21 Commenti

E’ora di mandarli tutti a casa!

opione-parlamento

Suona la campana della terza Repubblica e i vecchi dinosauri sono ancora tutti lì. Chi non circola è ai domiciliari. Castagnetti – narici da trifola – è una eccezione. Si è già  ritirato. Ha fatto un passo indietro ma con tre pensioni (deputato, europarlamentare, consigliere regionale). Se la caverà.

La Magna Casta resiste ma ha paura di essere acchiappata, cioè presa per le medesime. Montezemolo è più veloce delle sue rosse.Da Castellanza ha mandato a dire che va sostituita l’intera classe locale e nazionale. “E’ come il ’48, si deve cambiare tutto”. Tremonti  ha aggiunto dal salotto di Piazzapulita:”Questa crisi è più grande di quella del ‘29”. Perché? Perché – ha sostenuto  “Giulietto lacrime e sangue” – ci sono troppe tasse e troppa paura.

Tira aria di rivoluzione. Il terreno è fecondo perché l’Italia è corrotta e tartassata. Ma quel che è peggio (se possibile) è che i politici sembrano gli unici a non volersi assumere mai alcuna responsabilità. Parlano come se arrivassero  da Marte ed invece sono quaggiù, sono in sella da venti-trent’anni. Mai, almeno dal dopoguerra, si è visto un vuoto così vistoso tra i partiti e i cittadini; mai tanta sfiducia, tanto avvilimento. Mai anche tanto livore. La frattura è ormai insanabile.
Eppure la raffica di scandali che ci ha colpito in questi giorni ha sì  sollevato indignazione, proteste, rabbia ma non ha prodotto quello sciame di indignados che abbiamo registrato un anno fa a Wall Street. Certo i nostri  studenti hanno protestato contro i tagli alla scuola, hanno assediato le città da nord a sud, bruciato foto di ministri, lanciato vernice e uova contro le banche, alzato striscioni (“basta Casta”). Ma lorsignori sono rimasti attovagliati.Senza un filo di rossore.

Stiamo sopportando molto. Financo il politico che ha bucato le gomme al disabile per un problema di parcheggio o  Batman Fiorito che ai primi fiocchi di neve su Roma è corso – impaurito – a comprarsi un Suv coi nostri soldi anziché un democratico ombrello. Molti hanno fatto spallucce alla notizia che un consigliere lombardo frignava perché con uno stipendio da 8 mila euro mensili (senza extra) se la vedeva brutta o quando 76 consiglieri (su 90)  della Sicilia finita in bancarotta hanno detto di volersi ripresentare alle prossime elezioni perché 11mila euro netti di stipendio mensile non sono bruscolini da dimenticare in fretta.

Ha voglia Napolitano (forza!) ad  urlare alle Regioni “basta abusi di denaro pubblico!”. Quelli non mollano, sono tignosi. Formigoni tira dritto , dice, perché sente il “dovere di andare avanti”.Capirai!.

Intanto Monti stanga. La sua ultima manovra da 12 miliardi di euro è una legnata che può tramortire un Paese già stremato da tasse e balzelli. E stanga oggi, stanga domani  siamo finiti in una economia di guerra:blocco delle retribuzioni dei dipendenti pubblici, nessun acquisto importante. E “cieli bui”, cioè illuminazione notturna ridotta. Facile la battuta: questo governo ci fa vedere le stelle.

Monti ci svuota le tasche, azzanna i portafogli. Ma non tutti fanno sacrifici:le toghe, ad esempio, si sono rialzate lo stipendio (hanno deciso i cari  colleghi della Consulta).

Dilaga lo scontento. Ma non è meglio allora  staccare la spina e andare subito al voto? E’ ora di mandarli tutti a casa.

Enrico Pirondini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stefano

    E l’alternativa qual è? Grillo? Ma per piacere! Prima di indire un’elezione serve un’alternativa credibile, che al momento non vedo. Meglio Monti di Grillo. Questo è poco ma sicuro.

  • sandra

    Caro Pirondini, al voto bisognava andare un anno fa. Ora forse e’ tardi perche’ i partiti stanno esalando gli ultimi sussulti di credibilita’. La seconda repubblica e’ finita qua e con essa e’ finita anche la democrazia. Come lei sa bene i tecnici non rappresentano la sovranita’ popolare, come non la rappresenta il presidente della repubblica che oggi invoca l’ ulteriore cessione di quote di sovranita’ nazionale per agevolare la ripresa economica!!! Pochi si indignano perche ‘ pochi hanno capito che e’ finita. Siamo in una strisciante dittatura, che ha invaso le Istituzioni e i media senza colpo ferire, perche ‘ per comandare non ha bisogno di eserciti, le basta alimentare il discredito della politica e un clima di medievale oscurantismo travestito da tecnocrazia. ” Abbiamo salvato il Paese! ” ci urlano sommessamente e autorevolmente da ogni Tg. Quale Paese? Quello dei pensionati che stringono la cinghia e dei disoccupati con figli o quello dei grandi detentori di stock rilevanti di debito pubblico nazionale?
    La politica e’ morta. I partiti stanno morendo. E anche noi cittadini avviliti e impoveriti non stiamo molto bene. Manca qualcosa?
    Si. Dopo il Nobel x la Pace all ‘ Unione Europea manca solo l ‘ ufficializzazione dell ‘ avvenuta trasformazione degli Stati Sovrani in Stati di Polizia. Ma questo avverra” ufficialmente, se mai ci saranno, con le elezioni.

    • Jimmy

      Che lei possa dire liberamente le sue sciocchezze, è la dimostrazione che non vi è nè una dittatura nè uno stato di polizia. Che l’euroscetticismo fanatico le stia ottundendo il cervello?

      • sandra

        Buon per Lei che non vive in Italia ma nel paese delle fette di salame applicate ai bulbi oculari. A proposito, com’e’ il clima?

    • Ftw

      Effettivamente viviamo in una simil dittatura, ma non e’ lo stato di polizia ottocentesco come dice sandra, bensì uno stato di talmente grande libertà che si fanno e si scrivono così tante cose che non importa più niente a nessuno anzi la maggioranza dei cittadini non ci fa proprio caso.. La dittatura del menefreghismo!

      • sandra

        Non ho mai parlato di stato di polizia ottocentesco. Oggi lo stato di polizia funziona con i software Janus e Serpico e con gli accertamenti presuntivi e i provvedimenti preventivi.

        • Ftw

          Preferiresti forse i terroristi di al qaeda che ci fanno saltare in aria solo perche’ non siamo musulmani, non obblighiamo le donne al burca e non impicchiamo gli omosessuali?

          • sandra

            Dico solo che le limitazioni alla liberta’ personale, anche per motivazioni condivisibili come il contrasto al terrorismo, hanno raggiunto e superato il livello di guardia.

  • politici al rogo

    Pirondini gli Italiani non sono certamente migliori della feccia che li rappresenta sappi che alle prossime politiche rivedremo in parlamento le solite facce di c…. la russa, santanchè gasparri castelli rosy bindi, livia del turco, dalema ecc ecc, non illuderti l’italiano non reagirà mai, dimentica tutto in fretta, l’importante per la stragrande maggioranza è il pallone la formula uno e la f… per il resto non gne ne frega una mazza, mettiti il cuore in pace stanno studiando un sistema per potersi ancora nominare alla grande ,c’è solo un sistema per eliminare i ladri ruffiani che hanno ditrutto l’italia appenderli –

    • sandra

      E ‘ vero, l’ italiano medio non reagira’ mai, il momento e le modalita ‘ della reazione, che ci sara’ , lo stabiliranno i capi delle cosche criminali ( e armate ) che sono diffuse come un cancro in tutto il territorio nazionale ( Zambetti docet). Quando sara’ finita l ‘ era di appalti, corruzione e tangenti o semplicemente se ne ridurra’ il flusso, semplicemente riprenderanno il controllo del territorio. O pensi che basti la moral suasion a fermarli?

  • DECIMA REPUBBLICA
    Tutti a casa, conclude il suo ben motivato fondo Enrico Pirondini. Preso dal disgusto, temo non abbia osservato bene la folla che preme per prendere il loro posto, tanto simile, a partire dalla genetica spirituale e morale, a quella che ha sostituito la prima repubblica. Italiani di rispetto, siamo!

    Cremona 14 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • MARIO

      fai tu qualche nome degno..e poi ne parliamo..!!

  • MARIO

    ma a casa quanto ci costano……….???????????????

  • TANGENTOPOLI DUE
    Ne è certa la ministressa Severino: “viviamo una seconda tangentopoli, situazione peggiore del 1992. Lucrare su denaro pubblico mentre si chiedono sacrifici è di una gravità inaudita.”
    Credo abbia ragione: c’è gente che per accettare un incarico prima chiede e ottiene la nomina, con relativo appannaggio, a senatore a vita.

    Cremona 15 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • MARIO

      A COMINCIARE DAI TUOI AMICI: per primi………!

      • Angy.

        ….ed i tuoi a passo!!!!!

        • MARIO

          lungo ….. .lungo……lungo……..!!!!

  • sandra

    Veltroni ha dichiarato che non si presentera’ alle prossime elezioni . Il che, come ha subito precisato, non significa che appenda le scarpe al chiodo e sparisca dalla scena.
    Forse ha fatto due conti, e da baby maxi pensionato qual ‘ e’ ha deciso che ce la pup ‘ fare anche cosi’. Domanda: ma le sue pensioni continuera’ a devolverle ai bambini in Africa?

    • MARIO

      Se lo vogliono i governanti possono tagliare tali proventi : e sarebbe anche ora, prima che succedano guai.
      Cosa fa uno dei suoi proventi ?
      Quello che vuole.
      Prova a chiederlo anche ai tuoi amici…. non daranno mai nulla a lei per quello che fa o dice !!

      • danilo

        Trattandosi di soldi pubblici , percepiti in forza di un incarico pubblico , destinati ad un personaggio pubblico , che ha reso dichiarazioni pubbliche al riguardo , ogni cittadino ha il diritto di chiedere dove vanno a finire questi soldi . O i suoi amici sono esentati anche dai doveri ?

        • MARIO

          No, su questo ha ragione lei.
          Nello specifico parlavo di pensioni ,che , ho detto andrebbero riformate, durante e non dopo.
          Prima infatti aprofittano delle loro posizioni per far assumere( anche in loco) personaggi che non si sa che cosa facciano per essere utili alla società.
          LEI sa a che cosa serve una delle ultime assunzioni in comune ??
          Io no.