Commenta

Liceo della danza in città Ipotesi Ponchielli per sala prove L'Apc si fonde con il Marazzi

liceo-danza

Indirizzo Coreutico al liceo Anguissola; Polo provinciale Professionale, che unifica il cremonese “Ala Ponzone Cimino” e il cremasco “Marazzi”; suspence per la conferma dell’autonomia della scuola internazionale di Liuteria Stradivari, con annesso Liceo Musicale. Si stanno concretizzando i nuovi assetti della scuola secondaria superiore, approvati dalla Provincia e poi dalla Regione alla fine del 2012. Il liceo delle scienze umane Anguissola da settembre conta di avviare l’indirizzo Coreutico, dopo che tre anni fa si era vista sfumare la richiesta del liceo Musicale (concesso allo Stradivari). La richiesta per il liceo Coreutico era già stata fatta nel 2011, ma si era scontrata con l’impossibilità per la Provincia di sopportare alcuni costi aggiuntivi per lo svolgimento delle esercitazioni di danza, peculiarità della nuova scuola. Quest’anno la proposta è invece formalmente approvata, ma manca ancora la certezza degli spazi effettivamente disponibili per i nuovi insegnamenti. Pare che si voglia sondare la possibilità di disporre di alcuni spazi del Teatro Ponchielli (idea accarezzata dallo stesso assessore all’Istruzione della Provincia, Paola Orini) e la proposta potrebbe essere formalizzata a breve con il Comune. Soluzione di indubbio prestigio, che funzionerebbe da elemento attrattore per le iscrizioni, ma che si scontra con l’autonomia funzionale del Teatro, in quanto Fondazione e non diretta emanazione degli enti locali.
Ma c’è molta attesa anche per le sorti dell’Ipiall Stradivari, da anni alle prese con la mancanza dei requisiti numerici per mantenere l’autonomia, ma scuola talmente particolare e unica che è sempre stata graziata dai tagli ministeriali. Attualmente è diretta in reggenza da Mariano Gamba, dirigente del Ghisleri, che finirà il mandato il 31 agosto. Provincia e Regione hanno chiesto a Roma di confermare un dirigente e un direttore amministrativo ad hoc, ma tuttora non c’è conferma, forsa a causa del periodo elettorale. Se il Ministero lascerà discrezionalità alla Regione, purchè senza ulteriori oneri finanziari, non dovrebbero esserci problemi.
Matrimonio in vista, infine, per i due istituti professionali di Cremona e Crema Ala Ponzone Cimino e Marazzi: poco più di 460 iscritti il primo, 300 circa il secondo. Prevista per giovedì in Provincia la presentazione del nuovo Polo Professionale che li unificherà.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti