22 Commenti

Manifesti abusivi, un lettore segnala: 'Il sindaco intervenga'

4-via-bergamo

foto Francesco Sessa

Manifesti abusivi. Segnalati da un lettore cartelloni elettorali di Casa Pound attaccati in diversi punti non consentiti della città. Al passaggio a livello di via Ghinaglia, al sottopassaggio di via Sesto e a quello di via Bergamo, in via Giuseppina vicino all’ospedale e a fianco della pasticceria Betty. Molti sono stati strappati, altri sono freschi di affissione. “Il sindaco intervenga”, la richiesta del cittadino che ha segnalato la situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea

    io mi chiedo invece come mai nessuno si scandalizzi che il centro sociale a Cremona prepari attacchi sovversivi alle banche

    • franco

      concordo…a fuoco i centri per drogati…

      • capitan germanà

        meno male che ci sono soggetti intelligenti come voi in questo mondo chè sennò chissà dove andremmo a finire!!

  • McA

    Non era un attacco sovversivo, era uno sberleffo derisorio: un proverbio volutamente ingenuo scritto su un muro, un tentativo nemmeno riuscito di sporcare con vernice una vetrina.
    Contrariamente a quanto lei dice, la valanga di commenti offensivi nei confronti dei due ragazzi autori del gesto mostra che di gente scandalizzata ce n’è stata un bel po’, altro che «nessuno».
    Per favore, smettiamola di mettere tutto nello stesso calderone. Casapound è fascista, cosa che, non bastasse per la condanna umana, è più che sufficiente per la condanna legislativa. Lo scandalo è che in Italia nel 2013 si possa tranquillamente dichiararsi fascisti, presentare candidature, agire nel politico.
    BASTA con le equiparazioni.

    • Andrea

      loro sono i poverini che vengono incolpati e Casapound i mascalzoni che attaccano 4 fogli ai muri?

      • Cavitello

        BEH ALMENO NON VANNO IN GIRO A STRUPRARE LE STUDENTESSE EBREE COME A NAPOLI!!!!!!!!!

        • paolo

          Mi sembra che chi brucia ad OGNI manifestazione le bandiere israeliane siano altri… o sbaglio?

      • amelia

        Fingi di non capire o non ci arrivi? Intanto “questi” sono appena arrivati e già riescono a dimostrare di non saper rispettare le regole, se poi si fermassero a questo, non sarebbe un gran problema… temo però che i fascisti del terzo millennio (come amano definirsi)si ispirino a “modelli” che hanno infranto ben altre regole… La storia degli anni ’20 si ripete: prima ci si proclama portatori di istanze sociali per accattivarsi il “popolo” e poi…

    • Gio

      E perchè non è uno scandalo definirsi comunisti?

  • Cavitello

    Il bello che Casa Pound attacca le sue lordate e in meno di due giorni vengono già derisi, strappando dai cittadini le loro schifezze.

    I centri sociali al sabato sono pieni di gente e l’avversione verso i fascisti a Cremona è sempre più in crescendo.

    • Giancarlo

      Le droghe attirano sempre più gente mi verrebbe da dire

      • Cavitello

        L’aggregazione, lo stare insieme, la libertà respirata di vivere senza pregiudizi.

        I centri sociali è dagli anni ’70 che sono contro lo spaccio di droga.
        Chi vuole consumare qualche canna è libero di farlo, tanto lo farebbe lo stesso.
        Basta iposcrisia.

        • Giancarlo

          Mi puoi dire il titolo del libro di fiabe da cui hai preso questo pezzo?

      • Gio

        Ahha si infatti. in questi centri “drogali” hanno il cervello annebbiato…

        • Gianni di Spino

          il tuo gioco di parole veramente insulso mi suggerisce che il tuo cervello non sia meno annebbiato del loro

  • armando

    Da elettore di sinistra rimango incredulo,sopratutto dai commenti a pie articolo.possiamo aver perso cosi la bussola dal passare da vivi rivoluzionari progressisti a tristi forcaioli unidirezionali.tutelare i ragazzi della banca e quelli delle scritte contro gli alpini per poi scandalizzarsi per manifesti elettorali?spero poi non sia uno dei nostri a fare questi reportage.la smettiamo con questa pubblicita e torniamo anche noi a far politica?

  • roby27

    ed i muri imbrattati dalle scritte dei cosiddetti centri sociali sono molto artistiche per le vie di cremona!

    • Oscar Piacenza

      E questo cosa cambia nel merito dei manifesti abusivi?

  • sandra

    Credo che i manifesti elettorali siano anacronistici , inutili , politicamente ininfluenti. Lo sono quelli di Casa Pound come quelli dei partiti. Appartengono a un passato molto diverso da questo presente tecnologico. Quindi bando al romanticismo e stop a manifesti elettorali , a murales e a scritte oltraggiose che imbrattano i muri. Tanto non influenzano ‘ le idee ne’ convincono gli indecisi su cosa votare. Soddisfano soltanto l’ ego e l’ esibizionismo di chi crede che un muro imbrattato o un manifesto strappato possano modificare la realta’.

    • nbc

      In un’epoca dove si cerca di limitare al massimo l’uso del cartaceo negli uffici pubblici, forse imporre dei limiti alla pubblicità elettorale sarebbe un bel segnale di civiltà , si ridurrebbero inoltre le spese che comunque poi ricadono sui cittadini (rimborsi elettorali).

  • Andrea

    Le balordaggini dei centri sociali e delle sinistre non rendono meno pagliacci questi personaggi che si autodefiniscono fascisti. E nemmeno i libri di storia scritti dai vincitori possono legittimare l’infamia di una dittatura che ha fatto centinaia di migliaia di morti. Finché continuerete a fare gli ultras di una o l’altra fazione, qua non cambierà un cazzo.

  • voce stonata

    vorrei proprio sapere chi veramente è mai stato in uno dei centri sociali di Cremona, sia per serate o per incontri, e come può parlarne in modo così generalista e insulso.
    Sottoscrivo in pieno il commento di Cavitello
    “L’aggregazione, lo stare insieme, la libertà respirata di vivere senza pregiudizi”. i Centri sociali sono questo
    IL RESTO è SOLO IPOCRISIA!!!