12 Commenti

Una 'campagna' di sorprese

opinione-campagna

Più che una campagna elettorale sembra una soap opera. Un thriller. Un carnevale di Viareggio. E siamo solo agli inizi (alle urne si andrà il 24-25 febbraio). Magistrati che gettano la toga ed entrano in scena, vecchi deputati che strepitano con il terrore di restare fuori, grillini spaccati, renziani esclusi, brogli e raggiri in agguato sul voto all’estero, gli Arancioni di Giggetto che insistono con il cartello “Cambiare si può”, il Vaticano che spinge il Professore (capo della coalizione centrista), Storace e Oscar Giannino che agitano le acque, Maroni che giura “non vogliamo poltrone romane”, King Kong Crosetto che spupazza la cazzutissima Meloni in nome dei “Fratelli d’Italia” , l’egiziano Magdi Allam che, come osserva Marcello Veneziani, ha reso in movimento l’amor per il Belpaese con “Io amo l’Italia”. E ci fermiamo qui, per carità di patria. Poi si domandano perché cresce l’Antipolitica.

L’unica certezza è la stangata da 1.500 euro per ogni famiglia che ci porta l’Anno Nuovo. Nel paniere di spesa delle famiglie italiane cresce praticamente tutto: dal canone Rai (113,50 euro l’anno) alle contravvenzioni (+6%), dalla tariffe aeroportuali a quelle postali. E ad aprile arriverà laTares, la nuova tassa comunale sui rifiuti; un bel rincaro del 25%. Per non parlare di Iva, assicurazione auto, alimentari, tariffe professionali, gas. Ed allora?

Allora ci saremmo aspettati un avvio di campagna elettorale più concreta, più attenta ai bisogni dei cittadini, meno caciarona, meno isterica. Ed invece è un delirio globale, un colpo di scena dietro l’altro. Sorprende, ad esempio, l’asse tra il Vaticano e Monti: riesce difficile comprendere come il magistero della Chiesa e i dogmi del Papa vadano a braccetto con il capitalismo e l’ideologia di un Monti che mette al centro la moneta, le banche e i mercati anziché la persona, la morale cattolica, la famiglia naturale, il bene comune. Non basta dire, come dice Feltri, “che non è più la Chiesa di una volta e i prelati si adeguano”. Gli è che è cambiato il costume dei cattolici e le parrocchie non pesano ormai più di tanto nelle scelte elettorali dei cittadini. O c’è dell’altro?

A proposito di sorprese. Ecco l’ultima: Bersani ed il Cavaliere sono “alleati”, hanno un “interesse convergente”, come osserva Panebianco. Quello cioè di “fare fuori il centro”. Berlusconi sa che senza l’appoggio della Chiesa e degli imprenditori non potrà vincere ma confida in un buon piazzamento finale appunto per sconfiggere la Grande Ammucchiata centrista. Siamo al paradosso: a Berlusconi conviene che stravinca Bersani cosicchè il Centro si squaglia e lui “resterebbe in piedi come l’unico vero oppositore del centrosinistra”. Occhio però a Grillo e al crescente moto antipolitico.

Quanto alla discesa in campo dei magistrati (Grasso, Dambruoso,Ingroia, Amore) lo strepito che si è fatto è inutile e un tantino ipocrita. Di certo non è una novità. Ci sono illustri precedenti di toghe sbarcate a destra e a sinistra e non tutte hanno avuto fortuna. Gerardo D’Ambrosio, ex capo del pool di Mani pulite è finito in Senato (2006), ha scritto invano nove leggi e nessuno lo ha ascoltato. Ora a 82 anni si ritira. Insoddisfatto.

Voglio dire:i magistrati in Parlamento non devono scandalizzare.Semmai scandalizzerebbe un loro ritorno al vecchio mestiere. O no?

Enrico Pirondini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    Il massone Monti sostenuto dal Vaticano e’ la contraddizione regina. Ma anche il procuratore nazionale antimafia Grasso, designato da Berlusconi, e che con la mediazione di Napolitano si offre a Bersani, non e’ uno spettacolo edificante.
    Ingroia che rinuncia ( temporaneamente) all ‘ incarico Onu appena assunto per fare il candidato premier …. De Magistris che lo sostiene con dichiarazioni che scimmiottano le parole di Borsellino… che spettacolo avvilente!

  • sandra

    Dimenticavo D’ Ambruoso, in perenne tour per l’ Italia per offrirsi alla politica. Poi ci lamentiamo della Giustizia. Forse , se tutti i magistrati pensassero a lavorare, invece che a fare di tutto fuorche’ il loro lavoro…

  • sandra

    La campagna elettorale e’ partita : si segnala la frenetica attivita’ dei censori della voce italiana di Wikipedia relativa a Monti. Ogni riferimento a sue attivita’ ” imbarazzanti ” e a suoi ” fiaschi clamorosi” viene cancellato in tempo reale da mani amiche ” pietose”. Ovviamente anche le sue frequentazioni non esattamente conformi al sostegno del Vaticano vengono regolarmente riproposte e quasi in tempo reale cancellate. Pero’ …
    che senso di democratica popolarita’ , che splendido esempio di immagine intangibile e inoffuscabile!

  • sandra

    Discorso di capodanno di Napolitano : solito coacervo di banalita’ condite da un indicazione di voto all’ area Bersani – Monti. Come al solito il Cavaliere non sa far altro che chiederne l’ impeachment un ora prima e riconoscersi nelle parole del Presidente dieci minuti dopo …meno male che forse la sfanghiamo sul fiscal cliff, se no con Bersani Monti ci aspetta un incubo ancora piu’ cupo del 2012.

  • Toropazzo

    Che dici di cambiare nickname? Visto che come Sandra non ti fila più nessuno che ne pensi di ” soliloquio”?

    • Enrico

      A proposito di personaggi che popolano a vario titolo i commenti di CremonaOggi ho notato che da tempo Flaminio Cozzaglio non si fa più sentire da queste parti.
      Sinceramente comincio a preoccuparmi di questa sua assenza su questo forum (sul suo sito invece lo vedo sempre attivo).
      Spero (e nemmeno lo credo) che l’assenza non sia dovuta a censura dei suoi commenti da parte di questo editore.
      Sig. Flaminio si faccia sentire!

      • Toropazzo

        Anche baldesio…. Che fine ha fatto?

  • FINALMENTE POLITICO
    Fin che stava accucciato ai piedi di Napolitano il Professor Grattugia giocava al tecnico senza macchia e senza paura. Ora che gli tocca conquistare i voti, se vuol comandare, sentitelo: riduzione della tassazione che grava sul lavoro e sulle imprese e parallelamente ridurre la spesa.
    A volte basta un niente per cambiare, che dico, non un’idea, l’intera persona……

    Cremona 03 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Toropazzo

      Preferisco di gran lunga chi sa cambiare idea, adeguando il suo operato al momento, di chi continua imperterrito a dire e fare le stesse cose perche’ così gli hanno insegnato!

  • sandra

    Entra nel vivo la campagna elettorale, entrano in una fornace arroventata anche i professori. Fino a ieri benemeriti. Da oggi figli di buona donna pure loro. Una singolare presa di posizione del Pd? No, una manifesta ostilita’ verso chi ostacola l’ ascesa di Bersani e c.
    A proposito di insulti, singolare e’ invece la linea censoria di Cremona Oggi verso le mie risposte per le rime ad un inqualificabile personaggio che di nickname fa toropazzo. Costui si permette di apostrofare il prossimo con il neologismo non esattamente complimentoso di ” olgettina” e la simpatica redazione fa spallucce. La risposta che costui si merita, cioe’ la definizione gergale ma efficace di onanista, viene invece prontamente cancellata e tolta dai commenti.
    Censura a senso unico? O un simpatico sorvolare sul significato ultimo del neologismo ” olgettina” ? Rifletta, cara redazione, e rifletta caro signor toropazzo, perche’ in tribunale sull’ uso disinvolto di questa espressione verso il destinatario di non lievi , ingiustificate e incensurate aggressioni verbali , forse non tutti i giudici farebbero spallucce o considererebbero ” olgettina” alla stregua di critica politica.

    • Toropazzo

      Urca….. si e’ proprio incazzata! Sei proprio così sicura di trovare un giudice che possa considerare diffamatorio il termine olgettina…. Visto che e’ stato creato grazie all’ opera dei loro colleghi? Comunque, la mia era solo dell’ ironia in risposta ai tuoi post…… non ce l’ ho assolutamente con te, visto che non so nemmeno chi tu sia ed onestamente non mi interessa saperlo. Sei poi vogliamo verificare chi abbia iniziato ad offendere, si scoprirà che non e’ stato toropazzo.

      • Toropazzo

        Giusto per liberare il campo da altri malintesi, vi dico cosa intende toropazzo per olgettina……… Olgettina: persona non necessariamente di sesso femminile che considera l’ onorevole Silvio Berlusconi già presidente del consiglio, un grande statista.