9 Commenti

Arrestato rapinatore del CremonaPo: minacciava le vittime col coltello

auto-bianca

Sopra, l’auto bianca del rapinatore ripresa dalle telecamere

E’ un rapinatore seriale l’autore della tentata rapina al CremonaPo del 29 gennaio scorso. E’ stato arrestato dai carabinieri della stazione del radiomobile di Cremona coordinata dal maresciallo d’Alfonso e dal luogotenente Foglia. Si tratta di un ragazzo italiano, tossicodipendente di 24 anni (iniziali fornite C.A.), preso dai militari dopo tre colpi o tentati colpi. Il 29 gennaio, appunto, ha avvicinato una ragazza all’ingresso del CremonaPo, le ha puntato un coltello alla pancia e le ha intimato di dargli i soldi. La ragazza ha reagito e lui è fuggito (leggi l’articolo). L’autore della tentata rapina è stato descritto dalla vittima con una tuta mimetica e nel parcheggio del supermercato è stata individuata un’auto bianca sospetta, una Reanult Clio. Altra tentata rapina con auto bianca al distrutore Tamoil di via Castelleone nella serata del 31 gennaio. Un uomo ha cercato di scassinare la colonnina del rifornimento. Qui una telecamera ha ripreso un’auto bianca simile a quella del parcheggio del CremonaPo con la targa coperta con panno nero. Nella stessa sera al distributore Tamoil di via Nazario Sauro (tangenziale), un uomo ha aggredito un romeno che con la moglie era lì per fare benzina, puntandogli il coltello alla gola. Si è fatto consegnare il portafoglio con 150 euro ed è scappato. Anche in questo caso le telecamere hanno filmato tutto: uomo e auto bianca. I carabinieri, a quel punto, hanno ristretto il cerchio ed individuato la macchina. L’arresto è scattato quando un militare del nucleo operativo che rientrava a casa con la figlia ha visto un’auto bianca come quella descritta davanti al bar Dazio di via Bergamo. Dal locale, infatti, in quel momento è uscito un ragazzo in tuta mimetica. A rafforzare la certezza che si trattasse della stessa persona e della stessa auto bianca del giorno prima, anche il ritrovamento del portafoglio del rumeno derubato alla stazione di servizio. Di qui l’ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pm Messina e concessa dal gip Salvini con il presupposto del pericolo di reiterazione del reato. La necessità di recuperare più in fretta possibile i soldi per la droga ha spinto il ragazzo ad intensificare ora dopo ora le sue azioni, acquisendo sempre maggiore spregiudicatezza e pericolosità. Il giovane, che è ai domiciliari, ha già alle spalle una serie di ricoveri  in comunità, da cui si è sempre allontanato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • roby27

    cari “giornalisti”,mettetevi d accordo!o le forze dell ordine dicono palle(nn penso)o qualcuno è disinformato.in questo articolo si parla di un italiano di 24 anni,nell articolo del giornale di cremona via intenet,per lo stesso fatto,si parla di un ragazzo rumeno di 24 anni..e poi si parla di disinformazione!

    • un cremonese medio

      secondo me ha sbagliato il “giornale di cremona via internet”

  • Andreina

    Sarà stato sicuramente un rumeno di @!§£*…

  • Michael

    Non so quale sia “il giornale di Cremona via Internet” (ho fatto una breve ricerca su Google e non l’ho trovato), ma direi che l’identikit del rapinatore corrisponde a quello di un soggetto italiano 24enne che è già stato varie volte in comunità…
    L’unico cittadino rumeno coinvolto nella vicenda invece (lo dico anche per la focosa Andreina) dovrebbe essere quello che è stato rapinato al distributore con la lama puntata alla gola dal rapinatore 24enne. E’ vero che spesse volte furti e taccheggio vedono coinvolti i cittadini rumeni ma non facciamo di tutta l’erba un fascio per favore…

    • roby27

      ciao..te lo dico subito..è il sito de”la provincia”,cioè http://www.cremonaonline.it
      cmq l ha scritto anche sul giornale cartaceo che è un rumeno..
      http://www.laprovinciacr.it/news/cremona/15046/Arrestato-il-rapinatore-col-coltello.html
      lo leggi pure oggi
      ciao

      • Michael

        Ecco, trovato. Mah… proverò a ricontrollare le fonti ma mi pare proprio che abbia ragione “un cremonese medio”… il tizio in questione è italiano, tanto più che potrebbe (uso il condizionale) essere lo stesso che l’anno scorso era stato arrestato per reiterati furti di bici. Aveva gli stessi problemi e la stessa età…

        • un cremonese medio

          Anche L’Inviato quotidiano scrive “Si tratta di C.A. un giovane cremonese di 24 anni, residente in periferia, tossicodipendente e con problemi di alcol, già allontanatosi due volte da comunità di recupero”. Con tutti questi dettagli sembra difficile che si siano sbagliati anche loro; mi sa che la Provincia ha preso una bella cantonata

          • Michael

            o che l’identità rumena era più appetibile per una certa linea… chissà… 😉

      • Michael

        Ho ricontrollato presso le fonti e queste confermano: A.C., italiano, cremonese, di 24 anni.