che il nodo gordiano lo avrebbe sciolto con il solo uso della lingua (qui le Signore appassionate dei libretti che oggi van per la maggiore dovrebbero almeno bagnarsi…)
    Brava la Polizia, Grazie a Perri mentre Graziella si sollazza col portalingua con chi me la prendo?
    Con loro, solo loro: i parrucconi del PD.
    Il dottor Burgazzi
    (voce del coro): CHIIII?
    Burgazzi:
    (voce del coro): QUALEEEEEEE?
    Quello grande, quello con esperienza, il saggio insomma che dovrebbe, noto il gioco della maggioranza e opposizione che a parti invertite era uguale anche prima (Malvexxi e Demicheli interrogavano, la Ruggeri (QUALEEE?) e il Sindaco Corada (CHIIIII?) rispondevano), dovrebbe fare piu’ attenzione. Essere piu’ cauto. Nel documento rintracciabile sul sito del PD cremonese, quello con cui cercava il posto di Capo che ha ottenuto, se si apre il documento e si osservano le proprieta’ (si chiamano METADATI e danno spiacevolezze a tanti) si scopre che il documento ha come autore, proprietario un Burgazzi, ma e’ l’altro. qualunque cosa sia successa, prestito computer o altro son cattive abitudini. E’ roba pubblica andate a guardarvela. Io che son malvagio penso che il documento lo abbia scritto il piccolo prendendo per i fondelli i compagni e facendo diventare i due i miei personali miti.
    Gli strepiti se si leveranno saranno gli stessi del fintoPerri… e allora che ci si scandalizza a fare per i bruscolini negli occhi degli altri?
    L’altra, la Cate, suo nomignolo in C.P.S. organizzazione per la quale non intende fornire spiegazioni, ne prendo atto anche se come EXAssessore dovrebbe lo Status e’ piuttosto equivoco, ormai e’ in una condizione tale per cui ogni attacco mi squalifica veramente.
    EXassessore alla sicurezza e’ la Responsabile, almeno tra le maggiori, di questa situazione esplosiva per Cremona: mentre la criminalita’ e gli elementi criminogeni si impadronivano del territorio, lei invece di leggere Suntzu o Clausevitz studiava come convincere un condannato al patibolo, il Cremonese, che in fondo non c’e’ da aver paura, che la paura e’ una proiezione mentale e che poi le armi possono sempre far cilecca. ASSURDO.
    Assurdo! Come assessore e’ stata sconfessata dai Suoi, il fatto che sia ancora li’ tra i banchi del Comune invece che quelli del mercato e’ una cosa che nessuno sa. E pensare che faceva l’Assessore alla Sicurezza e momenti le prendeva dal Ceraso che poi signorilmente si e’ scontrato col Gigi Rossetti per sbollire la rabbia.
    Concedo all’auditorio un po’ di ottimismo e mi aspetto a breve le dimissioni della Cate, che anche questa volta finira’ col dare addosso alla stampa che in 20 anni di politica gli ha sempre dato addosso dalla prima trom8ata alle elezioni nel PSI (e’ successo anche a Lei, ma chi la dura la vince!) fino alle millemila cariche. Ma il mondo ce l’ha con lei!
    La Lega guarda troppo TV, di questo passo convincera’ a votare per Alberto da Giussano i Puffi, la Pimpa e Snoopy quest’ultimo solo perche’ gli ha venduto il libro: Era una notte buia e tempestosa (fine del libro)
    L’IDV non ha ancora pregio per essere oggetto delle critiche: mi chiedo se il Consigliere comunale si sia mai presentato in Consiglio con un guscio di mezz’uovo in testa per sembrare Calimero.
    Non posso finire pero’non tirando in mezzo il Tecnico, il Capo dei Capi non politici: il Direttore Generale.
    Gia’ queste figure, che ce ne sono tante, troppe, sono strane bene, inamovibili: almeno al tempo del Direttorio c’era la ghigliottina, ma adesso siamo evoluti e l’abbiamo abolita, li dobbiamo tenere vita natural durante e con quel lavoro dura, e poi loro aleggiano, non presenziano, Sono evocati non chiamati in causa.
    Ebbene il direttore Generale e’ anche il Presidente dell’Organo indipendente di valutazione e qualita’.
    Le perplessita’ sull’indipendenza le ho gia’ manifestate in passato, recente, certe volte sono Nostradamus per davvero, ma che adesso si dichiari ignorante anche degli indicatori di valutazione… mi sembra esagerato.
    Non la ghigliottina, NO!, ma un piano economico di rientro, qualche donazione e un po’ di cenere sull’augusto Capo non sarebbe male. Perri puo’ dire che era Zagni a stendere accordi con il dirigente … e la supercaspiola… PATPAT (pacche sulle spalle a soggetto) HIHIHI (ghignatina) … ma le’ ..Po’…va in barca come fosse Antani… Gum finit?…
    Ma il Direttore Generale?
    Lui?
    Il Dott. Placchi e i suoi giovani collaboratori indipendenti? Almeno loro indipendenti lo sono?

    • danilo

      sai anche perchè Farinacci era conosciuto come Martin Pescatore ?

      • Giovanni Baldesio

        Certo.
        La motivazione alla Medaglia al Valore:
        “Mentre pescava sul Lago Tana con le bombe a mano, affrontando i pesci nemici nelle infide acque africane da solo con la sola arma solitaria della bomba, un ordigno maneggiato con improvvida e virile trascuratezza gli esplodeva tra le mani innalzando il Gerarca gia’ detto “La suocera del Regime” nell’olimpo dei feriti in battaglia.
        Gli stessi pesci africani, riconoscendo il valore dell’avversario si prodigarono per salvargli la vita e ammirati dal Valore italico dell’eroi si arresero al retino”

        Il braccio di legno, Farinacci ne aveva una discreta collezione, fu lanciato dopo l’8 settembre dal suo appartamento contiguo alla direzione del “Regime Fascista” (attuale Consorzio Agrario) giu’ dalla finestra in piazza Marconi quale sfregio all’uomo che aveva innalzato Cremona a livello che non ebbe piu’.
        Nel momento supremo della fucilazione i pochi spicci che aveva con se’ furono destinati ai poveri di Cremona cosi’ come a Cremona fu dedicatoo il suo ultimo pensiero.
        Fu ucciso dopo un giudizio sommario in cui non si era evidenziata una sola colpa.
        mori a Vimercate e’ seppellito nel cimitero di Cremona.
        Tre le biografie
        henry fornari – La suocera del Regime
        Vicini Dossena – Lupo Vigliacco (presente nella biblioteca del dott. Titta)

        ma il migliore in assoluto e’:
        Festorazzi – Farinacci l’antiduce
        con il report circa la questione dei diari (apocrifi) e brani degli stessi.

        Contento?
        E adesso scriviamo della fine della Signorina Lucilla Merlini, redattrice del “Regime Fascista” che non aveva tessere ne’ di PNF ne’ PFR, nessuna responsabilita’ ma venne barbaramente e inutilmente trucidata alla Caserma del Diavolo?
        Volgiamo scrivere di chi sparo’ contro una cassa da morto?
        Vogliamo aprire quelle pagine?

      • ABCD

        Te Baldesio ma scurta chel che te scrivet sares mia mei …. la sintassi …. sta curt …. taia ……Te fet pasa la voia de leger chel che te scrivet ….!!!

        • MARIO

          ma chi lo legge !!!!!!!!!???????????????

    • danilo

      comunque ,se ti riferisci a Tarquinio Pozzoli , come ben saprai, era comunista

    • MARIO

      quos vult perdere deus dementat prius

  • Giancarlo Schifano

    Egregio signor Giovanni Baldesio,lei parla tanto di onestà e lealtà,ma vedo nelle sue parole tanta rabbia e frustrazione,le comunico che io sono disponibile ad un confronto leale e onesto,ma non accetto le offese personali gratuite,senza alcuna motivazione. In difesa della mia persona la invito da subito a moderare il linguaggio,altrimenti sarò costretto a presentare una querela per offesa a mezzo stampa.

    Giancarlo Schifano Consigliere Comunale IDV Cremona

    • Giovanni Baldesio

      Ma quali offese?
      Ma state tutti perdendo il lume della ragione?
      La invito a identificare con precisione ove Lei possa solo intravvedere una “offesa”!
      L’accostamento con Calimero non e’ certo un’offesa per la simpatia dell’elemento (che per molti rimane un miraggio) al massimo e’ satira, di livello pessimo, ma pur sempre una critica legittima.
      Se non ricordo male la corte di Cassazzione ha sdoganato il buffone al Presidente del consiglio… e allora Calimero al Consigliere ci sta.
      Se se l’e’ presa per la tirata d’orecchie nell’altro thread circa l’errore nell’uso dei verbi non sono stato io a farlo rimarcare e comunque son cose che succedono. Faccio errori, vedo errori, mai rimbrottati.
      Dei confronti francamente ne ne faccio poco: Lei siede legittimamente una posizione conquistata con il supporto personale di 34 votanti su una massa di 50000 elettori. Per me la democrazia qualche problema lo ha.
      Qualora dovesse decidere per la querela, desidero sollevare il direttore della testata da ogni responsabilita’: me le assumo in toto, mi difendo da solo, senza ausilio di un Avvocato e l’eventuale processo sara’ un fatto IMPORTANTE per l’intera citta’. Ci sara’ da ghignare.

      Ah… Sa cosa vuol dire nisseno? non si sara’ offeso per quello?

  • danilo

    A piccole dosi,non si può non provare umana simpatia per Perri. Il quale al 99,9 % non mente quando afferma di non sapere. Però oltre all’empatia, per continuare ad amministrare la città serve anche la stima dei cittadini.
    E questa purtroppo, caro Perri, continua a venir meno.

  • Nolli

    la situazione è ridicola…l’amministrazione perri è solo fatta di ‘non lo sapevo’, di pavimentazioni (inutili) di pregio e di aumento di (ogni tipo di) tasse.

  • kunta

    notizia dell’ultim’ora:

    in una nota ufficiale che verrà a breve pubblicata, Oreste Perri comunica ufficialmente di non sapere di essere sindaco del comune di Cremona.

    • mary

      haaaaaaaaaaaaaahahahhaha troppo bello questo commento!!! 😀

  • Mario

    Ma i promotori delle 140 multe mensili non sentono il bisogno di chiedere scusa ai loro datori di lavoro (i cittadini) per la castroneria partorita? Ho il sospetto che costoro si sentono al di sopra di qualsiasi critica. E a costoro chi fa la pagellina? Il Sindaco? Non credo, lui non sa mai niente.

  • elo

    Da oggi quando prendo una multa dirò al vigile che non lo sapevo…quindi sono scusato se vale per il sindaco vale anche per me!

    • mary

      hahahhaha! adotterò anche io questa tattica! anzi non ho più nemmeno una macchina, con la crisi che c’è e il caro benzina sono passata alla bicicletta! 😀

  • MARIO

    ALLORA il sindaco DI TUTTI ci dica chi dirige il corpo dei vigili a SUA insaputa.

  • il profeta

    perri è senz’altro una persona onesta ,ma purtroppo è attorniato da venditori di fumo che lo tagliano fuori perchè sanno che alla fine dei conti e buono di animo, e ne apprroffitano ,io se fossi Perri con il fisico che si ritrova, prenderei a calci nel culo coloro che mi fanno passare da scemo.
    perri usa il fisico e forse ti rispettereanno

    • Blah

      Perfettamente d’accordo, nessuno escluso, politico o tecnico che sia.

  • TUTTA COLPA DI GERMANA’
    Alla fine la verità esce.
    Premessa: colgo l’occasione per rinnovare l’apprezzamento per l’impegno quotidiano profuso da tutti i componenti del Corpo di Polizia Locale al servizio della città. E’ Pivetti che parla e firma. Sarà una timidissima risposta a Zanolli Vittoriano, direttore della Provincia quotidiano eccetera, che nel suo domenicale del 10 giugno li aveva definiti scaldasedie in attesa di azzannare di multe i cittadini per strada?
    Considerato il fisico di ruolo, è tantissimo: se l’Immenso si accorge che ha velatamente criticato il suo portavoce, lo mette in riga per due mesi.
    Ma insomma, la storia dei vigili che sarebbero buoni se multano a mitraglia dietro suo ordine, è seccante, rischia di sporcare l’immagine di sindaco che i cremonesi vorrebbero conservare con maggior cura di una mummia, qualcuno deve aver sbagliato al suo posto e chi meglio del comandante Germanà Ballarino che se finalmente capisse di andarsene libererebbe il posto per l’amico del potente?
    Ecco, sembra di ascoltare il padron dalle belle braghe bianche, quello che è tanto padrone che se piscia a letto, ha sudato, e tutti ci devono credere:
    “Né io, né la Giunta, né il Direttore Generale Massimo Placchi eravamo a conoscenza degli obiettivi che il Comandante della Polizia Locale ha inserito nelle schede di valutazione degli agenti; credete sulla parola a tutti gli eccetera che seguono. Eccetera.”
    Il padron dalle belle braghe bianche, imboccato dagli amici eccellenti e potenti, può tante cose; non certamente modificare il passato; che nel caso, non è colpa di Germanà, almeno questo, sono le parole che Massimo Placchi, non sapendo ancora di non dover sapere, aveva consegnato il giorno prima a http://www.cremonaonline.it, il braccio svelto della Provincia, quotidiano eccetera, per rispondere alle proteste di Enzo Tarallo, della Cisl, sulle multe a cottimo:
    “I sindacati hanno disdettato l’accordo sul sistema di valutazione dopo averlo firmato. Dal punto di vista tecnico e giuridico l’Amministrazione può legittimamente procedere. L’obiettivo principale è il presidio del territorio, le multe vengono di conseguenza. Non il contrario.”
    Cioè la conferma esplicita, con lo zuccherino: si multa per il presidio, non per la multa.
    Tante volte ho criticato Pivetti e la Giunta per gli erroracci di comunicazione, ma qui siamo al di là del bene e del male. La comunicazione migliore è che tacciano. Sempre.

    Cremona 29 08 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • ABC

      taia tai….. scurta le frasi se pol mia leger de le robe cuse’ longhe dai ! na batuda du frasi e via

      • Prima il Nord

        Mi sa che ha ragione Flaminio, un giochetto per mettere Barborini (Comandante della Polizia Provinciale silurato all’arrivo dell’Assessore Lena della Lega) che è stato assunto dal Comune di cremona un annetto fa, come Comandante della Polizia Municipale?

        • Tritonto

          Mettiamo pure il caso che venga nominato Barborini come Comandante della Polizia Municipale e che questi, poi, si rivelasse migliore degli attuali responsabili? Potrebbe essere una buona idea….no?

          • Augusto

            Il buon funzionamento del Comando dipende per buona parte dalla guida e dalle indicazioni politiche dell’Assessore di turno.
            In questo caso chi ha le deleghe alla Polizia Municipale è completamente incapace di dare una linea, forse sarebbe il caso di cambiare chi ha le deleghe (cioè Perri, ma se molla è un segno di debolezza e di incapacità; se non è capace di fare l’Assessore può essere capace di fare il Sindaco?).
            Non dimentichiamoci che qs Comandante è al suo terzo anno di mandato ed è sempre stato elogiato e premiato da questa Amministrazione.
            Dopo un anno di gestione Perri, è diventato improvvisamente un coglione?

          • rafla

            Per parafrasare un altro personaggio simile a Perri e che ci governa, “…NON vedo una luce alla fine del tunnel…”.
            Di questo passo spariremo tutti sotto il fuoco di fila di queste idee geniali. Mettere un trombato al posto di uno che finirà per essere trombato non mi sembra una scelta ideale.

          • Blah

            Augusto, illustraci un po i premi e gli elogi dell’amministrazione al capo dei vigili. Quali sono e per che cosa?

          • Blah

            Sarei proprio curioso di saperlo

        • mario

          effetto 3p

          • Augusto

            Non lo so, devi chiedere a Sindaco e Giunta a cosa erano dovuti gli elogi che facevano al Comandante.
            Io non condivido nulla di ciò che è stato fatto fino ad ora.

  • mario

    Serve una entità brava a mettere le multe ma, forse, anche a toglierle, se del caso.

  • Alex Conti

    Caro Oreste Perri (SINDACO DI Cremona e retribuito come tale Compito….) Ormai la Tua Frase:Io Non Sapevo è diventata storica USATA PER ALTRI EVENTI….Ti ricordo però che non si puo’ sempre per ogni cosa giustificarsi con il dire Io non sapevo perchè il non sapere vuol dire non essere in grado e il non essere in grado lo paghiamo Noi Tutti Cittadini di Cremona. Ora appare evidente che se qualche Assesore non Ti informa lo puoi cambiare….ma se non Ti Informano c’è da chiedersi Voi Signori Profumatamente Retribuiti cosa e quali siano le funzioni che fate per il Comune di Cremona(Spero che le postazioni nascoste di telelaser per far cassa siano annullate e i soldi per i Vs. Onerosissimi Stipendi li Andiate a prendere da un’altra parte non dalle tasche degli automobilisti!!!!!).Ricordo che il Comune di cremona piu’ volte ha usato un auto civetta berlina grigia per fare multe in Tangenziale,possiedo Foto!!!,questo non è Carino.Cambiare si puo’ ma lo si DEVE VOLERE!!!!. Spero Caro Oreste che sia l’ultima volta che Tu cada su queste cose ma…occorre che Tu Ma TU e solo Tu sia in grado di Capire cosa sia giusto per Cremona e decidere ed Agire con la Tua Testa e Mani non…con le Tue Mani ma la Testa di altri.

    Ciao Oreste Perri (Sindaco di Cremona)

    CONTI ALEX evofiorano@gmail.com cell.3280009487

  • mario

    E’ solo una conferma di quello che pensa molta gente, ormai.
    Siamo di fronte al sindaco più teleguidato d’Italia.
    Gli effetti non possono NON essere questi.
    Ci manca solo il listone Perri . sicuramente non nato nei cunicoli della cremonella: ma nei corridoi bui e tetri di qualche piccolo ras.

  • il profeta

    baldesio, vedo che i miei ex colleghi di lavoro ti hanno informato bene scherzavo, non sono ne ingegnere ne diplomato devo dire la verità ho preso la licenza della qiuinta elementare e successivamente della terza media al serale,[naturalmente con il massimo rispetto per coloro che possegono questi titoli di studio] ho fatto il super visore della centrale elettronucleare di Caorso superando gli esami negli Stati Uniti e il site manager di un deposito di rifiuti radioattivi, non perchè avevo il titolo di studio bensi perchè sono alto 1,85cm e ho degli splendidi occho azzurri. ti saluto cordialmente

  • il profeta

    Come vedi, dal commento sottostante Baldesio ho fatto diversi errori di ortografia ,spero che mi perdonerai purtroppo i miei studi si sono fermati alla terza media ,cordiali saluti.