16 Commenti

Si farà un governicchio terminale?

opinione-governo

Il terremoto Grillo – primo in otto regioni e a Montecitorio – spinge gli antagonisti all’ammucchiata. Pare sia questo l’unico scenario parlamentare possibile. Un ritorno alle urne – secondo scenario – è infatti  visto da lorsignori come un “suicidio”. Dopo lo “tsunami”, Pd e Pdl sono dunque inevitabilmente costretti a discutere di Grande coalizione. E’ una tentazione troppo forte, è lo scenario possibile. Pd e Pdl cercheranno di superare le antiche divisioni, si impegneranno a varare un programma comune e sensato che duri almeno un paio di anni. La Merkel in questo modo nel  2005 ha salvato la Germania.

Ma l’Italia è un’altra cosa. L’Italia è un paese a pezzi, tormentato dalle tasse e da una burocrazia onnipotente, da uno Stato che non paga, guidata da una classe dirigente vecchia, superata, non più sopportata. Eppoi un governicchio-larghe intese (in cui il centro montiano conterebbe poco o niente) nascerebbe malato e condannato. Luca Ricolfi, docente di Analisi dei dati all’Università di Torino, ha fatto una previsione: “Un governo così durerebbe al massimo 14 mesi”.   Sarebbe un governicchio terminale.

Ci aspettano giorni difficili. Perché il Grillo boom boom ed il miracolo Berlusconi hanno sconquassato il sistema. Ricapitolando: Bersani è riuscito a non vincere le elezioni “nemmeno contro un Caimano fallito e bollito”, come ha scritto Travaglio ad urne ancora bollenti. Il segretario ha cantato vittoria  roppo presto, occupato ad assegnare poltrone che ancora non aveva. Avrebbe fatto meglio, gli rimprovera la base furibonda, ad occuparsi della campagna elettorale. C’è qualcuno che ricorda qualcosa del Piacentino a parte che voleva smacchiare il giaguaro? La Puglia ha buttato a mare  Nichi Vendola, Giggino “A manetta” ha steccato in Campania, Casini e Fini sono stati trascinati nel disastro da MiniMario, Ingroia e Di Pietro tornano a casa pieni di bernoccoli, Giannino non ha fermato il suo declino. Tutta ‘sta gente, paradossalmente, deve ringraziare il comico genovese che ha intercettato i voti perduti, altrimenti oggi Berlusconi  salirebbe per la quarta volta al Quirinale per formare il nuovo governo.

E Grillo che farà? Pare non abbia fretta. E’ il primo o secondo partito quasi dappertutto, prende tempo, vuole ambientarsi tra le regole del Parlamento.Ma ha già detto, sulle alleanze, che “se ci chiedono scusa e perdono siamo disposti a dialogare”. Ma ha anche aggiunto: ”Noi siamo il vero ostacolo, contro di noi non ce la possono fare”. Non va sottovalutato. In Sicilia il Movimento 5 Stelle è il primo partito, nelle rosse Marche è il secondo (al Senato), in Liguria ha fatto il vuoto. Tre anni fa non esisteva, non ha sedi, viaggia tra rete e piazze. Ha atteso i risultati nel suo orto, come un Cincinnato. Ma contro i vecchi politici ha tuonato ancora: ”Sono dei falliti, hanno portato questo Paese alla catastrofe. Dureranno poco, durerà poco il governissimo. Noi abbiamo la forza e la consapevolezza di aver risvegliato degli sguardi e la carica che hanno adesso queste persone si vedrà in Parlamento. Si accorgeranno della nostra forza”.  Se starà fermo vincerà ancora, a mani basse.

Forse non abbiamo ancora visto tutto.

Enrico Pirondini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • danilo

    La sua analisi secondo me è perfetta. Ora Grillo sa benissimo che deve solo stare fermo e non farsi carico di problemi che toccano ad altri, in primo luogo il governo dell’Italia. Nell ‘ordine chi deve gestire il problema governabilità in questo momento sono Napolitano, Monti , Bersani.
    E ognuuno di loro pagherà un prezzo . Bersani quello più alto, Monti l’ha già pagato ma pagherà ancora, Napolitano forse la sfanga, ma non ne esce intonso. A valle di questa cloaca immane sta seduto Grillo, che guarda l’acqua ( pardon , la melma , per non dire altro ) che scorre e intanto coltiva l’orticello. La semina l’ha fatta. Dopo la prima messe ce ne saranno altre , anche più cospicue. Speriamo solo che alla fine ci sia ancora l’Italia.

