Commenta

"Cara Santa Lucia, sono stato buono ma non sei venuta" La Caritas raccoglie giocattoli per i bimbi di famiglie in difficoltà Iniziativa avanti anche per Natale

santa-lucia

Nuova iniziativa della Caritas, questa volta a favore dei bambini delle famiglie colpite dalla crisi economica: figli di genitori che hanno perso l’impiego oppure che si sono visti ridurre drasticamente le ore di lavoro e che quest’anno non si possono permettere nessuna spesa superflua. Partita una raccolta di giocattoli per questi bimbi. A fronte di una crescente richiesta, gli operatori della Caritas hanno inviato a tutte le parrocchie un appello: mettere insieme giochi nuovi o usati, ma anche libri e dvd di cartoni animati da inviare al più presto agli uffici di via Stenico 2. “Un piccolo gesto”, ha spiegato Nicoletta D’Oria Colonna, “ma che può far felice un bambino in questi giorni di festa e di serenità per tutti”.

“Cara S. Lucia, ti aspettavo, ma non sei venuta”, “Cara Santa Lucia, l’anno scorso sono stato molto buono, eppure non sei venuta. Come mai?”, “Cara Santa Lucia, l’anno passato ti ho aspettata, ma forse hai fatto tardi”. Sono alcune delle letterine di bambini che anche in queste feste di Natale rischiano di non trovare nulla sotto l’albero. “Letterine scritte su fogli di quaderno dove sono contenuti i desideri più belli per un bambino”, ha raccontato Nicoletta, operatrice della Caritas cremonese. “A Santa Lucia si chiede una bambola con il cane, o il dvd del cartone animato del supereroe preferito”. Foglietti sgualciti che alcuni genitori hanno portato alla Caritas cremonese: vittime della crisi economica, senza lavoro o con uno stipendio da miseria, non hanno i soldi per soddisfare questi desideri e domandano una mano. “Si sentono impotenti”, ha continuato Nicoletta, “di fronte a una situazione che li sta schiacciando. Ho in mente casi concreti: una mamma sola, che si è separata dal marito perché la picchiava, vive con due bambini di 6 e 8 anni. Lavora part-time e abita in un alloggio popolare. Non può permettersi la macchina e si muove a piedi, la San Vincenzo le dà il pacco-vivere ogni mese. Con il suo impiego riesce a malapena a pagare le spese, ma non ha assolutamente i soldi per acquistare qualche regalo”.

La raccolta andrà avanti per tutto il mese presso la Caritas cremonese che ha sede in via Stenico 2/b a Cremona (tel. 0372-35063, caritas@diocesidicremona.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti