8 Commenti

Obiettivo multe, Lega: "Alla Giunta interessa solo fare cassa"

polizia-locale-borghesi

La polemica sull’obiettivo dato dal Comune ai vigili di 140 multe al mese entra prepotentemente nell’agenda politica. E in attesa di sapere cosa si è deciso nel vertice in Comune con sindaco, comandante e direttore generale, ad intervenire è la Lega Nord con il Commissario cittadino Stefano Borghesi: “Quello che sta accadendo in Comune ha del paradossale ed è la conferma che all’amministrazione comunale interessa solo fare cassa”.
“E’ di poche settimane fa – continua Borghesi – la polemica sull’eccessivo utilizzo del corpo di polizia municipale per fare multe e sull’insufficiente utilizzo in operazioni contro il degrado nelle aree verdi e la microcriminalità. Ci avevano risposto che non era vero e che sono state emesse contravvenzioni per diversi milioni di euro destinate per buona parte a migliorare la sicurezza. Poi si scopre che, vista la crisi, ai vigili è stato chiesto il sacrificio di andare in bicicletta con tanto di plauso da parte del Comandante, ma che il Comune nonostante la crisi ha distribuito premi ai dirigenti. Ora ci dicono che per avere un voto più alto nel giudizio complessivo per l’assegnazione dei premi di produzione gli agenti dovrebbero fare 140 multe al mese! Riteniamo tale parametro insensato e tale impostazione inaccettabile”.
“E’ una continua presa in giro – conclude Borghesi – mi pare chiaro che se si danno simili obiettivi l’intento è quello di fare cassa, mi pare chiaro che se il ricavato delle contravvenzioni fosse davvero destinato a potenziare la sicurezza ai vigili non sarebbero stati tolti i veicoli costringendoli a razionalizzare le spese ed usare la bicicletta con 40 gradi. L’amministrazione comunale ci dica dove effettivamente spende i milioni di euro incassati dalle multe e si assuma le proprie responsabilità ammettendo che il corpo dei vigili urbani è considerato solo una fonte di entrata da utilizzare per tartassare i cremonesi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Daniele Bonali

    Purtroppo se viene dato l’obbiettivo ai vigili di arrivare a 140 multe la giunta Perri è davvero arrivata alla frutta.
    Dico purtroppo perchè nonstante la crisi e la difficoltà delle nostre famiglie, l’intento è quello di opprimere di più la vita in città.
    Inoltre, visto che l’Assessore alla partita è il sindaco Perri, vuole dimostrare cosi il suo sostegno ed affetto per i cremonesi, creando uno stato di polizia di allarmismo e di frustrazione.

    Daniele Bonali
    Consigliere Comunale
    P.D.

    • Quaqquaraqquà

      Ma no, dopo le 140 ognuno può fare ogni reato che vuole!

  • pino

    ma qui stiamo dando i numeri!!!
    il cittadino versa più del 50% di quello che prende in tasse, paga 2 €/litro la benzina, paga le assicurazioni più care d’europa, il costo della vita è altissimo, adesso hanno tassato pure i conti deposito dove si potevano far fruttare quelle 2 lire accantonate.
    E’ una situazione limite.
    Se gli italiani fossero un po’ meno egoisti sarebbe l’ora di raggrupparsi, prendere in mano la situazione, e cominciare a far capire a certe persone che è l’ora di sacrificarsi tutti e non solo noi.
    Se mangio pane e acqua io, la mangi anche tu politico del cxxxo!!
    Altro che auto blu, ingressi gratuiti, pranzi a prezzi ridicoli…
    RIVOLUZIONE!!!!!!!!!

    • il profeta

      pino non illuderti il popolo bue non farà mai la rivoluzione .

  • edoardo gaimarri

    Caro sindaco canoista, adesso non sai che hai ordinato 140 multe, perchè ti abbiamo coccato.
    Ma tu credi che la gente sia cosi rimbambita.
    Mi hai molto deluso..
    Non ti voterò più

    Edoardo Gaimarri
    Cremona

  • Silvana Monfredini

    Spero che sia solo una vera distrazione, dal Sindaco Perri non me lo sarei mai aspettata.
    Proprio Lei che è sempre stato vicino alla gente, adesso ci tira questa stilettata nella schiena.
    Sono veramente sconcertata e scontenta, non si possono trattare cosi i cittadini che hanno votato per Lei.
    No cosi proprio no.

    Silvana Monfredini

  • Alfredo Rampi

    Quello del Pd dice che siamo arrivati alla frutta, ma nemmeno per sogno, caro Cons., qui si è arrivati al digestivo… non ci sono più regole morali.
    Io al contrario delle persone scontente sopra non ho votato per Perri e adesso proprio adesso ne ho avuto una buona conferma.
    Un detto cremonese recita.. “faals e cùrtees”, cosi è accaduto per la vicenda multe, falso e cortese.
    Il miglior modo per “imbottonare”la gente.
    Bene Cremona adesso guarda in faccia il volto del tuo vero Sindaco.
    Alfredo Rampi

  • nbc

    Guardate che in ogni amministrazione passata e presente, c’è sempre il politico che pensa alla Polizia Locale come mezzo per far soldi, e c’è sempre chi si presta per la carriera ed i soldi ad assecondarlo. Con la scusa della sicurezza stradale hanno messo autovelox dove possibile, magari con gli incassi ci scappa anche la pensione integrativa!!!
    E chi non si adegua vi garantisco che fà vita grama . Il rigore morale è cosa d’altri tempi.