3 Commenti

Rapina al bar: minacciano e legano il gestore e poi assaltano le macchinette

bar-ladri

Notte di terrore, quella appena trascorsa, per il gestore del bar Da Johnny di Piazza Libertà a Paderno Ponchielli. L’uomo, 55 anni, si è trovato faccia a faccia con due rapinatori entrati nel locale con il volto coperto da passamontagna e armati di un piede di porco. La vittima è stata legata e immobilizzata su una sedia, e nel frattempo i banditi hanno scassinato con il piede di porco le macchinette videopoker. 1.500 euro il valore della refurtiva. Tutto è accaduto alle 2 di notte. Evidentemente i due rapinatori, forse provenienti dall’Est Europa, non si aspettavano di trovare ancora il gestore all’interno del locale. L’uomo, infatti, si era attardato per fare le pulizie e aveva lasciato la porta d’ingresso aperta. Quando i banditi sono entrati, il titolare si è trovato faccia a faccia con loro. A quel punto l’uomo è stato minacciato con il piede di porco e costretto a sedersi su una sedia. Poi è stato legato e i rapinatori hanno avuto tutto il tempo per scassinare le macchinette. Una volta preso il denaro, i due si sono allontanati. E’ stata la stessa vittima, riuscita a liberarsi, a chiamare i carabinieri. Sul posto sono accorsi i militari dell’Arma che hanno effettuato sopralluoghi all’interno del locale e sentito la testimonianza del gestore. Per lui nessuna ferita, solo tanta paura. Indagini difficili. Sommaria la descrizione dei due malviventi, anche perché coperti da capo a piedi (avevano passamontagna e guanti) e niente telecamere né all’interno né all’esterno del bar. Le indagini degli uomini del capitano Livio Propato sono in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • roby27

    “..due malviventi FORSE provenienti dall est europa…”
    o si sa e lo si scrive,o si evita di dire FORSE..
    forse erano rumeni?bulgari?russi?cechi?l est europa è grande eh..

    • Il vecchio

      Eh be mica gli ha chiesto la carta d’idenità…e si sa chi c’è dietro sti assalti…

  • roby27

    eh,hai ragione..ma è come quando gli italiani son definitit tutti mafiosi all estero!