Un commento

Inseguimento in auto e carabinieri feriti, preso l'uomo in fuga

carabinieri-fosso

Foto di Francesco Sessa

Rintracciato e fermato dai carabinieri del capitano Rocco Truda l’extracomunitario inseguito il 10 settembre scorso da una pattuglia di militari di Vescovato che poi era uscita di strada finendo in un canale. Si tratta di C.K., 18 anni, marocchino, trovato nelle campagne attorno a Bettenesco. Il giovane è ritenuto l’autore di un furto e di un tentato furto di generi alimentari in due cascine della zona. Ora l’accusa nei suoi confronti sarà anche quella di omissione di soccorso dei due carabinieri rimasti feriti. Uno di loro è stato anche operato ad un ginocchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ACCONTENTARSI DELL’ESISTENTE
    Incidenti stradali gravi, gli eccessi: nella maggior parte dei casi l’omicida se la cava con la sospensione provvisoria della patente, il resto va in condizionale, i danni li paga l’assicurazione; ogni tanto capita il Tribunale che voglia dare “la lezione”, come all’albanese che l’anno scorso, contromano in autostrada, uccise quattro giovani francesi: 21 anni di galera.
    Io ho scritto più volte, non c’è bisogno di leggi nuove, basta applicare esattamente quelle in vigore: l’omicidio, che a volte è solo “cosiddetto” colposo, a 200 all’ora? Pieni di alcol? Pieni di droga? Al codice attuale paga da sei mesi a cinque anni.
    Non bastano?
    Mi fa piacere che sul Piccolo di sabato lo ricordi, assieme ad altro, l’ex Procuratore di Crema Benito Melchionna.

    Cremona 16 09 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info