Commenta

Violino Stradivari sequestrato a Sofia, stava per essere venduto

Stradivari

Gli uomini dei servizi bulgari per la lotta contro la criminalità organizzata (Gdbob) hanno sequestrato a Sofia nell’abitazione del rom Liuben Marinkin un violino con il marchio di Stradivari nel momento in cui l’uomo stava trattando con un potenziale acquirente per venderlo a un prezzo di 300 mila euro.
Come riferiscono i giornali di Sofia, nel corso della perquisizione dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato anche 7 tele a olio di pittori europei arrotolate e nascoste in una delle camere. Marinkin, che è membro del “meshere”, il tribunale supremo dei rom, ha dichiarato che il violino e i quadri li possedeva come eredità. Secondo la polizia però è più probabile che fossero stati rubati, in quanto il rom ha dei precedenti penali per furti. Nei prossimi giorni saranno effettuate perizie per accertare l’autenticità degli oggetti sequestrati. Il quotidiano “24 chassa” scrive che ultimamente alcuni rom particolarmente intraprendenti comprano in paesi occidentali per pochi euro falsi oggetti antichi che poi rivendono come originali a ingenui collezionisti bulgari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti