Un commento

Con la macchina fotografica nei campi dell'orrore Francesco Pinzi nei lager di tutta Europa Giornata della Memoria 2013

http://www.youtube.com/watch?v=xC5McnscX0Y

Trentun campi di concentramento nell’obiettivo di Francesco Pinzi. Nella Giornata della Memoria, Cremonaoggi racconta l’esperienza di questo fotografo cremonese che ha girato i lager d’Europa (Germania, Austria, Polonia, Italia e Francia), raccogliendo migliaia di immagini del sistema dell’orrore nazi-fascista, accanto agli studenti che negli anni hanno partecipato, grazie all’iniziativa della Rete di scuole superiori della provincia di Cremona, ai viaggi della memoria. Foto di luoghi di sofferenza, di torture e di privazioni (“Una macchina della morte che aveva 10mila campi di concentramento in tutta Europa – ci dice Pinzi -. Non l’idea di un pazzo, ma un vero e proprio progetto per un nuovo modello di società basato sulla razza ariana”) e foto di speranza, “quella dei ragazzi – racconta il fotografo – che sono tornati a casa cambiati e con un’altra idea del futuro”. L’esperienza del cremonese Pinzi per fare tesoro di ciò che è stato e per comprendere i valori di pace e di libertà della nuova Europa unita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • kokko

    Francesco ti voglio bene.. Ricordare, ricordare, ricordare.