Commenta

Treni, vecchio software, vecchi disagi: ritardi, freddo e gente in piedi

treni

La ‘settimana nera’ dei pendolari ormai risale a più di un mese fa. Ma i disagi (seppur ovviamente ridotti dopo il ripristino del vecchio software per la gestione dei turni del personale) non sono certo acqua passata. Nella serata di lunedì il treno 2665 da Centrale alle 20.20 è arrivato a destinazione con 40 minuti di ritardo. A Cremona alle 22, invece che alle 21.26. E problemi anche con il riscaldamento. I pendolari sui social network denunciano carrozze la presenza sulla linea di carrozze fredde: ‘Ora una bella oretta abbondante di gelo!”, il commento ricorrente dei viaggiatori. E’ cambiato poco anche per quanto riguarda il sovraffollamento: sul 17.15 di lunedì i pendolari hanno viaggiato in piedi perché le due carrozze di testa risultavano chiuse ed inutilizzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti