Commenta

Le splendide foto dell'archivio Faliva in mostra a Cremonabooks In un libro la città di una volta

faliva

Foto Sessa

Sotto l’albero arriva un bel libro di Cremonabooks: “Cremona e i cremonesi. L’archivio fotografico Faliva”. Domenica sera alle 17 c’è stata la presentazione in libreria e l’inaugurazione della mostra fotografica con le immagini e i personaggi della Cremona di un tempo. Ha presentato il libro l’architetto Alberto Faliva, figlio di Giuseppe e nipote di Roberto che con amore, passione e competenza ha scelto le immagini e i testi di Giorgio Bonali. Poi è stata la volta di Sergio Vicini, scrittore e storico cremonese che ha raccontato lo stupore nel vedere quelle fotografie che raccontano la Cremona che non ha conosciuto. Infine Mario Silla ha posto l’accento sul lavoro di fotoreporter dei Faliva, fotografi dei giornali cremonesi, dove l’importante era arrivare sul posto del fatto di cronaca e trovare l’attimo per lo scatto. Le fotografie sono straordinarie: ci sono personaggi famosi (Mina, Tognazzi, Domenico Luzzara, Mondonico, campioni dello sport) e gente comune della Cremona di una volta (Cireneo che vendeva la “patuuna”, Pinedo che vendeva il mangime per i piccione, Bagonghi e Camel, gli sitriani accolti nell’ex caserma Lamarmora). Ma poi le strade, gli edifici, i palazzi, che non ci sono più. Una Cremona da non dimenticare per chi vuol bene a questa città.

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti