Commenta

Vanoli ospita Cantù al PalaRadi: 'Corsa e ritmi alti'

vanoli

foto Sessa

Come previsto il ciclo terribile di partite per la Vanoli Basket è iniziato con la sconfitta di Roma. Al Palatiziano si è imposta l’Acea ma la compagine di coach Gresta contro una delle migliori formazioni del campionato (in classifica è alle spalle della coppia Varese Sassari, distanziata di sei punti, in coabitazione con Montepaschi Siena) ha retto bene il confronto combattendo sino alla fine. Ha davvero sfiorato il successo pur non avendo un contributo punti di Aron Johnson e Kotti. Ora i biancoazzurri si apprestano a vivere un altro match terribile dal pronostico sfavorevole. Domenica sera alle 20 al PalaRadi (ripresa tv di La 7 e SportItalia) arriva Cantù di coach Trinchieri che sta lottando per non perdere il treno play-off. Il sodalizio brianzolo ha già affrontato la fase eliminatoria dell’Eurolega dalla quale è uscita dopo un esperienza positiva anche se i risultati non sono stati quelli sperati. Cantù che per quattro incontri è sponsorizzata FoxTown, Factory Store Elvetico d’alto potenziale economico, non ha saputo mantenere una costanza nel rendimento e dopo aver superato un difficile periodo, grazie al successo nell’infuocato derby contro la capolista Varese, è incappata domenica scorsa nella sconfitta di Brindisi. Coach Trinchieri (che ricordiamo è anche commissario tecnico della nazionale greca), dispone di giocatori d’alto livello: spiccano Tyus, Brooks, Scekic, Leunen. Aradori, l’ex Armani Mancinelli, il play Anderson oltre agli attesi ex Vanoli Tabu e Cusin. Sono giocatori che non hanno bisogno di particolari presentazioni data la loro forza. Peric sarà tra i dodici così come Conti e Ruini che hanno smaltito la febbre. Dunque Gresta avrà il gruppo al completo e dovrebbe rimanere out come da regolamento Huff al quale si sta interessando il Barcellona di Lega 2. “Cantù è sicuramente una delle migliori squadre del torneo – ha detto il coach dei biancoblu – Ha dovuto fare una scelta dolorosa rinunciando a un giocatore importante come Markoishvili, ma con l’arrivo di Mancinelli ha confermato le proprie ambizioni a puntare in alto. I problemi incontrati nel ruolo di play con l’infortunio occorso a Smith ne hanno condizionato un po’ il rendimento ma credo che nei playoff, visto anche l’equilibrio che regna in questa stagione, Cantù sia una delle squadre che possono davvero arrivare fino in fondo. Il roster di Cantù è composto di giocatori di grande esperienza e dalla grande fisicità. Gli esterni soprattutto sono molto bravi a sfruttare questa fisicità anche vicino a canestro. Noi in settimana ci siamo allenati con qualche difficoltà per problemi influenzali che per fortuna si sono risolti velocemente. Arriviamo comunque preparati e concentrati a questa partita per noi molto difficile. Dovremo essere bravi a giocare per tutti i 40 minuti la nostra pallacanestro fatta di corsa e ritmi alti”.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti