9 Commenti

Nata Italia Futura Dall'Olmo presidente Paloschi vice

dall'olmo-paloschi

Sopra, Dall’Olmo e Paloschi (foto Sessa)

Nella città del Torrazzo si è formalmente costituita la declinazione territoriale dell’Associazione presieduta da Luca Cordero di Montezemolo e coordinata da Federico Vecchioni. Nel mese di aprile sotto la guida di Alberto Fontana si era costituito il Comitato Promotore Italia Futura Lombardia, sull’onda dell’entusiasmo di questi mesi di lavoro nasce Italia Futura Cremona, presieduta dal trentunenne Roberto Maria Dall’Olmo, dipendente pubblico.
“Italia Futura – si legge nel comunicato di presentazione – vuole ripartire dalle persone che ogni giorno portano il loro contributo alla nostra società senza ricevere risposte adeguate ed anche dalla buona politica che fortunatamente non è ancora scomparsa nella sua genuina passione per la cosa pubblica. Oggi sarebbe facile trovare appiglio nell’antipolitica e nel populismo, ma questo modus operandi appartiene ad altri, non certo ad Italia Futura che proprio nell’ambito della politica, quale sede naturale per l’interesse comune, vuole riportare serietà, merito ed impegno”.
Tra gli aderenti il dirigente d’azienda Gerardo Paloschi che ricoprirà il ruolo di vicepresidente, gli imprenditori Stefano Premoli, Nadia Bragalini e Daniele Saviola, il commerciante Marco Stanga. Nel settore delle risorse umane e selezione del personale opera invece Bruno Falanga.
Nell’ambito delle professioni hanno invece aderito Alessandra Azzali, Beatrice Ponzoni e Gianluca Mete. In vari ambiti operano come dipendenti, Pier Mario Bassi, bancario, Corrado Gozzetti, amministrativo d’azienda, Michele Toninelli, ingegneria ed energie alternative, Simona Azzali, comunicazione ed università e Fabiano Ferrari, sicurezza aziendale.
“Italia Futura Cremona – conclude il documento – nasce come laboratorio di idee ed osservatorio privilegiato riguardo le vicende che ogni giorno toccano i cittadini in questa fase di profonda incertezza e debolezza politica. Tiene però particolarmente anche alla sua vocazione territoriale, consapevole che la nostra Città ed il suo territorio possano ancora giocare un ruolo fondamentale, sia in ambito economico che culturale, per questa area della Lombardia, a patto che venga effettuato un deciso cambio di marcia da parte di tutti i soggetti in gioco nella promozione e nello sviluppo di quella che con orgoglio è la Capitale del Po. IF Cremona crede fortemente nel rilancio della città, attraverso atti concreti e discontinui rispetto al passato. Riteniamo, infatti, che solo puntando su temi fondamentali quali infrastrutture e valorizzazione delle tipicità locali sia possibile un vero cambiamento, superando l’ingiustificato scetticismo che troppo spesso ha accompagnato alcune mancate opportunità di rilancio per il territorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • franceso

    Gerardo fermati per cortesia, non continuare a fare il saltafossi. Da un partito a un’altro, da un movimento a un’altro, basta, siamo stanchi di queste persone sempre alla ricerca di una comoda Poltrona.

    • Stefano

      Concordo, scandaloso.

      • Rinalda

        Chi lo conosce bene mica si è stupito poi tanto. Basterebbe chiedersi come ha fatto a passare da Amministratore Delegato di AEMCOM (carica politica, dunque dipendente dalle alterne vicende della politica) a Direttore Generale della stessa società (in pianta stabile, stipendio principesco sicuro e liquidazione – a suo tempo – straricca e strasicura).

  • poltrone

    ecco nuove poltrone da scaldare, ecco il nuovo partito dei ricchi e forse cementificatori visto che si parla di rilanciare infrastrutture dimostrate oramai inutili in una Lombardia soffocata dal cemento. Dove sono operai, casalinghe, studenti, contadini?

  • GRAZIE A DIO
    Incerti o delusi di tutti gli schieramenti, gioite, è appena nato il 246° partito, Italia Futura Cremona, illuminato dall’alto dal marchese Luca Cordero di Montezemolo, un tempo gentiluomo di camera di Gianni Agnelli, l’Avvocato, e condotto più in basso, a Cremona, da Roberto Maria Dall’Olmo, dipendente pubblico, con l’aiuto del vice Gerardo Paloschi, dirigente d’azienda.
    Affrettatevi a iscrivervi, i posti sono limitati……..

    Cremona 21 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Angy.

      CHE BELLO!!!! ENTUSIASMANTE!!!CORRO AD ISCRIVERMI!!!!CE N’ERA DAVVERO BISOGNO DELL’ENNESIMO L……..O!!!!!

  • Vecchio Balordo

    Finalmente un trentenne in politica, e, da quanto ne so, una faccia nuova. Vedo che i soliti tromboni di partitto hanno già iniziato a criticare.
    Io dico bene così.

    • Beppe

      Se Paloschi e Dall’Olmo sono facce nuove,stiamo freschi.Il primo è un noto ex esponente del Pd,il secondo un esponente della Lega Nord che difendeva strenuamente l’alleanza con Pdl e Berlusconi.

      • Paolo

        Certo che anche voi della Lega siete messi bene, tra ex assessori e ex consiglieri comunali che abbandonano la nave e fanno quello che ne hanno voglia, avete del buon tempo per attaccarvi ad un ragazzo che prima non aveva mai sentito nessuno bah…comunque vedremo cosa faranno. Ma gli altri chi sono??