3 Commenti

Picchia il padre per avere denaro, arrestato indiano

cc

E’ stato arrestato per lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. In manette è finito S.J., un indiano di 28 anni residente ad Ostiano che ha picchiato il padre colpendolo al volto con la gamba di una sedia. Ad avvertire i carabinieri sono stati i familiari, che hanno assistito alla scena terrorizzati. E’ una storia di lunghe e continue vessazioni in famiglia, tutto per ottenere denaro. Il giovane indiano, infatti, voleva uscire con gli amici, divertirsi, ubriacarsi, e per far questo gli occorrevano i soldi del padre. L’uomo, 54 anni, maltrattato da tempo, dopo l’ultimo pestaggio è finito in ospedale. Per fortuna non è grave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • FN CREMONA

    La cronaca locale del fine settimana ci porta a conoscenza del caso dell’indiano ventottenne di Ostiano, in preda all’alcool, arrestato per avere malmenato i genitori e resistito ai poliziotti.
    Difficilmente un episodio del genere sarebbe avvenuto in una civiltà indiana patriarcale tradizionalista.
    Questi giovani, portati a migliaia di chilometri di distanza fisica e culturale dalla loro mentalità, finiscono per prendere il peggio dei difetti del popolo che li ospita. Le persone, costrette ad una forzata convivenza, non aggiungono qualcosa alla propria cultura, ma perdono.
    Forza Nuova ritiene l’immigrazione una ferita per l’armoniosa crescita dei popoli nella terra d’origine, parte di un disegno divino predestinato.
    Il nostro movimento si oppone al fenomeno migratorio e non all’immigrato come persona.
    A molti fa comodo far finta di non capire.
    Ma questa è un’altra storia.

  • martina viola

    gli immigrati chissá perché, imparano solo i difetti del popolo che li accoglie, protegge, ospita, e spesso e volentieri mantiene,pregi pochi,anzi nulla!!!!!!!!!! Sanno che la giustizia é sempre a loro favore!

  • marino

    PROPONGO O CI RIDATE I MARO’ O A CASA TUTTI GLI INDIANI!
    VOGLIAMO ALMENO PENSARCI.