Un commento

Baule stracolmo di capi di abbigliamento rubati, romeni nei guai

vestiti-baule-carabinieri

Avevano la macchina stracolma di capi di abbigliamento, merce risultata rubata al centro commerciale CremonaPo, ma non essendo incorsi nella flagranza di reato, non è scattata la denuncia per furto, ma per ricettazione. Nei guai sono finiti tre giovani romeni senza fissa dimora, fermati dai carabinieri nel piazzale dell’Iper di Gadesco. Sulla loro auto, una Renault con targa francese, i militari, guidati dal capitano Livio Propato, hanno trovato e sequestrato numerosi capi di abbigliamento per un valore di 15.000 euro sottratti al CremonaPo. Tutto è partito dalla segnalazione di una commessa dell’Iper che ha notato uno dei romeni mentre superava le casse con una borsa sospetta, forse una borsa schermata, che permette di eludere i controlli antitaccheggio. La donna ha chiamato i carabinieri, che una volta intervenuti sul posto hanno fermato il romeno. La borsa non è stata trovata. Probabilmente l’uomo se n’era disfatto poco prima. Gli altri due complici sono stati trovati aggirarsi all’esterno del centro commerciale. Poi è scattato il controllo dell’autovettura. Il baule era stracolmo di capi di abbigliamento ai quali era ancora fissata la placca antitaccheggio. I tre sono stati accompagnati in caserma dove sono stati identificati e denunciati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • roby27

    ma che bravi!dovremmo anche noi imparare a fare cosi,invece che stare attenti a cosa si compra per arrivare a fine mese!tanto come si vede,in italia manco li arrestano!