43 Commenti

Anche Beppe Severgnini con il Pd? Per Pizzetti Senato più sicuro nella stessa lista ci sarà Magnoli

severgnini-pizzetti-magnoli

Sopra, da sinistra Severgnini, Pizzetti, Magnoli

Ultime trattative in corso sia a livello regionale che a livello nazionale per le candidature nel Pd. I rumors delle ultime ore parlano di una candidatura come capolista in Lombardia del giornalista e scrittore cremasco  Beppe Severgnini (che ha scritto su twitter: ‘Candidarsi, è come se l’arbitro si mettesse a giocare. Non uno spettacolo entusiasmante’). Il nome è sicuramente ad effetto sia per la rubrica che tiene sul “Corriere della Sera” che su “Sette”, settimanale del giovedì del quotidiano milanese. Severgnini è stato premiato all’ultima edizione della Festa del Torrone come cremonese che si è messo particolarmente in luce. Sembra destinato in una buona posizione al collegio unico lombardo al Senato il parlamentare cremonese Luciano Pizzetti. Secondo le notizie che arrivano da Roma dovrebbe essere in una posizione tale da garantirgli l’elezione anche in caso di non vittoria della coalizione di centrosinistra in Lombardia. Probabilmente finirà nella stessa lista per il Senato anche il segretario del Pd cremonese, Titta Magnoli, giunto terzo alle primarie. Confermata, per ora, la posizione di capolista  di Cinzia Fontana alla Camera nel collegio Lombardia 3. Dovrebbe essere in lista, sia pure in una posizione più defilata sempre alla Camera, Alessia Manfredini che ha ottenuto un buon risultato alle parlamentarie.

Le ultime trattative sono in corso alla segreteria regionale del partito (Martina è candidato in Lombardia 2 come capolista, in Lombardia 1 ci sarà il segretario Bersani). Questa sera ulteriore scrematura delle liste al Comitato elettorale presieduto da Franceschini poi la parola definitiva martedì alla direzione nazionale.

Tutto confermato per la corsa alla Regione con due donne in lista (Maura Ruggeri e Ivana Cavazzini) e la conferma di Agostino Alloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • marco

    Domenica ho letto l’ennesimo abnorme attacco a Magnoli da parte del giornale La Provincia. Mi chiedo come cosa può aver scatenato tanta rabbia per generare un simile reazione.

    • OettaM

      Forse la paura che se passa la linea Magnoli, poi salti anche l’ipotesi del bis per il luminoso Oreste, sindaco celeste?
      Dove lo trovano un altro che manovri come vuoi, uno, per intenderci, che ti attribuisce alla società sorella un appalto succoso senza gara (vedi gestione festival estivi…)? Le posizioni di apertura dell’Onorevole sull’attuale sindaco sono cronaca nota.
      Quando ti sei già immaginato la divisione delle fette della torta con i tuoi amici/nemici, se arriva uno a portarti via il coltello dalle mani un po’ ti girano…

    • giulia

      in effetti anch’io sono rimasto sbalordito dai toni utilizzati dal gionale per attaccare Magnoli, reo di aver partecipato democraticamente alle primarie. tanto astio nei confronti del segretario provinciale e l’appoggio smaccato al deputato uscente deve trovare una giustificazione che va oltre le ragioni dello scontro politico

      • roby27

        saranno compagni….di merende.

        • carla

          solo di merende?

  • Alexandros

    Il quotidiano non è nuovo a queste uscite. Chi non ricorda l’aggressione a Lonardi o, tanti anni fa, quella al sindaco Garini?
    Invece altre figuracce (basti pensare a quella di Salini sull’acqua) vengono passate sotto silenzio….

    • Deo Fogliazza

      No, è la prima volta in assoluto che La Provincia chiede le dimissioni di un segretario politico di un partito. Un conto è criticare, anche aspramente, un rappresentante delle istituzioni (che, in fin dei conti, rappresenta i cittadini e dunque, in quanto tale, è criticabile da chiunque), altro conto è ingerirsi con tale violenza nella vita democratica di un partito politico, Questo, a mio parere, è un limite invalicabile.

  • roby27

    ma non mi torna una cosa..il pd ha rotto con le primarie x mesi..ha fatto pagare 2 euro ai votanti per scegliere chi portare in parlamento..ha rifatto votare,altri 2 euro,per sceglere altri candidati”nostrani”..e poi ripesca i trombati,cioè quelli che la gente non ha scelto?????
    ma che sistema è????

    • roby28

      Ma erano soldi tuoi?
      Li ho chiesti a te i due euro?
      Mangio a casa tua?

      • Alviero

        Ti rode averli cacciati inutilmente, eh

        • Paolo

          Mi pare che è a te che ti sono restati sullo stomaco i miei due euro…prova a fare quattro passi che magari ti si sgonfia la pancia.

      • roby27

        e che me ne frega a me dei tuoi 2 euro?io manco sono di sinistra e a ste fregnacce mica ci sono andato!era un ragionamento in generale
        tranquillo,a casa mia non ci metti piede di sicuro!

        • Arnaldo

          A te non te ne tornano parecchie di cose mica solo una e non ti preoccupare che si era capito bene che alle primarie non ci vai e che hai solo un po’ troppa aria nello stomaco. Prova con il trio carbone invece che con i ragionamenti in generale.

          • roby27

            tu invece munisciti di vaselina..cosi la prox volta che te lo mettono in quel posto alle finte primarie,soffri di meno!

          • Ugo

            Te si che dell’argomento te ne intendi, vero?
            E non soffri neanche, vaselina o non vaselina, che mi sa che ti piace mica poco, eh?

          • Anarchiste

            Trovo notevole da parte vostra, passare da un dibattito all’insulto nel giro di due post….
            Mi sembra di assistere ad una trasmissione televisiva…
            Se così stanno le cose, se non si è in grado di ragionare utilizzando la dialettica, invece di farne sfoggio per insultarsi vicendevolmente, allora vuol dire che certa gente ce la meritiamo davvero, indipendentemente dallo schieramento di appartenenza.
            ….e continuiamo a fare il loro gioco….
            Che squallore…

  • Marco

    Magnoli perde le primarie, divide il PD, non si dimette e poi ha anche il coraggio di candidarsi?

    • Letizia

      Magnoli ha perso le primarie? Ha preso 1928 voti, pari al 40%. Lei é troppo in sintonia con Zanolli (direttore del giornale La provincia )

      • Marco

        Sono in sintonia con me stesso, a me non me ne frega niente di Zanolli, Magnoli arriva terzo su cinque, aveva la Federazione del PD dalla sua parte, basta parlare con le persone che frequentano il PD. Mi fa ridere questa storia che uno partecipa alle primarie, le perde e poi dice che è soddisfatto perché ha preso duemila voti,due persone non sostenute dall’apparato hanno preso di più e quindi ha perso punto, il resto sono chiacchiere.

  • danilo

    Forse chi riteneva superflue le primarie non aveva affatto torto . A giudicare dai ripescaggi , dai listini , dagli scambi camera_ senato e dai criteri di attribuzione dei seggi sicuri , sembra che le primarie siano una operazione condotta con i migliori criteri di marketing : si confeziona un bel pacco , invitante , sfavillante ,accattivante e rilucente . E poi la vita continua ,con i soliti noti a spartirsi i seggi.
    Con qualche milione di euro in più direttamente dalle tasche degli elettori paganti che si sono regolarmente provvisti di biglietto.
    Ma chi le ha inventate le primarie ? Un esperto in pacchi ?

    • Toropazzo

      Pacchi regalo da due euro a testa….. e quanti allocchi abboccanti!

  • gnomoignorante

    Io non ho partecipato alle primarie perchè sapevo già che finiva così: i collegi, terreno di conquista dei big, i trombati, ripescati e collocati in posizioni di prestigio. Il tutto sotto la regia dell’unico giornale cartaceo: ma li avete letti gli editoriali di Zanolli, scritti sotto dettatura? Ma vi chiedete come mai un giornale di destra osanna e stende tappeti rossi a un candidato di sinistra e riserva badilate al vetriolo a chi ha osato arginarne la prepotenza ? Ma allora quando si ipotizzano legami con i poteri forti da parte del parlamentarissimissimo, non sono eresie? O mi sbaglio. Comuque vediamo come finisce. Gli elettori non sono smemorati.

  • Don Chisciotte

    Alla fine, per questi signori, l’importante è mettersi una bella poltrona sotto al (_|_) non importa dove essa sia, purché garantisca lo stipendio di un bergamino (e altri innumerevoli privilegi)…..

  • UN VERO PARTITO D’ONORE
    La Grancassa della Provincia, quotidiano eccetera, dà sicurezza: Pizzetti Luciano torna a Roma, forse senatore, ma torna. Impossibile lasciare a casa uno come lui, arrivato secondo per un soffio nelle primarie dell’importantissimo collegio di Cremona. E che devono gli altri fogli? si accodano, se ha da tornare, che torni!
    E tutto combacia, il partito, quello democratico, è il Partito delle cose giuste, mica manda a Roma le Minetti, sbandiera le Bindi…….per cui anche un Pizzetti può sembrare di fascino.
    Certo, per tutta la campagna elettorale, se lo presentano da noi, dovrà rispondere alle solite due domandine che per adesso gli rivolgo solo io, in pubblico, in privato sono moltissimi gli elettori, soprattutto di sinistra, che mi fanno i complimenti; perché mai la Provincia, il giornale degli Importantissimi di Cremona, ogni giorno sbacchetta il segretario Magnoli che lo sta costringendo all’angolo; cosa avrà di tanto diverso, in meglio, sia chiaro, il Pizzetti, per avere del tutto disinteressatamente una copertura quale nessun politico cremonese ha avuto nei sessant’anni di storia del giornale; poi, è un anno e mezzo, sono insistente, lo so, ma mai una volta che lui abbia risposto: che spieghi un po’ l’acquisto della sua comoda dimora cremonese, quella di Via Volturno, l’ex sede dello storico Partito comunista, in abbandono da una ventina d’anni e improvvisamente presa e restaurata proprio da lui, forse per il significato storico, dato che di belle case in libera vendita la città è piena.
    Immagino facilmente i cinquanta giorni che ci separano dal voto: visite guidate a castel Pizzetti, se il tempo è amico su con l’ascensore fino alla terrazza panoramica, dove il padron di casa, tra un sigaro e buone bottiglie, di cui sembra intenditore, spiegherà natura e origini del suo castello e dei rapporti, stretti e incomprensibili a un primo sguardo, coi potenti della città, che abitualmente votano dall’altra parte.
    E siccome noi di destra siamo coglioni, anche a Cremona, non solo a Roma, pur nella durezza della campagna elettorale dove ci verrà rinfacciato di tutto, ci mancherà poco che a Luca Rossi venga attribuita un’amicizia almeno con Dell’Utri, per un doveroso rispetto delle forme, io escluso, ci guarderemo bene dal rifare in coro, tutti, non solo io, le due domande sopra.
    E il Partito democratico, un partito d’onore, mica si potrà permettere il disturbo di un ambiente tanto sereno: gli Scajola e i Tremonti devono spiegazioni sulle case e le amicizie da un’altra parte, mica a Cremona, dove anche i nanetti della destra prima di aprire il becco leggono la Provincia……

    Cremona 08 01 2013 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Sguizzo

      Cozzaglio, ultimamente, la adoro…..

      • Ilcensore

        Non conosco bene il problema ” VILLA PIZZETTI” anzi non lo conosco proprio ma dopo l’ennesimo intervento di Cozzaglio e le mancate inspiegabili risposte vorrei anche io chiedere al PD il perchè di questo ostinato silenzio. Dopo tutto sarebbe anche opportuno a questo punto che l’interessato o il Partito intervengano. Se tutto è in regola si chiarisca una volta per tutte se non lo è.. a maggior ragione.

        • MARIO

          caro Lei, sicuramente tutto in regola….!

          Il problema non è di sostanza ….ma di forma..(forse)…. o di stile ( forse)..: a volte sono più importanti…………!!!

  • Severgnini? Esponente dell’alta borghesia cremasca, figlio di un blasonato Notaio cremasco, consorte della figlia del Conte Marazzi, già “padrone” della Ferriera di Crema: l’evoluzione della Sinistra… 🙂

    • Simone

      Le stesse parole di Lollo???!!!
      Dopo soli sette mesi tornate insieme.
      L’evoluzione della Destra.

  • altea

    Ho votato alle primarie proprio per evitare di trovarmi ancora tra i piedi questo losco figuro. E invece eccolo qui. Che dire? L’unica spiegazione possibile è che ai vertici si vuole, legittimamente, avere anche persone super-fidate accanto. Ma se le persone con questa caratteristica sono maneggioni così, come sono allora i capi???
    P.S. Non me ne frega niente dei due euro: tra pubblicità, costi di organizzazione etc, credo siano il minimo!

    • Anarchiste

      finché gente come lei (che non conosco personalmente e contro cui non ho niente in particolare, intendiamoci), continuerà a votare, nonostante l’attuale legge elettorale, in Italia non potremo meritarci di meglio.
      Tanto, escono dalla porta e rientrano dalla finestra….
      Ma è così dura da capire?
      …e quanto ci vorrà ancora prima che il popolo si ricordi di essere sovrano?

      “Il popolo non dovrebbe temere il proprio governo, sono i governi che dovrebbero temere il popolo.” – cit. –

      • MARIO

        ma dalla finistra si potrebbe anche uscire…………!!!

        ho sentito molte campane……….e tutte suonano con la stessa tonalità………..!!

        molti cambiano direzione….chissà al Pd se imparano la lezione…….!!

      • altea

        Quindi non dovremmo più andare a votare, secondo lei? O ha altre soluzioni? Io non ne ho, mi creda. L’unica cosa che mi resta è la speranza. Sempre più fievole, ma ancora presente. Diversamente potremmo prepararci a fare una rivoluzione, con annessi e connessi però

        • Anarchiste

          La soluzione è l’astensione. Ma non fatta non presentandosi al voto, bensì facendo verbalizzare la propria presenza e rifiutandosi di ritirare le schede elettorali con la motivazione che “nessuno dei candidati mi rappresenta”.
          Questo è, al momento, l’unico metodo legale per esternare il dissenso. Dopodiché, non ci resta che la marcia su Roma….

  • extralarge

    Ma scusatemi la domanda che mi vien spontanea! Ma perchè avete fatto le primarie se poi ricandidate ancora chi cavolo vuole la segreteria del Pd?
    Mi viene da sorridere perchè via hanno chiesto chi volete tra il cappuccino,il cappuccino e il cappuccino e poi scelto il cappuccino pagando tre euro la prima volta e tre la seconda non lo avete nemmeno bevuto! Bravi questa si che è democrazia italiana e poi vi lamentate dei politici? ma signori ognuno ha quel che si merita !

  • MARIO

    la fisiognomica NON è una scienza………………ma aiuta..!!

  • Ilcensore

    Titta non mi è simpatico e ritengo che non sia uno disinteressato ma gli attacchi del giornale locale nei suoi riguardi specie per la loro veemenza sono veramente inaccettabili.

    Potrebbero essere un ” avvertimento” per coloro che vorrebbero magari osare e mettersi contro .. il ” sistema”?

    D’altro canto invece gli elogi sperticati in campagna elettorale per le primarie e nei giorni successivi per l’on ( ora senatore) Pizzetti che significato.. al contrario possono avere ?

    Non depongono comunque bene per l’onorevole senatore.

    • MARIO

      CHE TRISTEZZA: già i nostri padri latini scrivevano: cui prodest…??

      La cascina urbana domina la “magna phaselus”….!!

      Ma non è detto che sia così per molto tempo ancora.

  • roby27

    certo UGO!ho avuto te come maestro!

  • Ilcensore

    Si vede che il Comitato Elettorale del PD ha approvato le liste proposte !
    Il nostro ha ripreso a parlare ( vedi risposta a Fogliazza) e con la solita alterigia e con la solita ” spocchia”. Auguri Senatore ! Auguri Cremona !

    • Anarchiste

      non vedo la risposta a Cozzaglio….
      La lunga forbice censoria è già entrata in azione?

    • MARIO

      Perchè non ci fa un elenco dettagliato dei meriti dell’ex nominato ……..ora ripescato…..???????

  • MARIO

    Premetto che sono figlio di un ragazzo del’99 (grande guerra), cavaliere di Vittorio Veneto, e che negli anni 30 doveva andare per campi per non incontrare fascisti e gentaglia del tipo.

    Mio padre è stato uno dei socialisti convinti e non ha mai concesso nulla sia ai fascisti che ai comunisti più sfegatati.
    Ora è giunto il tempo di rivedere il voto al partito che mi ha trascinato nel voto anche dopo la scomparsa , spesso discutibile del “vecchio PSI” ( quello vero).
    Quindi non voterò per il senato.

    Spiace anche perché sono convinto che nel Pd ci siano elementi rigorosi e sinceri ed altrettanto validi.
    Poi si vedrà.