Commenta

Il viaggio dei gioielli cremonesi verso Mondomusica New York Al salone nella Grande Mela Il Cremonese 1715 e il Carlo IX

viaggio-violini

Il viaggio dei gioielli cremonesi verso New York. La Giunta ha autorizzato lo spostamento di due strumenti musicali antichi della collezione ‘Gli Archi del Palazzo Comunale di Cremona’ e di sei reperti del Museo Stradivariano per la loro esposizione alla prima edizione di Mondomusica nella Grande Mela al The Altman Building e il Metropolitan Pavilion dal 15 al 17 marzo. I violini sono Il Cremonese 1715 di Antonio Stradivari e il Carlo IX del 1566 di Andrea Amati. “In considerazione dell’ampia promozione, CremonaFiere – è scritto nel documento di Giunta -, a fronte degli alti costi che l’organizzazione dell’evento comporterà, ha chiesto che le spese relative allo spostamento degli strumenti e dei reperti e al loro accompagnamento da parte della delegazione istituzionale siano sostenute direttamente dal Comune di Cremona”. Viaggio, assicurazione, scorta armata, pratiche di temporanea esportazione, pratiche doganali e accompagnamento quantificati in 20mila euro a carico del Comune. Sei i reperti dal Museo Stradivariano che verranno portati a New York: la Forma per violino contrassegnata dalla lettera B (datata 6 dicembre 1692 – collezione G. Fiorini), la tastiera originale per violino (collezione G. Fiorini), il ponticello per viola d’amore (collezione G. Fiorini), la grande morsa a vite (dono P. Grulli), la morsa a forcella (dono G.B. Cerani) e la cassettina per la custodia di piccoli modelli (collezione G. Fiorini). “L’iniziativa – si legge nell’autorizzazione della Giunta – rappresenterà un’eccellente occasione di promozione della città di Cremona e del suo patrimonio storico-artistico, in questo caso le collezioni liutarie, in funzione del turismo culturale che ne potrà conseguire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti