Commenta

Cittadinanza e memoria, primo appuntamento al Liceo Manin

manin-cittadinanza

Con la relazione di Nicoletta Di Blas, ricercatrice al Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano sul tema “La comunicazione del patrimonio culturale attraverso le nuove tecnologie: alcuni esempi e proposte praticabili, ha preso il via oggi pomeriggio, nell’aula magna del Liceo-Ginnasio Statale “D. Manin”, il progetto “Cittadinanza e memoria storica” per l’anno scolastico 2012-13.

L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale in collaborazione con il Comune di Cremona (Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia e Assessorato alle Politiche Sociali), la Provincia di Cremona (Assessorati all’Istruzione e alle Politiche Sociali), e il Liceo Ginnasio “D. Manin” come capofila di una rete di scuole. Le Università  cremonesi (Facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia, Università Cattolica, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano) contribuiscono al coordinamento scientifico del progetto e alle attività formative attraverso propri docenti e ricercatori.

A nome dell’Amministrazione comunale ha portato il suo saluto l’assessore Luigi Amore. All’elaborazione delle attività hanno partecipato attivamente anche gli Assessorati alle Politiche Sociali del Comune e della Provincia in quanto “il percorso proposto può rappresentare un contributo sostanziale allo sviluppo, tra le giovani generazioni, di atteggiamenti quali il senso di responsabilità, la partecipazione, l’attenzione al tema dei diritti umani, la conoscenza dell’identità personale in vista di un progetto di vita, l’orientamento ad azioni di comprensione dell’altro e di solidarietà”. Coordinatrice è la docente del Manin Rossella Russo.

Avviato nell’anno scolastico 2011-2012 e di durata biennale, il progetto si inserisce nell’ambito dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, ed intende offrire agli insegnanti ed ai ragazzi un percorso di approfondimento sulle radici storiche e filosofiche dell’Unione Europea e sulla storia della Repubblica Italiana degli ultimi 60 anni. L’insegnamento dei temi relativi alla Cittadinanza e alla Costituzione risulta integrato all’interno delle discipline storico-sociali, ed è mirato allo sviluppo di competenze sociali e civiche attraverso la conoscenza e la riflessione su situazioni storiche che sono state decisive per l’identità del nostro continente  e nella formazione della cultura di un‘ Europa unita. Considerato l’alto valore formativo del nuovo insegnamento, l’Ufficio Scolastico Territoriale ha ritenuto di dover supportare le scuole di ogni ordine e grado realizzando un’azione sinergica con le altre istituzioni che condividono, per la funzione svolta, l’obiettivo dello sviluppo di una piena cittadinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti