Un commento

Caserma Manfredini, la proposta del Comune al Demanio: 'Lì la cittadella della sicurezza'

manfredini

Una cittadella della sicurezza nella ex caserma Manfredini di via Bissolati. Questa la proposta che il Comune di Cremona ha fatto al Demanio dello Stato. E’ dal settembre 2011, da oltre un anno, che l’antica struttura, ex convento nel 1400 e caserma dalla fine del 1700, è chiusa e inutilizzata. Ora è arrivata l’ipotesi ventilata dall’amministrazione che nella variante del Pgt ha deciso per l’area la destinazione d’uso servizi, non quella residenziale. Il progetto del Comune è quello di riaprire la caserma e di collocarvi le funzioni dello stato. Dunque, trasferire lì la Questura (attualmente in affitto al costo per lo Stato di circa 450mila euro) e altri uffici statali. L’ipotesi polo della sicurezza potrebbe anche prevedere di affiancare ai servizi dello Stato, le funzioni militari con il trasloco nella Manfredini dei carabinieri. “Evitare l’abbandono di una struttura abbandonata – ha detto il vicesindaco Carlo Malvezzi – e operare nel senso della spending review, dato che lo Stato ha un milione di euro di canoni di affitto da pagare e al contempo è proprietario di immobili chiusi e inutilizzati”. La parola passa, dunque, al Demanio. I tempi sono incerti, dato che a livello statale mancano ancora gli interlocutori con i quali sedere ad un tavolo per verificare la fattibilità o meno dell’operazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Paolo A Rossini

    Certo, aspettarsi che la proposta fosse la cittadella della cultura, o la cittadella dell’università (con strutture già praticamente pronte per diventare una residenza), o peggio ancora la cittadella della musica (per carità!!! roba da fannulloni parassiti) era fuori dai possibili orizzonti…