14 Commenti

Turismo, il rilancio passa per X Factor al Museo del Violino

x-factor-museo

Il tema della promozione turistica del territorio è al centro di un articolato intervento diffuso in queste ore dall’assessore Irene Nicoletta De Bona, che parla delle strategie adottate per attirare italiani e stranieri a Cremona in tempi in cui le risorse pubbliche sono sempre più limitate. “Abbiamo fatto ricorso a strumenti diversificati – afferma l’assessore De Bona in una nota – puntando sia su una promozione sia diretta che indiretta della città. Mi riferisco, ad esempio, alla partecipazione di Cremona alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT); all’iniziativa KUBE, un punto informazioni touch screen, presente agli aeroporti di Milano, Orio al Serio e al Galileo Galilei di Pisa; arricchendo il sito dedicato al turismo, tradotto in  quattro lingue. Sono stati inoltre presi accordi con il magazine ‘Avion Turism’, rivista turistica in versione bilingue, italiano e inglese, che fornisce utili informazioni sulle destinazioni italiane e straniere, con una tiratura di 50.000 copie, distribuite ai gate di imbarco, ai terminal di arrivo degli aeroporti, in particolare di quello di Orio al Serio (oltre 8.000.000 di passeggeri). Abbiamo, in questo modo, messo in circolazione e diffuso un gran numero di informazioni, raggiungendo potenziali visitatori come non sarebbe stato diversamente possibile. Ricordo, poi, l’intesa con la società Autostrade Centro Padane per l’installazione e l’aggiornamento di cartelloni turistici lungo il tratto Piacenza-Brescia”.

X FACTOR AL MUSEO DEL VIOLINO

L’assessore De Bona cita, poi, la collaborazione instaurata con i Comuni di Busseto e di Villanova d’Arda per la promozione dei territori di Verdi e di Stradivari nella ricorrenza del 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi. Da ultimo, ma non certo per importanza, è l’adesione del Comune al Circuito delle Città d’Arte della Pianura Padana, che ha recentemente consentito l’organizzazione di un educational tour a Cremona di circa 10 tour operator esteri nonché il contatto con la produzione di X Factor, che realizzerà una puntata di selezione dei cantanti presso l’auditorium del Museo del Violino. La registrazione dovrebbe avvenire nel mese di luglio e rappresenterà una grande opportunità per la città oltre che per l’Istituzione ospitante, dal momento che il servizio si aprirà e chiuderà sulla città e sui suoi “temi” qualificanti. Il programma ha un numero medio di un milione di ascolti.

IL PRESTITO DI OPERE

“Un altro modo per fare conoscere il nostro patrimonio culturale e, di conseguenza, Cremona – prosegue la De Bona – è la promozione indiretta della città, a fronte di un impiego di risorse molte contenute. Il prestito di opere che appartengono alle nostre collezioni, rientra in questa modalità: si tratta di dipinti oppure di strumenti antichi, che costituiscono da soli un ottimo biglietto da visita e di presentazione di quanto la nostra città offre e sono in grado di suscitare l’interesse dei visitatori che, in questo modo, scoprono la ricchezza di una realtà diversa dalle solite grandi città d’arte, ma proprio per questo più stimolante”.
Seguendo questo indirizzo, l’Assessorato alla Cultura quest’anno si è fatto protagonista attraverso mostre di grande rilevanza a livello non solo nazionale. Alla mostra ‘Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre’ a Forlì, presso i Musei San Domenico, fino al 16 giugno 2013, è stata prestata l’opera Le portatrici di grano di Pietro Gaudenzi.
Ben sette sono le opere provenienti dalla Pinacoteca di Cremona alla mostra ‘I tarocchi dei Bembo. Una bottega di pittori dal cuore del Ducato di Milano alle corti  padane quelle carte de triumphi che se fanno a Cremona’, in corso a Milano, alla Pinacoteca di Brera fino al 7 aprile 2013. Un olio su tavola di Gian Francesco Bembo e il San Giacomo Apostolo di Pedro Fernandez sono esposti alla mostra ‘Norma e capriccio: spagnoli in Italia agli esordi della Maniera Moderna’ in corso alla Galleria degli Uffizi di Firenze fino al 26 maggio. Infine, per quanto riguarda i dipinti, il noto Compianto sul Cristo morto di Vincenzo Campi sarà prestato per la mostra ‘Restituzioni 2013. Tesori d’arte restaurati. XVI Edizione’, che si terrà a Napoli, al Museo di Capodimonte, dal 22 marzo al 9 luglio 2013.
Venendo agli antichi strumenti musicali, si ricorda l’esposizione del Vesuvius di Antonio Stradivari, al Palazzo storico della Magnifica Comunità di Fiemme, per una mostra terminata il 3 marzo scorso, e quindi l’impegno per ‘Mondomusica New York’, presso il The Altman Building e il Metropolitan Pavilion,dal 15 al 17 marzo 2013, dove, tra l’altro, risplenderanno nella loro suprema perfezione Il Cremonese 1715 di Antonio Stradivari e il Carlo IX di Andrea Amati. Una vetrina internazionale davvero unica per la città tutta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Pasquino

    Il Museo del Violino per x factor ? Siamo alle comiche ?

  • Trottalemme

    Un’idea davvero geniale, in linea con la storia e la tradizione della città! Ormai il ‘rilancio’ di questa povera landa desolata sembra non possa che essere nelle mani dei media televisivi e dei (solo presunti) VIP.
    Alcuni altri suggerimenti all’illuminato assessore: Raffella Carrà e il circo barnum di “The Voice”, Fiorello che interpreta Modugno, Apicella che canta le canzoni di Berlusconi:sarebbero anche meglio, in linea con l’idea del ‘museo’…

  • Lora Daria

    Ma abbiamo davvero questi geni di assessori alla Cultura a Cremona ? Dal povero Lazzari…. a Berneri ed ora … Sempre peggio ?
    Il bello è che magari credono anche di avere delle grandi idee !!!!
    Ma chi gestisce allora questo benedetto MdV è d’accordo su questa proposta di x factor ?
    Forse perchè ci manca il Papa è per questo che davvero oggi …. non c’è proprio più …. religione !

  • Claudio

    Perché non un bel talk-show con la Santanchè??

  • roberto

    Ci dicono che siano una città di tira indietro, di ruminanti e forse hanno ragione. Ovvio che l’Auditorium del Museo dovrà soprattutto ospitare concerti classici. Ma se capita una occasione diversa per lanciare cremona e il Museo dobbiamo dire sempre e solo no? O violini o morte. Soprattutto violini, ma vivaddio se capita una opportunità perche non coglierla? Perche non pensare che alcuni momenti delle Corde dell’Anima possano svolgersi nell’Auditorium? Così da intercettare un pubblico ampio che magari non verrebbe a sentire un concerto classico? Perchè non pensare anche l’Auditorium per convegni internazionali? Usciamo dalla mentalità del museo civico sepolto dai debiti e privo di visitatori. Siamo nel 2013. Svegliamoci ragazzi!

    • Lora Daria

      un conto sono alcune opportunità da sfruttare nell’Auditorium del MdV sulle quali possiamo essere d’accordo ma scusi Lei ha mai visto x Factor ?
      Che ci azzecca ? E poi questa trasmissione ha bisogno di spazio e di grande pubblico quindi molto meglio al Palasport o allo stadio Su un minimo di decenza per favore !!!

      • roberto

        ….bisognerà dire agli organizzatori delle selezioni di XFactor di chidere il suo parere preventivo così da sapere se lo spazio è sufficiente o meno….ovvio che non ci azzecca ma la plurarlità delle proposte genera indotto! 20 anni ci strimenti appesi come salame in comune cosa hanno prodotto per Cremona cara Lora Daria? Zero! Avanti così! Sempre no! non disturbar eil sonno dei cremonesi! Mai!

        • Lora Daria

          Ho espresso civilmente una mia opinione caro signore. Non ho detto che X Factor non sia una opportunità per Cremona. Ho semplicemente detto, visto alcune puntate della trasmissione in Tv, che lo spazio che altri hanno dedicato alle selezioni era molto maggiore. Non condivide ?
          In secondo luogo ho affermato e ribadisco che il Museo del Violino poco si addice ad una manifestazione canora e con effetti speciali.
          Altro grave errore ? Chiedo venia
          Poi che i violini siano stati affissi come salami proprio nel MdV è vero e che Cremona non sia stata in grado di sfruttare la liuteria è altrettanto vero ma il problema è chi ci governa, E con queste trovate a maggior ragione non credo si riesca a fare molti passi in avanti. Poi se va bene a Lei meglio così

  • Sofonisba

    Ma l’assessore non aveva annunciato le sue dimissioni ? Ci propinerà ancora di queste belle idee fino alla fine del mandato ?
    Del resto, X-Factor al Museo del Violino è in linea con il livello “culturale” dell’assessore. Basta fare cassa !
    Una bella prospettiva iniziale per il mausoleo del Cavaliere.

  • facciamoci anche la prva del cuoco!

  • rinalda

    Proporrei anche le “violine”: una bionda ed una mora.
    E poi, perché no? anche le “violone”.
    E non dimentichiamoci il “violibbo”, vestito di rosso a forma di violoncello.
    Siamo davvero alla frutta, signori miei, proprio alla frutta!

  • Teodolinda

    Che donna in carriera ! Complimenti per il cattivo gusto !

  • Ilcensore

    Ma perchè vi tenete un simile assessore alla CULTURA !!!!!!! ??? Perri mandala a casa ti prego !

  • Guido

    Che stratega!!!!
    Poi quest’estate ospitiamo Veline in piazza duomo e siamo a posto….a no, c’è l’happening di cl.