Commenta

Pensionati donano 1.500 ai Servizi Sociali Destinati a bimbo malato

Donazione-AUP

L’AUP di Cremona, Associazione Unitaria Pensionati, che gestisce sette centri sociali anziani in città e 11 in provincia, ha donato al Settore Politiche Sociali del Comune di Cremona la somma di 1500 euro a sostegno di un nucleo famigliare residente a Cremona. La somma è stata consegnata all’assessore Luigi Amore nel corso di una breve cerimonia informale.

Su segnalazione dei servizi la donazione sarà destinata al sostegno di una famiglia in cui vive un bambino affetto da retinoblastoma, una neoplasia molto rara che colpisce la retina in età pediatrica e se non diagnosticata e curata in tempo può comportare conseguenze drammatiche come l’asportazione dell’occhio. E’ quanto purtroppo accaduto al piccolo R., esperienza che ha sconvolto la  vita serena e agiata della famiglia, tanto che per far fronte alla malattia del figlio, che impone un’assistenza continuativa, i genitori hanno dovuto lasciare i rispettivi lavori, utilizzando i risparmi e indebitandosi con la banca per far fronte alle ingenti spese specialistiche. R. deve infatti sottoporsi periodicamente a esami di controllo e terapie che comportano un grande disagio e ingenti costi; i genitori ora sono in contatto con un  centro specializzato a Losanna, all’avanguardia nella ricerca e la cura.

E’ ancora poco conosciuto nel nostro paese il retinoblastoma, un tumore maligno che nel 40% dei casi ha origine ereditaria e colpisce ogni anno un bambino ogni quindicimila nati. Dal 1997 l’A.I.G.R.-Associazione Italiana Genitori dei Bambini affetti da Retinoblastoma assiste i familiari dei piccoli pazienti colpiti dalla malattia, promuove e sostiene la ricerca scientifica, informa il pubblico dell’esistenza di questo tumore, che può essere curato con successo soltanto se viene diagnosticato in tempo utile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti