Un commento

Vanoli Basket, sconfitta contro Reggio Emilia

vanoliev

Foto Francesco Sessa

La Vanoli Cremona ha chiuso le gare casalinghe del girone d’andata con una sconfitta per 87-71 contro la Trenkwalder Reggio Emilia.  La Vanoli nel primo quarto fatica a controllare i lunghi reggiani che si inseriscono con continuità sotto il canestro d’attacco. Brunner segna 7  punti ma è ottimo Cinciarini (ex Cantù) con le sue penetrazioni a fare la differenza. 15-9 al 5’ per gli ospiti con il solo Peric a reggere la battaglia. Johnson play della Vanoli non riesce a liberare i  compagni in attacco creando loro gli spazi per andare al tiro da buone posizioni.  20 a 17 il punteggio al 10’ per gli ospiti. Nella seconda frazione il pubblico biancoazzurro assiste allo show al tiro del reggiano Taylor che sigla 16 punti (terminerà con 35) mentre per la compagine di Gresta solo quattro centri su azione. 29 a 42 il parziale.  Le percentuali al tiro all’intervallo sono  chiare 11 su 31 Vanoli e 18 su 35 per la Trenkwalder. Reggio Emilia superiore anche a rimbalzo con 25 contro i 16 dei  locali. Rientra trasformata la Vanoli Cremona e con un clamoroso parziale di 14-0 al 23’ con Jackson protagonista insieme a Peric,  ribalta addirittura il punteggio sul 43-42 E’ il solito Taylor a risvegliare i suoi ed a riportarli in testa 60-55 al 30. Nell’ultimo periodo la Vanoli perde in lucidità è molto confusionaria in attacco e subisce i canestri di Jeremic che con 9 punti supportato da Antonutti  chiude il discorso al 37’ sul 71-60.  Ora l’obiettivo è quello di centrare  ancora una vittoria nell’ultima gara della   fase ascendente arrivando a quota  10 punti per poi raggiungere i 20 punti alla fine delle ostilità che equivarrebbe alla salvezza. Domenica la delicata trasferta a Biella, uno scontro diretto.

M.R.

VANOLI CREMONA-TRENKWALDER REGGIO EMILIA 71-87

Parziali 17-20, 29-42, 55-60

 

VANOLI CREMONA: Peric 14, Vitali 9, Kotti 4, Jackson 17, Ruini, Johnson 3, Harris 14, Huff, Stipanovic 10. Belloni, Conti, Cazzaniga ne. All. Gresta

T2p 20-44 tiri 3p 5-16 Tiri liberi 16-24

 

TRENKWALDER REGGIO EMILIA: Jeremic 11, James 6, Taylor 35, Brunner 13, Antonutti 7, Filloy 2, Cervi 1, Cinciarini 12. Veccia e Slanina ne. All. Menetti

Tiri 2p 30-44  tiri 3p 6-21   Tiri Liberi 9-13

 

Arbitri Cicoria, Weidmann, Pozzana.

 

INTERVISTE AGLI ALLENATORI

 

Gigi Gresta (Vanoli) – Abbiamo giocato una brutta partita con poca aggressività sia in difesa che in attacco. Alcuni miei giocatori hanno interpretato male la partita non facendo quanto preparato in settimana. Molto bene al rientro dall’intervallo quando abbiamo recuperato il passivo con grande carica. Vitali? Lo ringrazio per essere stato ugualmente in campo (bravi i nostri medici e fisioterapisti)  Quando abbiamo messo un rimedio nel tiro da fuori, non siamo stati positivi a rimbalzo e nell’uno contro uno. In difesa non contrastati i loro tagli in attacco ed il gioco sul lato debole. Le ho provate tutte per fermare l’incredibile Taylor senza successo.  Reggio Emilia ha giocato una gara perfetta.

Menetti (All. Trenkwalder) –Vittoria per noi molto importante che ci distanzia dalla zona retrocessione. IL rientro forte dagli spogliatoi dei nostri avversari, ci è servito da stimolo. Ci siamo risvegliati ed in difesa abbiamo chiuso tutti gli spazi. In attacco ci ha poi ripensato Taylor. Bene nel tiro da 2 ma non in quello da tre. Comunque ora  possiamo chiudere in bellezza l’andata  ed inserirci nelle finali di Coppa Italia.

M.R.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Filippo

    Ma A.Johnson non lo cedono ancora??Un Play senza tiro da fuori e senza idee..risparmiate sull’ingaggio di lui e di Huff…