  • Sergio

    Il governo PD+PDL e’ gia’ stato deciso da prima delle elezioni. D’Alema ha solo sbagliato i tempi annunciandolo troppo presto…
    Altrimenti come farebbe il “nostro” a far saltare ancora i processi?
    E come farebbe il PD a mantenere le poltrone con “gentaglia” in giro che chiedo conto di tutto e magari vorrebbe pure abolire sul serio il finanziamento pubblico dei partiti, pardon, rimborso elettorale?

  • chissàchilosa

    Si dice che se chiedete in giro a qualcuno se ha votato Berlusconi solo pochi lo ammettono apertamente. Sono in tanti allora forse ad averlo fatto ma a vergognarsene in cuor loro magari perchè pensavano al rimborso dell’IMU o solo per odio verso i ” comunisti” o da noi solo perchè il PD candidava i trombati delle primarie spocchiosi ed alteri. Ma ora siamo qui in un impasse tremendo dove chi doveva smacchiare il giaguaro, una “brava persona” con tutti i suoi grandi limiti e la banca di Siena alle spalle si avvale invece dei consigli di Renzi ancora degli sproloqui di baffetto il grande stratega che non è mai riuscito a combinare nulla o di un Fassino il grande che ebbe l’ardire di dire ” Grillo fondi un partito e vediamo quanti voti prenderà !!!!”
    Ora siamo qui con un PDL rinato che ci propone le facce oltre che di Berlusconi, di Gasparri, la Russa, Capezzone ,della gentile signora capolista a Cremona e potrei continuare con tanti nomi e volti che danno il voltastomaco solo a vederli
    Poi ci sono 160 “nuovi cittadini” su cui riponiamo tanta fiducia ma neofiti e ” rivoluzionari” e forse presto allo sbando in un Parlamento che offrirà loro tante tentazioni e che forse non vorranno perdere dopo pochi mesi
    E magari ( forse fantascienza ?) allora Berlusca potrebbe ricominciare ad agire come ha fatto con Scilipoti e con tante altre degne persone del nostro vecchio Parlamento. Non mi meraviglierei affatto ; d’altronde in un modo o nell’altro deve salvarsi dalla galera e deve trovare delle soluzioni
    Ecco perchè ho votato Monti. Avrà fatto tante ingiustizie, stupidaggini, ma ci ha portato fuori dalla merda in cui ci avevano messo proprio Berlusconi e i suoi alleati per 20 anni quel ” senatur” che di duro aveva solo il cervello con le loro porcate e la loro incapacità o la capacità di defraudare lo stato a fini personali Ricordiamoci che proprio Berlusconi aveva preso gli accordi con l’Europa che dovevamo e dobbiamo mantenere anche se in campagna elettorale ha raccontato mille balle.
    Ricordiamoci che le leggi le votava quel Parlamento che era in mano a Berlusconi in gran parte con senatori e deputati comprati ( tanto è vero che non ha votato la nuova elegge elettorale e ha fatto cadere il governo prima che potesse essere approvata )
    Monti non aveva grandi spazi di manovra anzi quasi nessuno ma ci ha portato fuori comunque dal guano e ora ci stiamo tornando giorno dopo giorno
    Si proprio Monti quel personaggio così vituperato oggi ma che è l’unico in Europa negli Usa e nel mondo che ci salva la faccia e che stimano proprio quelli che parlano dei pagliacci che hanno vinto le elezioni in Italia con buona pace dei tanti strateghi di casa nostra e delle loro dotte analisi politiche sul voto e le possibili prospettive

    • danilo

      con i si dice non si va molto lontano. Un giorno potrebbe incontrare qualcuno che le chiede : chi dice cosa ? Sia circostanziato ! E non parli a vanvera .
      Sul perchè un elettore si dovrebbe vergognare di aver votato Berlusconi , o di aver votato Bersani , Vendola , Ingroia….persino Monti , anche se personalmente lo troverei più difficile, francamente fatico a seguirla.
      Con Grillo il discorso si fa diverso . I canali comunicativi in questo caso sono molto più complessi ed elaborati, nella loro apparente cristallina semplicità. Ma anche in questo caso non è un problema di vergogna , di ammissione, o di non ammissione.
      E’ un movimento , come si usava dire un tempo , allo stato nascente, con uno sviluppo esponenziale , di quelli che , se lei è un appassionato di statistica , sono rappresentati da una campana , con una base più o meno ampia e con una cuspide più o meno acuta : la tipica bolla , insomma.
      Un movimento da gestire con tecniche da fiction, vista l’estrema reattività ed eterogeneità della sua base elettorale.
      Per dirla in altri termini : nitrogligerina politica , col rischio di fare un bel botto , anche non desiderato.

  • danilo

    lo scenario che si è spalancato dopo la tornata elettorale evolve rapidamente . E’ un accelerazione finale ?
    Consideriamo questi fattori :
    1) pur godendo della fiducia e del sostegno dell’establishment
    mondiale ,Monti ha perso.
    2) come prevedibile, IL M5S dice no e dirà di no a tutto e a tutti.
    3) Renzi scende in campo affondando definitivamente Bersani
    4) I magistrati escludono per via giudiziaria Berlusconi e il PDL da un
    governo di larghe intese
    5) Con la vittoria del centrodestra in Lombardia si creano le premesse
    per la macroregione del nord : della serie ” ora o mai più “.
    Se dovessi fare una sintesi non parlerei solo di ingovernabilità e di ritorno alle urne nel più breve tempo possibile.
    Qui stiamo assistendo a prove tecnciche di balcanizzazione.

    • Toro pazzo

      Io al punto 4 avrei scritto: i giudici escludono Berlusconi e il PdL aderisce al governissimo…… Pensi davvero che i neoeletti abbiano così voglia di tornare alle urne?

  • MARIO

    Ma a nessuno viene in mente la massoneria..??

    • sandra

      La massoneria ha esplicitamente appoggiato Monti dal momento del suo insediamento. Ma ora e’ improbabile che Monti possa andare in prorogatio anche solo per pochi mesi, essendosi presentato candidato e avendo perso nettamente. Il massone Monti per rientrare in gioco dovrebbe tentare la via del golpe , piu’ o meno esplicito. Ma c’e’ tropa esasperazione perche’ riesca. Si rischia davvero il bagno di sangue.

      • Alexandros

        Come fai a sapere che Monti è massone, dato che gli elenchi degli aderenti alla massoneria non sono mai stati resi noti?

        • MARIO

          la sandrina ha parlato di Monti..!!
          ma lei procede a spanne..!!
          Io no..!!
          Se parliamo di Grillo non sono mancati apprezzamenti provenienti da ambienti vicini alla massoneria: abbastanza evidenti per usi e costumi.

  • sandra

    Previsione a questo punto facile facile : accordo Pd- Pdl per l’ elezione del nuovo presidente della Repubblica, Bersani capro espiatorio salta, governo di larghe intese a guida Renzi e Alfano ministro dell’ economia. Tempi : rapidi.

    • Toro pazzo

      Io non sono così sicuro che ci siano abbastanza piddini con un rimasuglio di sale in zucca per fare quello che hai detto!

      • sandra

        Ma per avere il nuovo capo dello Stato credo proprio si debba passare di li , anche se Bersani ora ha il diritto-dovere di suicidarsi come meglio crede .Purche’ sgombri la scena in fretta…

        • MARIO

          prima pensa al tuo partito di plastica che ha condotto il paese alla rovina con l’aiuto di incapaci ………..!!

          • sandra

            Tu pensa al tuo sfigatissimo capocomico : fatto fuori Berlusconi x via giudiziaria gli spunta fuori Grillo. Piu’ sfigati di cosi si muore. Addio Coop, addio Mps , addio Unipol.

          • MARIO

            PER la sandrina delle mie brame:
            e fatto fuori il bunga….ri-bunga , il teatro comico internazionale continua…!!
            ciao sandrina