3 Commenti

Rubano una bici e scappano, minorenni gli autori: presi

bici

Minorenni ancora protagonisti di episodi di microcriminalità a Cremona. Dopo il recente caso dei tre ragazzini denunciati dalla polizia per lo scippo di una borsetta, oggi un’altra notizia di cronaca vede altri tre giovanissimi autori di un furto di una bicicletta. Il gruppetto, uscito prima da scuola, è stato sorpreso da una pattuglia della polizia municipale mentre all’interno del parcheggio della scuola Vida era intento a rompere il lucchetto di una bicicletta da donna. Alla vista degli agenti, il terzetto ha gettato la bici in mezzo alla strada ed è fuggito a gambe levate verso corso Matteotti. I poliziotti li hanno inseguiti riuscendo a fermarne uno e in seguito a individuare gli altri due. Si tratta di un dodicenne e di due quattordicenni, figli di immigrati ma nati in Italia. I tre, che per l’età non sono imputabili, sono stati segnalati all’autorità giudiziaria e riconsegnati ai genitori. In attesa di essere restituita alla legittima proprietaria, la bici rubata, rossa, da donna e con il cestino metallico, è custodita al comando di piazza Libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giovanni

    Non saranno imputabili, ma come diceva mio padre la migliore medicina per questi potenziali deliquenti è una sola: “calci nel sedere e qualche sorsata di olio di ricino”. E lasciamo perdere le elucubrazioni di psicologi, pedagogisti che lasciano il tempo che trovano.

    • Angelico

      Sono perfettamente d’accordo, questi sistemi servivano, quelli di adesso non servono a nulla.

  • roby27

    bè,si,calci nel culo a sti deficienti..ma i genitori dove sono?