2 Commenti

Don a processo per violenza sessuale, il sostegno di alcune mamme: "Mai dubbi sul sacerdote"

processo

Dopo le dichiarazioni dello stesso don Luigi Mantia, parroco della comunità di Santa Lucia a Martignana di Po, rinviato a giudizio per violenza sessuale su due minori (“Nulla di quanto viene attribuito alle mie intenzioni o ai miei atteggiamenti è reale”), interviene un gruppo di mamme secondo cui don Luigi Mantia “è coinvolto ingiustamente nella triste vicenda giudiziaria”. Ecco la lettera con cui le mamme esprimono “la profonda fiducia all’ex-parroco che tanto bene ha fatto alla nostra comunità”.

Gentile direttore,

siamo solo alcune delle tantissime mamme di Martignana di Po che hanno conosciuto e apprezzato Don Luigi Mantia e che, dopo la pubblicazione degli articoli apparsi sui giornali locali, sentono il desiderio di esprimere profonda, sincera e affettuosa solidarietà nei confronti del loro ex parroco. Molto ci sarebbe da dire su questa vicenda per chi, come noi, conosce bene le persone coinvolte. Tuttavia, consapevoli della delicatezza di questo caso giudiziario che coinvolge anche dei minori, faticosamente ci asteniamo dall’esprimere giudizi. Possiamo però con fermezza e certezza affermare che mai in questi nove anni trascorsi insieme, il comportamento di Don Luigi è stato per noi o per i nostri figli motivo di  malcontento e che mai ci ha sfiorato il minimo dubbio circa atteggiamenti, parole o gesti non corretti o non adeguati al suo importantissimo ruolo: Don Luigi è sempre stato guida attenta, rispettosa, affidabile e ferma per i nostri figli che in lui hanno sempre riconosciuto una figura educativa di riferimento sicura, stimata e benvoluta che ancora oggi ricordano con grandissimo affetto. A sostegno di quanto detto e nella speranza di potergli essere almeno di minimo conforto in questo doloroso e faticoso momento, desideriamo riconfermare a Don Luigi tutta la nostra profonda stima e fiducia e affermiamo che, senza alcuna esitazione, riaffideremmo oggi stesso i nostri figli alle sue cure educative e spirituali.

Ringraziamo e salutiamo cordialmente

Egidia Moschella, Teresa Prestileo, Barbara Siracusa, Bruna Baistrocchi, Alessia Visioli, Concetta Rizzuto, Silvana Vasta, Graziella Gulisano, Manuela Marchiori, Vezzosi Brigitta, Francesca Guerra, Barbara Guerra, Lucia Manghi, Rossella Solferino, Badalotti Lucia, Sbernini Raffaella, Vezzosi Simona, Albanese Marianna,  Stefania Fiorani, Graziella Aroldi,  Laura Cortellazzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • TIZIANO CARINI

    Io credo a quelle mamme!Sono sicuro che con loro il don non ci ha mai provato!!

  • francesca grisa

    conoscendo personalmente il parroco in questione sono assolutamente certa della sua totale estraneità ai fatti di cui viene accusato. purtroppo la legge italiana non è in grado di tutelare chi.ingiustamente …si trova sine colpa …….ad affrontare una tale tempesta accusatoria. e difendrEe se stessi quando si è totalmente innocenti è molto più difficile che farlo da colpevoli…..IO CREDO NELL’INTEGRITà MORALE DI DON LUIGI ,NELLA SUA CORRETTEZZA ,NEI VALORI CHE TRASMETTE. spero che per don Luigi ritorni presto la serenità e che finalmente venga prosciolto da ogni assurda e falsa accusa. francesca