4 Commenti

Pendolari, tavolo in Comune per affrontare problema

treni

In Comune via a un tavolo di lavoro per affrontare i problemi dei viaggiatori cremonesi costretti a fronteggiare quotidianamente i disagi sulle linee ferroviarie. Consiglieri di maggioranza e opposizione si riuniranno alle 18 di oggi. Tra loro ci sono proprio tre pendolari: Alessia Manfredini (Pd), Roberto Panvini (Pdl) e Luca Grignani (Pdl).

Si discuterà di alcune questioni (l’obiettivo è definire azioni da intraprendere): materiale rotabile da migliorare, ripensare la programmazione degli orari e delle fermate per evitare sovraffollamento, garantire i normali tempi di percorrenza. C’è, inoltre, tra i punti, l’ipotesi di un tavolo permanente tra i sindaci e i presidente delle province interessate dal problema, idea fortemente sostenuta dal Partito democratico, che sul tema dei pendolari ha presentato diverse interrogazioni nei mesi scorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Io

    Non chiediamo tanto di rispettare gli orari, che è impossibile perché siamo in Italia. Chiedamo, invece, che, se un treno fosse in ritardo, ci sia detto! E non che ci si faccia aspettare in stazione mentre loro tirano a indovinare:
    Esempio, la settimana scorsa per il Mantova-Milano C.LE, stazione di Cremona:
    Arrivo previsto per le 13:30 .
    13:28 nessun segno.
    13:29 mettono “RITARDO DI 5 MIN”
    13:34: nessun segno.
    13:35 mettono “RITARDO DI 10 MIN”
    13:40: nessun segno.
    13:41: mettono ritardo di 15 MIN”
    E alla fine, sapete quando è arrivato? Alle 13:50! Ma è possibile che tirino a indovinare? Non esistono dei sistemi che controllano gli arrivi e i ritardi? Solo in Italia, solo TreNord…

  • Nolli

    Mi ricordo quando tutti contenti si guardava all’addio dei vivalto come a una grandissima vittoria che avrebbe risolto tutto.
    In realtà non è cambiato nulla. cambiare i treni non serve a nulla. mettere solamente treni obsoleti con tappezzeria nuova non cambia nulla.
    il problema è la manutenzione, e la gestione della linea.
    cose più difficili da sistemare rispetto a un ininfluente cambiamento di treni, ma sicuramente più efficaci.

  • Giancarlo Schifano

    Egregio direttore,a questo tavolo di confronto si è arrivati grazie alla presentazione di una mia mozione sulla drammatica situazione dei pendolari cremonesi,vedo e noto che ultimamente si cerca in tutti i modi possibili ed immaginabili di oscurare e di non dare il giusto risalto alle proposte da me effettuate,le ricordo che anch’io sono un pendolare e ogni giorno insieme a tanti altri viaggiatori assistiamo a continui disservizi ad opera di Trenord,il mio unico auspicio sarà oggi quello che al tavolo di confronto tra le forze di maggioranza e opposizione si concluda qualcosa di concreto perchè a me personalmente non interessano le parole bensi risposte che possano migliorare realmente le condizioni di viaggio di tutti i pendolari.
    Giancarlo Schifano Consigliere Comunale IDV

    • Francesco Capelletti

      E bravo, 7+ al nostro consigliere che col suo impegno riunirà attorno ad un tavolo esperti e tirapiedi di ogni colore e sorta per discutere del problema del trasporto dei pendolari! In Italia si parla dei problemi perché, a forza di parlarne, si è convinti che i problemi scompaiano…un po’ come quel tale che andava in ospedale per curarsi la gobba, si parlava attorno ad un tavolo della gobba, il tavolo ora era quadrato , ora rotondo , ora esagonale, ora ottagonale poi rettangolare e la gobba…sempre curva! A questi signori, oltre al tavolo, metterei a disposizione anche le sedie…elettriche!