5 Commenti

Camera, i candidati di Monti in Lombardia 3: primo un romano, Dall'Olmo in buona posizione

scelta-civica-per-monti

Sopra, Dall’Olmo e Monti

Mario Monti ha reso noto i nomi dei componenti le liste della Camera che portano il suo nome (Scelta Civica con Monti). Molte le personalità di spicco a livello nazionale: imprenditori, sportivi, ministri.  L’avvocato romano Andrea Mazziotti di Celsio è il capolista in Lombardia 3 (Cremona, Mantova, Lodi e Pavia). Al quinto posto, in buona posizione, c’è il cremonese Roberto Dall’Olmo (1981), decima è Alessandra Azzali (1975), dodicesimo Marco Stanga (’74), sedicesimo Luciano Lanfredi (’66).

Clicca qui per l’elenco completo dei candidati alla Camera di Mario Monti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MONTI VERGOGNA

    Avvocato romano capolista in Lombradia 3, il solito schifoso modo di fare le liste. Sembrano quelli del PDL, i Lombardi sono tutti incapaci? MONTI VERGOGNA!!!

  • de_lusi

    Davvero, solito sistema. Certo però.. piuttosto che ragazzotti incapaci di spiaccicare tre parole una in fila all’altra solo perchè sponsorizzati dai soliti noti.. capisco anche il povero Monti..

    • nano

      a chi sarebbe riferito il : “piuttosto che ragazzotti incapaci di spiaccicare tre parole una in fila all’altra solo perchè sponsorizzati dai soliti noti”?
      Non ho proprio capito.

  • L’ITALIA DEL FUTURO
    Ricordo le critiche a Berlusconi per le liste del “94: ha dovuto scegliere in fretta e a volte non è stato fortunato. Temo sia andata così anche al Professor Grattugia, se uno dei programmi del suo big cremonese, Roberto Dall’Olmo, è, secondo il Piccolino: “Basti pensare al fatto che ci sono pochi asili, nel nostro Paese, e questo non consente di liberare energie positive di una grande componente femminile che oggi è lasciata ai margini, perché il divario tra uomini e donne è ancora molto forte.”
    Precipitate all’asilo, non credo protesteranno, se lo leggono, solo le femministe. Ma il (scelto personalmente da Grattugia, come tutti i candidati, sostengono loro) corridore da Camera migliora subito dopo la sua posizione. Dopo l’ultima cena con Maroni, da giornalista e avvocato qual è, ha trovato modo di impiegarsi all’Aler, per cui, ormai esperto di teoria e pratica, sarà in grado di spiegare la sua rivoluzione: “Bisogna tornare a premiare il sistema del merito, mentre oggi in Italia si vive sulle raccomandazioni e sulle conoscenze, in un sistema che non permette di valorizzare le grosse ricchezze umane del nostro Paese.”

    Cremona 13 01 2013 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Vecchio Balordo

    Se non erro Dall’Olmo non è mai stato in politica, ha cultura, è giovane, arriva da una famiglia onesta.
    Averne……….