Commenta

Care elezioni, primi esborsi per il Comune: ecco 26mila euro

timb

Le elezioni sono appena state fatte, probabilmente sono state inutili se andremo a ripeterle a giugno, e intanto il cittadino paga. Per il Comune comincia la prima tranche di esborsi per le elezioni del 24 e 25 febbraio per le quali erano stati stanziati a suo tempo quasi 400.000 euro (397.400), tra lavoro straordinario dei dipendenti, cartelloni elettorali, ecc. Con due distinte determine di qualche giorno fa, il direttore del personale Maurilio Segalini, ha sbloccato i pagamenti per gli straordinari effettuati a gennaio da 105 dipendenti del Comune, in tutto 26.477 euro. Poche decine di euro per qualcuno, anche mille per altri, a seconda di qualità e quantità di servizi svolti. Per i dipendenti con maggiori responsabilità (le “posizioni organizzative”) la somma corrisponde ad un’anticipazione dell’indennità di risultato, a prescindere dalla valutazione annuale.

Si tratta di briciole, rispetto allo stanziamento complessivo, ma c’è da considerare che il personale è stato autorizzato al lavoro straordinario per tutto il periodo inizio gennaio – fine marzo, quindi il grosso dei pagamenti deve ancora avvenire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti