Commenta

"Ti taglio la gola", minacce alla ex: stalker a processo

stalking

E’ a processo con l’accusa di stalking, un cremonese di 60 anni a cui è contestata una serie di minacce e molestie nei confronti di Maria Teresa, la donna con la quale aveva avuto una relazione, poi interrotta dalla donna. L’imputato non ha accettato la decisione della sua ex, e per l’accusa ha messo in atto comportamenti che le hanno provocato stati di inquietudine, angoscia e timore per la propria incolumità e per quella dei suoi figli, tanto da costringerla anche a cambiare abitazione e a trasferirsi dalla madre. La vicenda risale al 2010. Il 13 agosto di quell’anno Claudio, questo il nome del 60enne sotto processo, aveva minacciato Maria Teresa dicendole “Ti taglio la gola perché sono stanco”. E ancora il giorno dopo: “Ti prometto che ti uccido, non arrivi al cancello tu e qualcun altro”, le aveva detto, cercando di colpirla con una sedia. Il 10 settembre successivo lui l’aveva seguita, mentre il giorno successivo le aveva inviato messaggi su facebook tra i quali uno minaccioso. “Se continui a non rispondermi né a parlarmi aspettati il peggio, sono pronto a tutto per non rinunciare a te, tra poco ci rivedremo. Io ho poco da rimetterci, non sto minacciandoti, è solo una promessa”. E ancora: “tanto ho già perso tutto, devo solo decidere il momento, e basta, ti amo”. Il 20 settembre del 2010 Claudio aveva aspettato Maria Teresa fuori dal lavoro, e fino all’ottobre successivo le aveva impedito di tornare a casa a riprendere i propri effetti personali. Inoltre è accusato di averle fatto numerose chiamate, inviato sms sul cellulare e messaggi su facebook dai toni a volte minatori, a volte supplicanti. Fino al dicembre del 2010 aveva cercato continuamente di incontrarla e di parlarle sempre per convincerla a tornare con lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti