Commenta

Il 17 va all'asta l'Hermes Hotel ma il vecchio proprietario Lino Cauzzi spera di riottenerlo dopo la prova della truffa perpetrata ai suoi danni

evidhermes

Va all’asta l’Hermes Hotel, albergo cremonese posto dietro l’autogrill dell’autostrada a21. Un tempo struttura splendida, ora abbandonata e in pessime condizioni, come dimostra il servizio fotografico di Francesco Sessa. Il giudice fallimentare  ha fissato la data dell’asta: il 17 gennaio alle 9.30. L’edificio adibito ad attività alberghiera e i fabbricati accessori, per una superficie complessiva coperta di 4.994 metri quadrati, mobili e arredi, licenze per esercizio alberghiero e somministrazione alimenti verranno battuti partendo dal prezzo base di 6 milioni 128mila 247 euro. All’asta anche la vicina proprietà di area edificabile di 10.150 metri quadrati a un milione 422 mila e 500 euro. Come si ricorderà sull’albergo aveva messo le mani una banda di malfattori meridionali, poi arrestati e condannati. Come emerge dagli atti dei processi, la banda  infatti era riuscita nel 2009 a impossessarsi, con inganni e minacce, di cinque hotel (tra cui appunto l’Hermes) di proprietà di Lino Cauzzi, imprenditore originario del mantovano ma notissimo anche nel cremonese. Grazie alla tenace azione degli inquirenti mossi dalle denunce dell’imprenditore, la banda venne arrestata e tre dei cinque alberghi vennero immediatamente restituiti al legittimo proprietario (come recita la normativa antimafia). Ora Lino Cauzzi, però, spera di bloccare l’asta dell’Hermes, considerando il ‘fallimento studiato e con dolo’, come emerge dalla memoria presentata ai giudici.

LE IMMAGINI DEL DEGRADO (FOTO FRANCESCO SESSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti